Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 6 a venerdì 31 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.



Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

21 Ago 2018
Ago 21 2018
00:23

Notizie da Vaccari

Verso i trent’anni

Il giro di boa del semestrale “Vaccari magazine” sarà raggiunto a novembre. Ora, e fino al 3 settembre compreso, anche per gli arretrati la spedizione è gratuita


Ha trent’anni

Conto alla rovescia per “Vaccari magazine”, il semestrale che, con il numero 60 disponibile da novembre, compirà i trent’anni.

“È nato nel 1989 -ricordano dall’azienda- ed è specializzato in filatelia e storia postale. In 112 pagine propone articoli e rubriche avvalendosi della collaborazione di appassionati, studiosi e giornalisti, esperti del settore. È ricco di lavori approfonditi ma presentati in modo semplice e chiaro. Grazie alla loro qualità, alle numerose immagini esemplificative e alla preziosa veste grafica, la pubblicazione continua ad essere una fra le più premiate ed apprezzate del settore. Bastano 35,00 euro per l’abbonamento annuale, sapendo che poi si possono recuperare in quanto viene riconosciuto il 10% di sconto sugli acquisti di libri”.

L’indice analitico, con tutti gli interventi fino al numero 59, suddivisi per argomento, autore, rivista, è disponibile gratuitamente in formato digitale sulla piattaforma Issuu.

Alla funzione informativa, però, se ne aggiunge un’altra… “Nel tempo è divenuta persino un oggetto da collezione ed ottiene buonissimi risultati nelle aste specializzate. Da qui il consiglio di non perdere gli arretrati ancora disponibili, approfittando della promozione valida sino al 3 settembre compreso: niente spese di invio se il pacco è diretto in Italia e se (anche insieme ad altri periodici o volumi) si superano i 55,00 euro di spesa”.

Anticipazioni sul giro di boa? “Ci farà piacere festeggiare a «Veronafil» insieme a lettori, collaboratori e sponsor, che ci hanno dato e continuano a darci fiducia. A loro vada un sincero grazie”. Ed ora, buona lettura!



20 Ago 2018
Ago 20 2018
20:58

Notizie dall'Italia

Nessun sottosegretario alle comunicazioni

Resi noti questa sera i decreti con le deleghe di Andrea Cioffi, Davide Crippa, Dario Galli e Michele Geraci. Nessuno di loro seguirà il settore

Dopo oltre due mesi, la sorpresa: nessuno dei sottosegretari nominati allo Sviluppo economico il 12 giugno ha un’esplicita delega per il settore delle comunicazioni. Forse che il ministro Luigi Di Maio intenda seguire direttamente il comparto? Si vedrà.

Stando ai decreti pubblicati questa sera in “Gazzetta ufficiale”, Andrea Cioffi si occuperà di competitività del sistema produttivo, nonché di interventi per il sistema industriale, anche con riferimento agli incentivi; Davide Crippa di energia e crisi industriali; Dario Galli di artigianato, promozione della concorrenza, semplificazione amministrativa, politiche per il consumatore, vigilanza e normativa tecnica, lotta alla contraffazione e politiche per la proprietà; Michele Geraci di internazionalizzazione, promozione degli scambi, politica commerciale internazionale.



20 Ago 2018
Ago 20 2018
17:45

Notizie dall'Italia

In arrivo Postepay spa

È la nuova società del gruppo Poste italiane che opererà anche come istituto di moneta elettronica. La manovra annunciata per l’1 ottobre

Tutto deciso ed annunciato alla clientela Con l’1 ottobre entrerà in vigore la manovra annunciata dall’amministratore delegato di Poste italiane, Matteo Del Fante, che in parte rivede l’organizzazione del gruppo. Riguarda il settore dei pagamenti, “caratterizzato -si legge nella lettera- da una crescente innovazione e da una sempre maggiore richiesta di prodotti e servizi utilizzabili in modo semplice e sicuro, anche sui canali digitali”.

L’obiettivo è concentrare in un’unica realtà specializzata tutte le esperienze e competenze acquisite. In soldoni, il ramo d’azienda riconducibile all’operatività del Bancoposta nell’ambito dei pagamenti via telefono e computer passerà a Poste mobile e quest’ultima cambierà nome, diventando Postepay. Sarà ancora una società per azioni e potrà esercitare, quale istituto di moneta elettronica, “anche l’attività di prestazione dei servizi di pagamento e di emissione di moneta elettronica, con la costituzione di uno specifico patrimonio destinato”.



20 Ago 2018
Ago 20 2018
14:03

Vaticano

L’attenzione sull’Eire

Due gli annulli che verranno impiegati questa settimana. Citano il “IX Incontro mondiale delle famiglie” e la conseguente visita di papa Francesco

I collezionisti che attendevano l’annullo vaticano per l’Assunzione, datato 15 agosto, quest’anno sono rimasti a bocca asciutta: non si voleva essere ripetitivi. Nel frattempo, però, l’ufficio obliterazioni delle Poste locali sta… scaldando i muscoli per altri due manuali.

Le bollature riguardano il “IX Incontro mondiale delle famiglie”, in svolgimento dal 21 al 26 agosto a Dublino (previsti busta e folder), e la visita che papa Francesco effettuerà tra il 25 ed il 26 al fine di chiudere il medesimo appuntamento. Le immagini riprendono, da una parte, il dettaglio stilizzato del logo ufficiale, dall’altra la croce di san Patrizio e la torre Circolare ubicata all’interno dell’insediamento monastico altomedievale di Glendaloug, luogo che non risulta sarà visitato dal pontefice (andrà invece a Knock). L’arrivo dell’ospite già è stato annunciato sull’isola con due francobolli, in distribuzione dal 26 luglio.

Intanto, nell’agenda postale stilata oltre il fiume Tevere campeggiano altre due incombenze: con il nuovo tariffario, che sarà introdotto il 6 settembre così da allinearsi al listino italiano, ed il terzo gruppo di emissioni 2018. Quest’ultimo si presenta piuttosto corposo: sono ancora quattordici i titoli attesi per gli ultimi mesi dell’anno!



20 Ago 2018
Ago 20 2018
10:18

Appuntamenti

Dall’antico mosaico a quello filatelico

L’installazione, dovuta ad Elisabetta Di Maggio, è raggiungibile al fondaco dei Tedeschi di Venezia, fino al 25 novembre


Parte dei contenitori con i francobolli

Venezia, al fondaco dei Tedeschi sono tornati i francobolli. Se prima erano venduti agli sportelli delle Poste centrali, fino al 2010 ospitate nello storico immobile, ora si trovano a terra. È “Greetings from Venice”, installazione firmata da Elisabetta Di Maggio, raggiungibile sino al 25 novembre (si trova al quarto piano dell’edificio). “Un allestimento evocativo e profondo, dove la bellezza suggestiva e ipnotica del lavoro manuale dell’artista si intreccia con spunti di riflessione sul tempo e sulla memoria”, commentano dalla sede che ora accoglie il centro commerciale controllato da Duty free shoppers.

Propone un immaginario pavimento di mosaici, ispirato a quanto presente nella Basilica di san Marco, precisa la curatrice, Chiara Bertola. Un impegno “che ha richiesto un tempo lunghissimo di realizzazione, oltre che precisione, finitezza e rigore; una durata che in qualche modo contrasta con l’attimo velocissimo in cui l’opera potrebbe distruggersi: risulta infatti composta di un materiale che all’apparenza sembra consistente e resistente ma che è invece fragile e deperibile”.

L’autrice, nata a Milano nel 1964, vive nella città lagunare da due decenni; per l’obiettivo è stata aiutata da venticinque liceali; prima hanno suddiviso i centomila francobolli (tutti usati, quindi -dettaglio importante- viaggiati) ordinandoli per Paese, forma e colore; poi, seguendo una traccia, li hanno disposti. Tutto è stato realizzato a mano, “come l’antica arte musiva richiedeva”.



20 Ago 2018
Ago 20 2018
00:25

Dall'estero

Quattro artisti per un foglietto

L’omaggio postale d’Austria per Koloman Moser, Gustav Klimt, Otto Wagner ed Egon Schiele, tutti morti cent’anni fa

Nel 1918 morirono Koloman Moser (il 18 ottobre), Gustav Klimt (il 6 febbraio), Otto Wagner (l’11 aprile) ed Egon Schiele (il 31 ottobre). Quindi, tre pittori (il primo fece anche francobolli) ed un architetto (il terzo). Un anno fatidico per il Modernismo viennese, commentano ora da Österreichische post.

Il periodo intorno al 1900 fu un’età dell’oro per l’arte e per la cultura nella capitale ancora austroungarica. Lungo il 1897 venne fondata la Secessione; il motto del sodalizio era “Ver sacrum” (“Primavera sacra”), che poi citava il titolo di un importante giornale d’arte; simboleggiava la speranza di un nuovo risveglio del settore. Nel campo dell’artigianato, il Wiener werkstätte si sforzò di espandere l’arte in un contesto quotidiano; il decorativo Jugendstil, con le sue linee ampie e gli elementi floreali, sostituì lo Storicismo; prese piede l’Espressionismo.

I personaggi sono stati ricordati attraverso un foglietto su cui ha lavorato Anita Kern. Disponibile dal 3 agosto (la vendita ufficiale scoccherà il giorno 24), comprende quattro francobolli da 80 eurocentesimi, uno per ogni autore rammentato. Propongono altrettanti lavori, nell’ordine “Primavera”, “La morte e la vita”, una stazione ferroviaria leggera, “Autoritratto”.



19 Ago 2018
Ago 19 2018
00:36

Libri e cataloghi

La Toscana tra Dauchy e Murat

Le deliberazioni della Giunta del 1808 e 1809 ristrutturarono le poste per le lettere e per i cavalli. Nel 2000 Vanni Alfani ne raccolse i testi in un’unica fonte


Unica fonte

Per chi all’epoca non seguiva il settore, per chi comunque se l’è perso, per chi vorrebbe cominciare adesso e sta cercando un riferimento… Le deliberazioni chiave adottate della Giunta di Toscana sono state raccolte da Vanni Alfani e trasformate in una pubblicazione edita nel 2000 da Vaccari. S’intitola “Bullettins des lois” ed è ancora in vendita a 15,49 euro.

“Ho ritenuto utile per gli studiosi dell’organizzazione delle poste sia delle lettere che dei cavalli nel territorio toscano, passato a far parte dell’Impero francese, presentare le trascrizioni dei documenti originali relativi al periodo in esame (1808-1814)”, annota nella presentazione lo specialista, scomparso il 30 ottobre 2011. Si comincia dunque dalla fase che porta il nome del consigliere di stato Luc Jacques Édouard Dauchy e si arriva all’occupazione delle truppe napoletane comandate da Gioacchino Murat.

In 56 pagine di solo testo, ecco i provvedimenti del 14 settembre e 14 novembre 1808, relativi al servizio per le lettere, nonché le normative del 7 gennaio 1809 inerenti alla posta dei cavalli. Non mancano allegati e disposizioni annesse.



18 Ago 2018
Ago 18 2018
16:48

Notizie dall'Italia

Cdp in azione per gli sfollati

Oltre cento le persone che saranno accolte all’ex Casa delle infermiere. L’annuncio dato poco fa da Cassa depositi e prestiti e Comune di Genova


A doppia firma

Ha un indiretto legame con il settore postale la notizia diffusa poco fa da Cassa depositi e prestiti insieme al Comune di Genova, “in coordinamento con la Regione Liguria e le altre istituzioni coinvolte”. È stata resa disponibile al sistema di protezione civile la palazzina un tempo nota come Casa delle infermiere, questo al fine di ospitare le famiglie colpite dal crollo del ponte “Riccardo Morandi”.

La struttura -di proprietà di Cdp immobiliare, una società del gruppo- ha una superficie utile di 2.200 metri quadrati ed è suddivisa in quaranta appartamenti già arredati, in grado di accogliere oltre cento persone. In corso le attività finalizzate a garantire in tempi brevi l’impiego dell’immobile, che sarà assegnato a canone di livello sociale.

“Si tratta di un aiuto davvero importante che testimonia l’ottima collaborazione delle nostre istituzioni con Cassa depositi e prestiti e l’attenzione dell’istituto per il territorio”, annotano il sindaco Marco Bucci ed il presidente della Regione Giovanni Toti.



18 Ago 2018
Ago 18 2018
14:29

Dall'estero

La morte di Kofi Annan

Il settimo segretario generale delle Nazioni Unite (nonché premio Nobel per la pace) già citato dai francobolli del suo Paese, il Ghana


Nobel - Uno dei tagli del 2002

Prescindendo dai numerosi altri omaggi postali, il suo Paese, il Ghana, l’ha ricordato con i francobolli perlomeno due volte: è il politico e diplomatico Kofi Atta Annan, scomparso oggi a Berna; era nato l’8 aprile 1938. Famoso soprattutto per essere stato il settimo segretario generale delle Nazioni Unite, in carica tra l’1 gennaio 1997 ed il 31 dicembre 2006.

Una delle cartevalori nazionali che lo ritraggono venne emessa il 6 marzo 1997, nell’ambito della serie per il quarantesimo anniversario trascorso dall’indipendenza; egli figura nel foglietto da 3.000 cedi insieme al presidente dell’Assemblea generale onusiana, il malaysiano Razali Ismail, ed al segretario generale uscente, l’egiziano Boutros Boutros-Ghali. Poi, il 28 ottobre 2002, dodici mesi dopo il conferimento del Nobel per la pace a lui e all’Onu per l’impegno mostrato, arrivò una produzione specifica. In questo caso si tratta di quattro tagli, da 1.000, 2.000, 2.500 e 3.000 unità, che lo propongono insieme all’allora capo di Stato John Kofi Agyekum Kufuor, con il diploma e la medaglia, da solo ed in una cerimonia all’Università di Kumasi. Facile immaginare che ora giungeranno altri richiami.



18 Ago 2018
Ago 18 2018
13:01

Notizie dall'Italia

Deroghe anche per i postamat

Causa le difficoltà nei trasporti, la Banca d’Italia autorizza le sportellerie delle province di Genova, Savona ed Imperia a rifornire le macchine con il denaro accettato nei pagamenti

“Si autorizzano tutte le filiali delle banche e tutti gli uffici postali ubicati nelle province di Genova, Savona e Imperia all’effettuazione, ove se ne ravvisi la necessità, di controlli manuali di autenticità e idoneità delle banconote destinate ad alimentare dispositivi automatici di distribuzione del contante, fino al perdurare dello stato di necessità e urgenza”.

L’ha deciso ieri la Banca d’Italia, considerando che la viabilità nelle aree citate ha subìto, dopo il crollo, registrato il 14 agosto, del ponte “Riccardo Morandi”, gravi disagi. Tali problemi potrebbero non garantire, fra l’altro, l’approvvigionamento adeguato di denaro per i macchinari; da qui il via libera a rifornirli con quanto accettato agli sportelli per i pagamenti.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366