Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

25 Feb 2017
Feb 25 2017
10:21

Dall'estero

Abiti/2 L’usato? Lo ritirerà il postino

Succede in Svizzera, grazie all’accordo con una realtà specializzata che coinvolge sei enti assistenziali; è Texaid

Davanti al calo del corriere, e nella conseguente ricerca di attività da destinare, in prospettiva, ai portalettere, figura anche il ritiro di indumenti usati. Accade in Svizzera coinvolgendo, al fianco dell’operatore, Texaid, realtà impegnata nel riciclaggio di tessili in Europa. Dietro vi sono sei istituti assistenziali elvetici (Croce rossa, Caritas, Soccorso d’inverno, Solidar, Kolping, Aiuto delle chiese evangeliche) insieme ad un’azienda.

Nell’ottobre scorso Texaid ha concretizzato un progetto nel cantone di Lucerna collaborando appunto con il “gigante giallo”. Sulla base dei responsi positivi ricevuti dalla popolazione e delle analisi relative al servizio, i partner hanno deciso di continuare.

La raccolta in strada -viene spiegato- non risulta né economica né ecologica, specialmente nelle aree rurali e suburbane, dove i chilometri percorsi per quantità di materiali recuperati sono tre volte maggiori di quelli registrati per la raccolta mediante la rete di contenitori.

Con il nuovo approccio il ritiro è combinato al recapito della posta, questo svolto, perlomeno in larga parte, mediante autoveicoli elettrici a tre ruote. I sacchi da impiegare sono inviati alle famiglie con congruo anticipo, tramite “Promopost”; dal lunedì al venerdì dell’intero mese di raccolta la popolazione può riempirlo e deporlo accanto alla cassetta della posta, avendo cura di tenerlo all’asciutto (altrimenti non verrà ritirato). Il postino lo preleverà portandolo ad uno dei centri di smistamento. Sarà poi compito di Texaid trasportarli tutti a Schattdorf per sottoporli a riciclaggio intelligente e vantaggioso.


25 Feb 2017
Feb 25 2017
00:56

Notizie dall'Italia

Abiti/1 Pronte le nuove uniformi dei portalettere

Per un mese otto addetti di Cavalese (Trento), Courmayeur (Aosta), Cuneo e Merano (Bolzano) sperimenteranno le divise invernali

Sono i portalettere, uomini e donne, di Cavalese (Trento), Courmayeur (Aosta), Cuneo e Merano (Bolzano) i primi a indossare la nuova divisa da lavoro, quella scelta nel 2016 dopo un concorso dove ha primeggiato l’interpretazione della ventiduenne Beatrice Bazzano.

Due addetti per ciascuno dei quattro comuni hanno ricevuto le dotazioni invernali per sperimentarne qualità, robustezza e praticità. Un banco di prova sufficientemente severo per le particolari condizioni climatiche che caratterizzano i centri scelti. Poste italiane si è data trenta giorni allo scopo di valutarne in modo approfondito l’impiego.

I colori rimangono i classici: blu, celeste e giallo, giocati in contrasto sulle rifiniture; i materiali, di grammatura leggera, sono tecnici e traspiranti. Camicie, top e pantaloni risultano semielasticizzati, hanno comode tasche portaoggetti e zip antigraffio. La giubbotteria utilizza tessuti idrorepellenti. La linea è unica, con qualche concessione più sartoriale per le divise femminili.


24 Feb 2017
Feb 24 2017
17:23

Notizie dall'Italia

Questa sera “M’illumino di meno”

All’iniziativa aderisce anche Poste italiane, ma l’approccio è più ampio; punta -nel lungo termine- all’attenzione nei trasporti, al risparmio negli impianti, all’impiego di fonti energetiche alternative

È per stasera l’appuntamento con “M’illumino di meno”, ed anche Poste italiane vi aderisce. Dalle ore 18 alle 19.30 l’azienda spegnerà le luci in 325 sedi presenti su tutto il territorio nazionale.

Il… buio artificiale non è che l’aspetto evidente. Nel contesto, i 142mila dipendenti sono stati invitati a compiere qualcosa per ridurre l’inquinamento, ad esempio recarsi al lavoro senza impiegare la propria auto: quindi, condividendola con altri oppure venendo a piedi, in bici, con i mezzi pubblici. Un atto simbolico, che si inserisce in un ambito più ampio attraverso politiche di gestione della mobilità.

Non basta. Ora tutta l’energia che l’azienda consuma proviene da fonti rinnovabili certificate e nelle sue 15mila sedi è stato adottato un piano di ottimizzazione mirato al risparmio. Gli interventi vanno dal telecontrollo e dallo spegnimento degli impianti da remoto in 4.500 strutture particolarmente esposte al problema, come i grandi immobili per lo smistamento di corrispondenze e pacchi.

Si aggiungono la sostituzione delle vecchie centrali termiche con caldaie a condensazione, l’impiego di avanzati strumenti di termoregolazione, il massivo cambio, recentemente pianificato, delle lampade tradizionali a fluorescenza con quelle a tecnologia led, la realizzazione di reti fotovoltaiche, l’utilizzo sempre maggiore di veicoli elettrici e bifuel.


24 Feb 2017
Feb 24 2017
16:25

Notizie dall'Italia

Carnevale - Di turno il Sud

Tra il 26 ed il 28 febbraio altri cinque annulli dedicati alla ricorrenza; un sesto si aggiungerà il 4 marzo, questa volta a Cento (Ferrara)

Mentre cresce l’attenzione in materia di antiterrorismo sulle piazze principali, come a Venezia, altre località si stanno preparando al Carnevale, anche commissionando annulli speciali.

Sono sei i manuali annunciati negli ultimi giorni e che vanno ad integrarsi con quelli già segnalati. Quattro verranno impiegati il 26 febbraio, per la precisione a Massafra (Taranto), Misterbianco (Catania), Santeramo in Colle (Bari) e Sciacca (Agrigento); un altro sarà disponibile il 28, quindi Martedì grasso, a Termini Imerese (Palermo). Il 4 marzo, invece, si risalirà lo Stivale: in agenda figura Cento (Ferrara).


24 Feb 2017
Feb 24 2017
12:20

Dall'estero

Auguri di salice

Dipinto all’acquerello da Maarit Ailio, il bouquet figura nel francobollo che la Finlandia ha emesso oggi pensando agli invii di Pasqua


Auguri floreali

È con un mazzolino di fiori di salice, pianta considerata tra i più significativi tesori naturali del Paese nordico, che la Finlandia auspica agli utenti una buona Pasqua.

Sostenendo una tradizione che localmente pare permanga, almeno a sentire l’operatore Posti. “Inviare biglietti augurali ha una lunga tradizione”, confermano dal quartier generale dell’azienda. “Una cartolina con un soggetto primaverile rappresenta per il destinatario un piacere”.

Il dentello, autoadesivo ed emesso oggi, non ha nominale e serve per il traffico interno; costa 1,20 euro. Propone un lavoro dell’artista locale Maarit Ailio.

“Mi piace dipingere soprattutto con gli acquerelli, per questo ho scelto tale tecnica”, ammette il diretto interessato secondo quanto riportato gli sportelli. “Penso inoltre che un approccio pittorico tradizionale si addica meglio ad un delicato francobollo primaverile”.


Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366