Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

23 Lug 2018
Lug 23 2018
00:52

Dall'estero

Sette secoli di storia

Sono quelli rappresentati dal fiorino neerlandese, importato da Firenze. Oggi è protagonista di una serie articolata in dieci francobolli

Mentre in Italia, ma non solo, qualcuno sostiene che sarebbe meglio uscire dall’euro, i Paesi Bassi si guardano indietro e riscoprono il proprio fiorino. Ma da un punto di vista commemorativo. Attraverso dieci francobolli di classe “1” (83 centesimi), oggi proporranno monete e banconote del tempo che fu.

Messe in pagina da Michaël Snitker, le immagini ne vogliono raccontare la storia e lo sviluppo. I primi tagli furono usati intorno al 1300, periodo in cui erano coniati ancora a Firenze. In un qualche momento tra il 1354 e il 1356, la produzione si spostò all’interno degli attuali confini nazionali. Il loro impiego permase fino all’1 gennaio del 2002, quando cominciò l’era della divisa comune.

I reperti individuati provengono dalla collezione numismatica nazionale, la più grande raccolta neerlandese del settore, gestita da De Nederlandsche bank e contenente 350mila oggetti.



22 Lug 2018
Lug 22 2018
00:40

Libri e cataloghi

La mostra nei ricordi e nel... volume

In 400 pagine di formato “A4”, ecco “Modena 1852-2002”: un capitolo intero della filatelia preunitaria. Non mancano gli approfondimenti storico-sociali e collezionistici


Testimonianza

La mostra, ormai, fa parte dei ricordi personali; resta il catalogo, tra l’altro in promozione. Ora il costo è di 20,00 euro in luogo di 35,00. Riguarda l’iniziativa sottoscritta nel 2002 per festeggiare il secolo e mezzo dei francobolli ducali. Il volume s’intitola “Modena 1852-2002”, è organizzato in 400 pagine “A4” ed offre oltre mille illustrazioni a colori.

Permette di scoprire tutti gli aspetti più significativi riguardanti tali cartevalori (cominciando anzi dal periodo prefilatelico) ed i sette anni in cui rimasero in uso, prima di arrivare a quelle con lo stemma sabaudo, anticipatrici dell’annessione territoriale a Torino e la proclamazione del Regno d’Italia. Tra i capitoli si parla anche di saggi e prove, giornali e gazzette, timbrature, errori e varietà, corrispondenze dall’estero.

Il lavoro è introdotto da sette approfondimenti, in grado di documentare sia l’ambiente storico-sociale, sia quello collezionistico: “Francesco V duca di Modena (1819-1875)” (firmato da Lidia Righi Guerzoni), “La situazione economica del Ducato sotto il Governo Austria-Este” (Elisabetta Barbolini Ferrrari), “L’influenza austriaca e la realizzazione dei francobolli estensi” (Lorenzo Carra), “Le località «marittime» nel Ducato” ed “Emilio Diena. Nacque all’ombra della Ghirlandina” (entrambi di Paolo Vaccari, qui -insieme alla propria azienda- nel ruolo pure di editore), “La scoperta di antichi francobolli italiani nella corrispondenza Vito Viti” (Emilio Diena e adattamento di Paolo Vaccari), “La storia in un rettangolo di carta” (Emilio Simonazzi).



21 Lug 2018
Lug 21 2018
14:38

Emissioni Italia

Il ritratto, la firma, il richiamo al suo lavoro

È così che si caratterizza il francobollo emesso oggi per Giovanni (Giovannino) Guareschi. L’annullo nella località in cui è morto il 22 luglio 1968: Cervia (Ravenna)


Il tributo è di oggi

Vale 2,60 euro il nuovo omaggio a Giovanni (Giovannino) Guareschi. Si tratta -anche se si può confondere la “g” con un “9” (forse è meglio, in futuro, cambiare la grafica)- di un “B-50g”. In parole povere, il francobollo serve per invii nazionali ordinari di secondo porto (quindi tra i venti ed i cinquanta grammi di peso). È stato emesso oggi, almeno in teoria. Con annullo speciale a Cervia (Ravenna), luogo dove lo scrittore, giornalista e umorista è morto mezzo secolo fa, il 22 luglio 1968.

Inserito nella serie “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, il tributo è autoadesivo, stampato in un milione di unità con fogli da ventotto. Quanto al bozzetto, è dovuto a Silvia Isola. Propone il necessario ritratto, cui si aggiungono la firma ed un foglio dattiloscritto: è la pagina originale di un racconto inedito, con protagonisti i famosi personaggi di don Camillo e Peppone, i cui nomi sono evidenziati in neretto. Il documento proviene dall’archivio personale esistente a Roncole Verdi, frazione di Busseto (Parma).

“Umorismo, fede, libertà. Sono questi i «segni distintivi» della figura e dell’opera”, annota nel bollettino illustrativo il presidente onorario del Club dei ventitré, Giovanni Lugaresi. La sua produzione “offre uno spaccato di vita civile, politica, letteraria, spirituale e del costume dell’Italia dagli anni Trenta al Sessantotto. Uno spaccato di storia, non soltanto nazionale, del quale il nostro fu a un tempo testimone e protagonista, vivendo -e scontando- sulla sua pelle quel senso di libertà, di dignità e di fede che gli erano proprii, accadesse quel che poteva accadere”. Distaccandosi dall’arcinota figura di intellettuale prono ai potenti, compiacente ai loro desiderata. Perché ogni azione, e ogni scritto, “passavano attraverso il filtro della coscienza, unico vero padrone cui obbedire. E quella di Guareschi era retta coscienza cristiana, che bandisce ogni tipo di pratica, materiale e materialistica, convenienza per rendere testimonianza unicamente alla Verità”.



21 Lug 2018
Lug 21 2018
09:37

Notizie dall'Italia

Cdp/2 Il supporto all’innovazione

Insieme al Fondo europeo per gli investimenti, Cassa depositi e prestiti ha avviato “Caravella”. Intanto, prosegue la campagna pubblicitaria in favore del risparmio postale

Attendendo (news precedente) la nomina degli amministratori e registrando l’apertura della sede territoriale di Bari compente per Basilicata, Molise e Puglia, Cassa depositi e prestiti va oltre. Insieme al Fondo europeo per gli investimenti, ha rinnovato il proprio sforzo a supporto dell’economia. È stato raggiunto l’accordo per l’avvio di “Caravella”, un’iniziativa volta a sostenere le nuove imprese, con un particolare focus sulla loro fase d’avvio e sugli investimenti in innovazione e sviluppo delle Pmi più dinamiche.

Già operativo in Austria, Danimarca, Eire, Finlandia, Germania, Paesi Bassi e Spagna, punta a sostenere finanziariamente gli imprenditori o i manager di successo che investono parte delle proprie risorse personali in attività tecnologiche o in piccole realtà altamente innovative.

Cdp, in veste di istituto nazionale di promozione, negli ultimi tre anni ha impegnato nel settore complessivamente circa 1,2 miliardi di euro, promuovendo strumenti in grado di dare una spinta propulsiva e contribuire a colmare il divario con gli altri Paesi del continente.

Nel frattempo, prosegue la raccolta del risparmio, sostenuta da un’ampia campagna pubblicitaria che raggiunge giornali e sportelli postali in favore dei prodotti rivolti al pubblico.

Pare accantonato il proposito -emerso qualche mese fa- di cedere una quota del capitale sociale al mercato (fine).



21 Lug 2018
Lug 21 2018
00:45

Notizie dall'Italia

Cdp/1 Decisione presa per i vertici

Pare trovato il necessario accordo politico; intanto, l’assemblea degli azionisti si è aggiornata al 24 luglio. Aperta la sede di Bari

Un... parto difficile quello per il nuovo vertice di Cassa depositi e prestiti. L’assemblea degli azionisti si è riunita con tale scopo già il 28 giugno (quando, allo stesso tempo, ha approvato il bilancio 2017), il 13 ed il 18 luglio, tutte le volte rinviando la questione. Il prossimo appuntamento è stato fissato al 24: secondo gli osservatori, potrebbe essere il momento decisivo. Dietro, le difficoltà dell’attuale maggioranza di individuare nomi condivisi, in una partita che tocca ulteriori poltrone (ad esempio inerenti alla Rai). Il dato di fatto è che i papabili cambiano; accantonato il già referente di Poste italiane Massimo Sarmi, negli ultimi giorni si parlava, per dire, di Massimo Tononi come presidente e di Dario Scannapieco quale amministratore delegato, forse scorporando il secondo incarico, quello di direttore generale. Le ultime notizie di ieri danno per certo come ad l’attuale direttore finanziario della stessa Cdp, Fabrizio Palermo.

Intanto, l’attività interna prosegue: di recente è stata aperta una sede a Bari (dovrebbe essere l’ultima; si trova in via Argiro 25 e condivide gli spazi con le società del gruppo Sace e Simest); si aggiunge alle sei precedenti volte a garantire un supporto più vicino agli imprenditori legati al territorio, ma anche ad enti locali, banche ed altri portatori di interesse su temi quali l’accesso al credito, i prodotti assicurativi e finanziari, la gestione on-line dei finanziamenti. Seguirà Basilicata, Molise e Puglia (continua).



20 Lug 2018
Lug 20 2018
18:04

Notizie dall'Italia

Notificazione atti, firmato il decreto

L’annuncio dato oggi pomeriggio dal ministro allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio. Ora il passaggio alla Corte dei conti e poi in “Gazzetta ufficiale”


Non più solo Poste italiane

Mentre il pubblico deve capire ancora chi, tra i quattro sottosegretari del ministero allo Sviluppo economico, seguirà direttamente il settore postale, il responsabile apicale, Luigi Di Maio, questo pomeriggio ha annunciato la prossima chiusura del percorso interente alle notifiche degli atti giudiziari e delle violazioni al Codice della strada. Un percorso avviato nel 2017 con la legge annuale per il mercato e la concorrenza.

Ha firmato il decreto che definisce le procedure per il rilascio delle licenze speciali. Ovvero, ulteriori aziende, accanto a Poste italiane che finora ha gestito il supporto in esclusiva, potranno proporlo. “Un passo decisivo per l’effettiva apertura del mercato ad altri operatori”, ha detto il rappresentante dell’Esecutivo; “consentirà un importante abbattimento dei costi per le amministrazioni dello Stato”.

Ora il testo dovrà essere inviato alla Corte dei conti, poi ci sarà la pubblicazione in “Gazzetta ufficiale”.



20 Lug 2018
Lug 20 2018
16:22

Emissioni Italia

Ventunmila studenti e 47 corsi di studio

Sono due dei numeri che adesso caratterizzano l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Oggi, ad un secolo e mezzo dalla fondazione, ha ottenuto un francobollo: La festa di stasera

Appare grazioso il francobollo dovuto a Maria Carmela Perrini e dedicato all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Offre l’ingresso principale della sede nonché un particolare dell’attiguo ed omonimo ponte. In alto a sinistra è riprodotto il logo creato per il secolo e mezzo trascorso dalla fondazione, ricorrenza che ha portato al tributo. Se si vuole, mancherebbe un riferimento alle attività che caratterizzano il complesso.

Solennizzato dal punto di vista marcofilo allo spazio filatelia cittadino, l’omaggio figura inserito nella serie “Le eccellenze del sapere”; è disponibile da oggi contro 2,40 euro (il costo fa riferimento alla sigla “Bzona2”, indicante il primo porto ordinario per Africa, America ed Asia, Mediterraneo escluso). Risulta autoadesivo e tirato in un milione di esemplari, mentre i fogli sono da ventotto.

“La Regia scuola superiore di commercio viene fondata il 6 agosto 1868, due anni dopo la riunificazione di Venezia al Regno d’Italia”, annota nel bollettino illustrativo il rettore, Michele Bugliesi. Ospitata nell’edificio tardo gotico affacciato sul canal Grande, è la prima realtà nazionale ad occuparsi dell’istruzione superiore nel campo del commercio e dell’economia. Obiettivi sono “compiere l’educazione commerciale dei giovani” e “formare allievi per la carriera consolare”. Ma diventa anche un centro per lo studio degli idiomi. Nel 1954 il magistero di Lingue viene trasformato in facoltà di Lingue e letterature straniere e dieci anni dopo nasce il corso in Lingue e letterature orientali. Nel 1968 diventa Università degli studi; in seguito si aprono le facoltà di Lettere e di Chimica industriale (poi di Scienze matematiche, fisiche e naturali).

Con 1.200 tra docenti, personale tecnico-amministrativo, collaboratori ed esperti linguistici, cui si aggiungono 500 fra dottorandi e assegnisti di ricerca, si rivolge ad oltre 21mila studenti tramite 47 corsi di studio.

Stasera alle 18.30 ci saranno 1.128 nuovi laureati (ecco il motivo della data odierna). A tutti verrà consegnata una cartolina prodotta da Poste italiane con dentello ed annullo speciale; lo stesso dono verrà fatto nelle prossime sessioni, fino alla primavera del 2019. Ospite della cerimonia, il vice allenatore della National basketball association (fa capo alla squadra dei San Antonio spurs), Ettore Messina: è un cafoscarino.



20 Lug 2018
Lug 20 2018
13:12

Notizie dall'Italia

Una realtà sempre più complessa

È quella affidata all’Agcom, secondo la relazione annuale del presidente Angelo Marcello Cardani. I passi principali riguardanti il settore postale

“La dimensione degli ambiti sottoposti all’intervento regolatorio cresce senza sosta e diventa più complessa a fronte della dimensione globale dei mercati, della varietà dei servizi e degli ambiti di tutela di utenti e consumatori”. È uno degli aspetti toccati dal presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Angelo Marcello Cardani, nella sua relazione annuale.

Parlando di ricavi, quelli inerenti alle comunicazioni (intendendo telecomunicazioni, media e servizi postali) anche per il 2017 superano il 3% del prodotto interno lordo. Le risorse economiche relative ai mercati vigilati dall’Agcom oltrepassano i 54 miliardi di euro, confermando il trend di lieve crescita (+1,2%) già osservato lo scorso anno. Aumenta il peso relativo di internet, del comparto postale e, in misura meno accentuata, delle telecomunicazioni. Per quanto riguarda il postale, continuano a contrarsi i supporti tradizionali (-12,6%), mentre cresce in misura consistente il valore del corriere espresso, che supera i 4,5 miliardi di euro (+ 11,7%), rappresentando ormai oltre il 60% delle risorse complessive del mercato specifico. Per quest’ultimo, l’anno ha visto una crescita dei ricavi di oltre il 6% rispetto a dodici mesi prima. L’intero ambito vale oggi circa 7,5 miliardi di euro.

Comunque, è stata una fase di consolidamento, “con una ulteriore discesa della quota complessiva di mercato di Poste italiane di circa il 2%”.

Parole anche sull’abolizione della riserva legale inerente alla notifica degli atti giudiziari e delle violazioni al Codice della strada: come Autorità di settore, “abbiamo espresso «un forte e convinto apprezzamento sulla proposta di abrogazione» del regime di esclusiva, giudicando tale intervento in grado di «promuovere migliori condizioni concorrenziali nel mercato» e di allineare in tal modo la normativa nazionale al quadro europeo”.

Tra le altre misure, l’Agcom ha previsto che, nelle aree di recapito in cui è presente solo la rete di Poste italiane, la tariffa di accesso debba essere orientata ai costi pertinenti sostenuti dalla stessa e resi opportunamente efficienti. Da qui la scelta di definire test di replicabilità delle offerte.

Sempre nell’ottica di garantire una corretta concorrenza, è proseguita la vigilanza. A tale proposito, “abbiamo intrapreso azioni di verifica delle attività di alcune società del gruppo Amazon Eu, potenzialmente qualificabili come postali”.

Assicurato, infine, il monitoraggio della qualità riguardante il servizio universale, “con particolare attenzione alla verifica della capillarità e continuità”.



20 Lug 2018
Lug 20 2018
10:29

Dall'estero

Dopo il summit, il foglietto. Del summit

Da Singapore blocco che ricorda l’incontro, avvenuto sul suo territorio il 12 giugno, tra Kim Jong Un e Donald Trump

Per qualche ora, il piccolo Singapore è stato al centro dell’attenzione planetaria. È accaduto il 12 giugno scorso ed ora sottolinea l’evento con un foglietto, disponibile da stamattina contro 10,00 dollari locali. Il riferimento è all’incontro tra il leader supremo della Corea del Nord, Kim Jong Un, ed il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Sentosa, che in malese significa pace e tranquillità, è stato il luogo in cui si è svolta la storica riunione, viene precisato. Per la prima volta gli interlocutori hanno discusso sulle relazioni bilaterali e per costruire una duratura e solida pace nella penisola coreana. Arrivando a firmare una dichiarazione congiunta.

Se la carta valore enfatizza la stretta di mano fra i due ospiti (sullo sfondo vi è il panorama locale), il resto della confezione li riprende tra le bandiere nazionali. È una foto di Kevin Lim (poi adattata da Wong Wui Kong), al lavoro per il giornale “The Straits times”. Giornale che, non a caso, è stato il primo a diffondere la notizia dell’emissione.



20 Lug 2018
Lug 20 2018
00:18

Notizie da Vaccari

Alla ricerca tra i lotti

È quanto propone la società Vaccari riferendosi agli invenduti dell’ultima asta: il materiale resterà disponibile al prezzo base sino al 3 settembre


Dittatura di Garibaldi...

Sorpresa pre vacanziera dalla società Vaccari. Gli invenduti dell’asta svolta in sede il 23 giugno non torneranno immediatamente ai proprietari, ma resteranno a disposizione ancora fino al 3 settembre.

“Questo vuol dire -spiegano dagli uffici- che si avrà più tempo per esaminare il disponibile ed eventualmente prenotarlo, sempre all’importo base più le spese postali. Ovviamente, trattandosi di oggetti unici, li potrà acquistare chi li ordinerà per primo. Il discorso vale anche quando saremo chiusi per le ferie: le richieste saranno evase alla riapertura, tenendo presente l’ordine di arrivo”.

“Siamo sicuri che ognuno potrà trovare qualcosa di interesse, dagli Antichi Stati alla Repubblica, dalla posta aerea ai cosmogrammi, senza scordare le collezioni intere. Buona ricerca!”.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366