Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentoEmissioni Italia Annotutti
Parole Mesetutti
trovati 1715 oggetti
>
19 Feb 2018
Feb 19 2018
18:45

Emissioni Italia

C’è pure il Genoa

Seconda integrazione al programma in tre settimane: ora si aggiunge l’omaggio alla squadra ligure, che compie centoventicinque anni. Diventano sette i francobolli calcistici del 2018


Ancora calcio

Anticipato di un giorno, dal 6 al 5 marzo, il debutto del 95 centesimi dedicato alla presidenza italiana dell’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto.

Ma la vera notizia diffusa oggi è un’altra: la lista delle emissioni si appesantisce di un ulteriore esemplare, il secondo in tre settimane. Dopo il ricordo per il terremoto registrato in Belice nel 1968, l’omaggio al Genoa cricket and football club, fondato centoventicinque anni fa. Inserito nella serie “Lo sport”, il tributo arriverà, sempre alla tariffa standard, il 7 settembre. Il 13 aprile 2013 -nel centoventesimo- la società era stata ricordata da San Marino con il taglio da 1,00 euro, cui, il 24 giugno, si era aggiunto un annullo italiano. Ma ora la squadra ligure, che nel Campionato veleggia a metà classifica, è riuscita ad ottenere di più.

Il dentello si aggiunge a quelli per l’Inter, il vincitore del Campionato, Vittorio Pozzo, i tre inerenti a Federazione italiana giuoco calcio, Centro tecnico federale di Coverciano (Firenze), Associazione italiana calciatori, tutti previsti per il 2018. Che dire?



10 Feb 2018
Feb 10 2018
12:04

Emissioni Italia

Debuttano i cantanti

A Mia Martini e Domenico Modugno dedicati due francobolli, con annullo speciale a Sanremo (Imperia) nonché nelle località natali, Bagnara Calabra (Reggio Calabria) e Polignano a Mare (Bari)

Mia Martini (1947-1995)? Vista nel francobollo sembra quasi una donna dell’Ottocento, invece di un’interprete del secolo successivo, mentre il ritratto di Domenico Modugno (1928-1994) -per chi se lo ricorda quando era giovane- appare più realistico. A ogni modo, è ben difficile individuare quelle decorazioni che contornano i ritratti come il “particolare di un disco in vinile”. Ovvero: se si conoscono i nomi ed i visi si intuisce che le immagini stanno ricordando dei cantanti, altrimenti nulla.

Debutta male, oggi in qualche ufficio postale, la nuova serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, soprattutto per le modalità di comunicazione imposte dal ministero allo Sviluppo economico attraverso le “Linee guida - Emissione delle cartevalori postali”, rivelate a fine dicembre. Sconosciute le ragioni, certi i fatti: almeno sotto questo aspetto, costituiscono un danno al settore.

Tagli da 95 centesimi, i tributi sono autoadesivi ed in fogli da quarantacinque; la tiratura è di seicentomila unità per soggetto, questi ultimi dovuti, rispettivamente, ad Isabella Castellana e Tiziana Trinca. I bollettini illustrativi risultano firmati dalla sorella, Loredana Bertè, e dalla moglie, Franca Gandolfi, degli artisti.

Per gli annulli del primo giorno, come ipotizzato: entrambi saranno impiegati a Sanremo (Imperia), dove si sta consumando l’epilogo del “Festival della canzone italiana”; inoltre, le località natali, Bagnara Calabra (Reggio Calabria) e Polignano a Mare (Bari), avranno quello di spettanza. Ma se la notizia è stata diffusa stamattina, come potranno gli interessati andare sul luogo e spedire davvero quanto desiderato?

Per l’emissione, Poste italiane ha deciso di approntare due folder, dalla forma particolare che riproduce il vecchio 45 giri; i primi di una lunga serie dedicata alla musica. Tuttavia -lo prevedono le stesse decisioni del Mise- potranno essere lavorati da oggi. Ergo, debutteranno a “Milanofil”, in calendario dal 23 al 24 marzo.



09 Feb 2018
Feb 09 2018
21:13

Emissioni Italia

Domani Mia Martini e Domenico Modugno

Giunti questa sera i primi dati (senza immagini e dettagli fondamentali) per l’emissione “Le eccellenze italiane dello spettacolo”


L’annullo del “Festival”

Solo questa sera sono state diramate le prime informazioni -sostanzialmente inutili- relative all’emissione di domani, riguardante la nuova serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, questa volta dedicata ai cantanti Mia Martini e Domenico Modugno.

Si tratta di due autoadesivi da 95 centesimi, tirati in seicentomila esemplari per tipo; il foglio ne contiene quarantacinque. Vi hanno lavorato, rispettivamente, Isabella Castellana e Tiziana Trinca. Le vignette ne raffigurano i ritratti, “delimitati dal particolare di un disco in vinile”.

“Mistero” -altro incomprensibile disservizio- sui luoghi in cui le cartevalori saranno tenute a battesimo, anche se è facile immaginare Sanremo (Imperia), che proprio sabato concluderà il “Festival della canzone italiana” (dalle ore 10 alle 14, presso il “Cinesfera” di piazza Colombo, funzionerà un servizio distaccato di Poste italiane con il solito annullo della manifestazione). Potrebbero aggiungersi i luoghi natali, Bagnara Calabra (Reggio Calabria) e Polignano a Mare (Bari).



27 Gen 2018
Gen 27 2018
12:57

Emissioni Italia

Da quando si “celebrano” i terremoti?

Eppure, nella lista firmata dal ministero allo Sviluppo economico diffusa ieri, si legge così a proposito della carta valore per il Belice

Già ieri -a fatica, anche perché aggiunta senza alcuna evidenza specifica- si era fatta notare come nuova emissione all’interno del programma italiano previsto per il 2018.

Ma c’è di più, e l’ha sottolineato il direttore di “Qui filatelia”, Bruno Crevato-Selvaggi. Da quando si “celebrano” i terremoti? Magari si commemorano, sottintendendo le vittime. Non certo si fa una festa al sisma! Eppure, la dizione ufficiale adottata dal ministero allo Sviluppo economico suona: “francobollo celebrativo del terremoto della valle del Belice” nel cinquantesimo anniversario. Cinquantesimo anniversario, peraltro, già alle spalle, come testimoniano i tre annulli speciali utilizzati il 15 gennaio scorso.

La data di uscita della carta valore non è stata definita ancora; si sa solo che si tratta di un 95 centesimi.



26 Gen 2018
Gen 26 2018
14:17

Emissioni Italia

Già il programma si allunga di un titolo

Riguarda il terremoto del Belice nel cinquantesimo anniversario, scoccato dieci giorni fa. Il via formale con i tributi per Mia Martini e Domenico Modugno, il 10 febbraio a Sanremo


Dal 10 febbraio

Il terremoto del Belice avvenne tra il 14 ed il 15 gennaio 1968 e nel cinquantesimo anniversario l’hanno ricordato tre annulli. Ma ci si era… dimenticati del francobollo, che è stato aggiunto al programma 2018 come prima integrazione. Quando uscirà? Per ora la relativa casella della data mostra il testo “da definire”, come diverse altre. Peccato non sia stato disponibile al momento delle commemorazioni, come non lo sarà domani, nel “Giorno della Memoria”, il richiamo per la presidenza italiana dell’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto (il debutto è fissato al 6 marzo).

Ad ogni modo, l’annata verrà aperta formalmente alla conclusione del “Festival della canzone italiana” di Sanremo, il 10 febbraio, con i francobolli per Mia Martini e Domenico Modugno. E si prolungherà perlomeno fino al 21 dicembre, quando -nel giorno preciso- sarà rammentato il calciatore, allenatore e giornalista Vittorio Pozzo nel cinquantenario della morte. Salvato, almeno per il momento, agosto: solo il 30 del mese arriverà la serie dedicata al cinema.



22 Gen 2018
Gen 22 2018
15:27

Emissioni Italia

La scena completa

Il foglietto per la promulgazione della Costituzione presenta, attorno al tavolo, tre persone. In realtà, le foto di quel 27 dicembre 1947 registrano altri testimoni…


Il francobollo

La scena ripresa nel foglietto del 27 dicembre per la promulgazione della Costituzione raffigura -questa è la descrizione definita al ministero dello Sviluppo economico e diffusa da Poste- il “capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola, affiancato, a sinistra, dal presidente del Consiglio Alcide De Gasperi e, a destra, dal presidente dell’Assemblea costituente Umberto Terracini”.

In realtà, a quell’atto del 27 dicembre 1947, vissuto a Roma presso palazzo Giustiniani e durato otto minuti tra le 17.05 e le 17.13, presenziarono altre persone. Secondo quanto scritto dal giornalista Vittorio Gorresio il 4 gennaio 1948 su “L’europeo”, furono un centinaio, ma nella saletta “erano stati ammessi soltanto i ministri, un gruppo di giornalisti e alcuni fotografi”. Almeno sette i testimoni attorno al tavolo ed inquadrati negli scatti. Alcuni sono stati “eliminati” dalla carta valore, accorciando inoltre la scrivania, solo per rendere la lettura più agevole.

Oltre al commesso ritratto sullo sfondo, da sinistra compaiono il ministro ai Lavori pubblici Umberto Tupini (secondo il cronista, non avrebbe dovuto essere così vicino allo scrittoio, ma restare con gli altri rappresentanti governativi fuori campo), Alcide De Gasperi, il funzionario di fiducia di De Nicola Francesco Cosentino (in seguito sarebbe diventato segretario generale della Camera), lo stesso capo provvisorio dello Stato, il ministro di Grazia e giustizia Giuseppe Grassi (tra i firmatari dell’atto in qualità di guardasigilli) e Terracini.



18 Gen 2018
Gen 18 2018
13:41

Emissioni Italia

Sicilia/1 Preparativi per Salvatore Quasimodo

L’obiettivo: ricordare -il 14 giugno- il premio Nobel nel cinquantesimo anniversario trascorso dalla morte. Sarà questa la data di emissione per il francobollo?

Attendendo le date delle emissioni ed i singoli valori nominali, c’è chi già si organizza. Ad esempio, per ricordare Salvatore Quasimodo a mezzo secolo dalla morte, destinatario appunto di una carta valore. L’anniversario cadrà il 14 giugno, probabile giorno di uscita del dentello.

“Durante la riunione della Sezione internazionale del Club amici di Salvatore Quasimodo, tenutasi a Balatonfured in Ungheria, è stato istituito il Comitato unico internazionale per le celebrazioni”, spiegano da questo, che ha sede presso il Parco letterario esistente a Roccalumera (Messina) ed intitolato al premio Nobel.

Vede come presidente onorario Alessandro Quasimodo. Esso coordinerà tutti gli eventi che saranno programmati a livello planetario e, al contempo, ne firmerà alcuni che si terranno nell’area sicula. Per dire, vi saranno rassegne pittoriche e documentarie, concerti, tavole rotonde e recital di poesia. Inoltre, si aggiungerà la coniazione di una medaglia e naturalmente bisognerà lavorare per accogliere il francobollo.

Si aggiungeranno le iniziative del Circolo filatelico peloritano: l’idea è predisporre una mostra e commissionare un ulteriore annullo rispetto a quello per le fdc (continua).



09 Gen 2018
Gen 09 2018
13:51

Emissioni Italia

E Giuseppe Ungaretti?

“Il 4 novembre del 2018 -scrive Pierangelo Filigheddu, autore della proposta- potrebbe essere l’occasione per riparare a un torto rendendo giustizia a chi quella guerra l’ha saputa raccontare”


Il bozzetto proposto

Anche il “Corriere della sera” di oggi ha pubblicato la proposta: un francobollo per il poeta e scrittore Giuseppe Ungaretti (1888-1970), finora sconosciuto tra le emissioni italiane. A sottoscrivere l’idea con tanto di possibile immagine risulta Pierangelo Filigheddu.

La bozza -precisa con “Vaccari news” il diretto interessato- “è stata disegnata per illustrare un libro dal titolo «Dieci poesie spiegate al popolo», edito nel 2017”. In tale circostanza, “dovendo riprodurre per ciascun autore un francobollo realmente esistente, ci si è resi conto che non esisteva alcuna emissione che ricordasse Giuseppe Ungaretti (così come non ne esiste alcuna su Cecco Angiolieri). Leggendo sul «Corriere» l’ipotesi di celebrare in modo degno il prossimo centenario della fine della Grande guerra, ho ritenuto opportuno segnalare questa curiosa mancanza, alla quale sarebbe opportuno porre rimedio”.

“Il 4 novembre del 2018 -è la nota pubblicata dal quotidiano- potrebbe essere l’occasione per riparare a un torto rendendo giustizia a chi quella guerra l’ha saputa raccontare, spogliandola d’ogni retorica militaresca e di regime. Un Paese che nel 2017 ha onorato di un francobollo Luigi Tenco e il baccalà alla vicentina, il formaggio Auricchio e il cappello Borsalino, il bimillenario della morte di Tito Livio e il 70° anniversario della Lambretta, il grande Totò e i 90 anni di Topolino, non può continuare a ignorare Giuseppe Ungaretti”.



28 Dic 2017
Dic 28 2017
16:26

Emissioni Italia

Finalmente il quadro d’insieme

Il programma 2018 tra novità e ripetizioni. Saranno citati tre presidenti della Repubblica, il dirigibile “Italia”, la Prima guerra mondiale, il monumento “Lampedusa porta d’Europa”. Tornano i film

Trentasette titoli per cinquantaquattro francobolli circa. È il programma 2018 dell’Italia secondo lo stato attuale. Tra qualche idea nuova e diverse ripetizioni.

In particolare, si fanno notare gli accorpamenti: francobolli singoli svincolati uno dall’altro o forse che compongono una serie? O magari si tratta di una carta valore sola che cita più elementi? In questo momento non si sa. Così, verranno ricordati tre presidenti della Repubblica (Giovanni Gronchi, Giuseppe Saragat ed Oscar Luigi Scalfaro), due strutture di assistenza ai malati (Associazione italiana sclerosi multipla e Assistenza nazionale tumori), quattro donne (la matematica e filosofa Maria Gaetana Agnesi, la prima laureata al mondo Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, la botanica e naturalista Eva Mameli Calvino, la poetessa e scrittrice Ada Negri), tre film (“C’era una volta il West”, “Il giorno della civetta”, “I soliti ignoti”), tre realtà del pallone (Federazione italiana giuoco calcio, Centro tecnico federale di Coverciano a Firenze, Associazione italiana calciatori). Oltre ai già noti tributi: due vittime mafiose (Peppino Impastato e Giuseppe Puglisi), due strutture dell’Arma dei carabinieri (Reggimento corazzieri e Gruppo di intervento speciale), due cantautori (Mia Martini e Domenico Modugno).

Tra i visti in precedenza, anche per la controproducente scelta di abbandonare gli anniversari “tondi”, accanto alla stessa Figc (figura nei 25 e 90 lire del 19 maggio 1973), ecco il dirigibile “Italia” al polo Nord (aerogramma da 200 del 4 marzo 1978), il compositore Gioacchino Rossini (25, 30, 50 e 100 centesimi del 23 novembre 1942 e 50 lire del 25 ottobre 1968), il poeta Salvatore Quasimodo (1.500 lire o 0,77 euro del 20 agosto 2001), la Federazione italiana canottaggio (65 eurocent del 31 marzo 2008). Quest’ultima struttura, insieme alla “Barcolana”, è la sola voce sportiva non calcistica tra le sei elencate.

Unici richiami a respiro leggermente più ampio sono per la Prima guerra mondiale nel centenario della sua fine, la presidenza italiana dell’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto, il monumento “Lampedusa porta d’Europa”.

Confermate le tradizionali tappe PostEurop (sarà dedicata ai ponti), squadra vincitrice dello scudetto, Natale. Per “Il turismo” verranno segnalate Grado (Gorizia), Pineto (Teramo), Soverato (Catanzaro), Grammichele (Catania).

Infine, un dubbio: quali potrebbero essere gli argomenti capaci di rivolgersi ad un pubblico generico per attirarne l’attenzione?



27 Dic 2017
Dic 27 2017
18:01

Emissioni Italia

Settant’anni fa la promulgazione

Ricordato oggi pomeriggio a palazzo Giustiniani quanto accadde il 27 dicembre 1947. La sede resterà aperta al pubblico domani e dopodomani con una mostra


Il francobollo del 1978 con le firme

Roma - È stato presentato ufficialmente oggi pomeriggio nel corso di una cerimonia a palazzo Giustiniani il foglietto da 95 centesimi con cui viene ricordato il settantesimo anniversario trascorso dalla promulgazione della Costituzione. Hanno partecipato, fra l’altro, i presidenti del Senato Pietro Grasso e di Poste italiane Maria Bianca Farina.

L’applicazione dell’annullo fdc sul blocco si inserisce in un contesto più ampio: le sale dello stesso immobile che all’epoca videro la cerimonia saranno aperte al pubblico ancora domani e dopodomani (ingresso libero, possibile tra le ore 10 e le 18 da via della Dogana Vecchia 29). Qui i visitatori troveranno il testo originale, quello che il 27 dicembre 1947 fu sottoscritto dal capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola, dal presidente dell’Assemblea costituente Umberto Terracini, dal presidente del Consiglio dei ministri Alcide De Gasperi e dal guardasigilli Giuseppe Grassi. Il reperto con gli autografi è riprodotto nel francobollo da 170 lire del 2 giugno 1978 emesso per il trentesimo anniversario della stessa Costituzione, mentre nella carta valore odierna viene rievocata anche la scena della firma.

Nel percorso espositivo si aggiungono documenti d’antan, video e pubblicazioni, monete.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366