Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
ASTA PUBBLICA 23 giugno

VISIONE DEI LOTTI
a VERONAFIL

venerdì 25 e sabato 26 maggio
presso il nostro stand
Vi aspettiamo!



Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentoSmom Annotutti
Parole Mesetutti
trovati 235 oggetti
>
23 Giu 2017
Giu 23 2017
12:53

Smom

Per il patrono, coinvolto Annibale Carracci

Il 26 giugno anche il tributo per san Giovanni Battista. L’emissione riprende l’opera del pittore “Battesimo di Cristo”, collocata a Bologna

È il quadro di Annibale Carracci (1560-1609) “Battesimo di Cristo” lo spunto artistico scelto dalle Poste melitensi per ricordare, come ogni anno, il protettore dell’Ordine, Giovanni Battista. La tela individuata si trova a Bologna, nella chiesa intitolata ai santi Gregorio e Siro; risale al 1585.

Quanto alle cartevalori, propongono uno schema già rodato. Due francobolli allestiti con fogli da nove e tirati in seimila pezzi per tipo si soffermano sugli angeli (nominale da 2,55 euro) e Giovanni Battista (2,85). La scena intera è nel foglietto da tremilacinquecento copie, dal quale si possono estrarre altri due dentelli, con Dio benedicente (2,55) ed ancora con il santo (5,40).

L’emissione fa parte del gruppo di titoli atteso per il 26 giugno.



22 Giu 2017
Giu 22 2017
15:57

Smom

È bis per la Madonna della Quercia

La basilica venne rappresentata nel francobollo italiano del 25 novembre scorso. Ora le Poste melitensi ricordano i sei secoli dell’immagine sacra


Da sei secoli

Per una mera combinazione, ecco contenente e contenuto. Il 25 novembre scorso l’Italia ha emesso un francobollo da 95 centesimi per la basilica santuario di santa Maria della Quercia, a Viterbo. Il 26 di questo mese, invece, lo Smom firmerà un valore da 1,95 euro (taglio che non trova riscontri pratici nel tariffario) per l’icona dedicata alla Madonna della Quercia, conservata nello stesso tempio. L’opera, raffigurante la madre di Gesù tra i santi Domenico e Lorenzo, venne lavorata sei secoli fa; da qui la scelta commemorativa.

Nel 1417 -confermano dalla Provincia- un artigiano fece dipingere, su una tegola, la Vergine con il Bambino; artefice, il pittore mastro Martello, detto Monetto. L’immagine fu messa su una quercia per proteggere quel terreno dalle intemperie e da possibili furti, rimanendo esposta alla venerazione dei contadini. Quando nel 1467 una violenta pestilenza colpì l’Alto Lazio, il popolo si strinse intorno alla piccola rappresentazione per ottenere la salvezza.

Il tributo è stato tirato in seimila esemplari, organizzati in fogli da nove.



21 Giu 2017
Giu 21 2017
13:29

Smom

Un accordo da 5,10 euro

È quello, citato nel foglietto pronto all’uscita, tra il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta ed il Corpo delle capitanerie di porto - guardia costiera

Venne sottoscritto nel maggio del 2007 ed ora un foglietto dello Smom da un improbabile costo di 5,10 euro ne ricorda i dieci anni. È l’accordo che coordina il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, il Cisom (ricordato ad esempio nel quarantesimo anniversario il 21 giugno 2010), ed il Corpo delle capitanerie di porto - guardia costiera (anch’esso già citato, in questo caso da un dentello del Bel Paese emesso nel secolo e mezzo della struttura e datato 20 luglio 2015).

Il foglietto, fuori programma e forse per questo affrettato e di non facile comprensione, propone un’azione di soccorso in mare che associa antichi vascelli ad un attuale elicottero. Porta la firma di Gabriele Tosi.

La tiratura conta su tremilacinquecento blocchi; arriverà nell’infornata del 26 giugno.



20 Giu 2017
Giu 20 2017
23:52

Smom

Il nuovo corso con il luogotenente di gran maestro

Il francobollo, da 95 centesimi, per fra Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto arriverà il 26 giugno, insieme ad altri quattro titoli


L’omaggio al luogotenente di gran maestro

Cinque le emissioni che lo Smom ha messo in cantiere per il 26 giugno. Una riguarda l’elezione, avvenuta il 29 aprile, del luogotenente di gran maestro; la scelta è caduta su fra Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto. Il saluto è rappresentato da uno 0,95 euro che banalmente riprende lo stemma ed il nome dell’interessato. Nome peraltro già citato in una carta valore quando lo stesso personaggio -era il 2008, alla morte di fra Andrew Bertie- venne individuato quale luogotenente interinale, gestendo così la struttura fino alla nomina del successivo interlocutore. Il dentello è stato stampato in seimila esemplari, predisposti in fogli da nove unità.

Le altre produzioni riguardano il non previsto decennale dell’accordo tra il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta ed il Corpo delle capitanerie di porto - guardia costiera (si tratta di un foglietto da ben 5,10 euro), il tributo all’immagine della Madonna della Quercia di Viterbo (singolo da 1,95), il tradizionale omaggio al patrono, cioè a san Giovanni Battista (due tagli da 2,55 e 2,85, cui si aggiunge l’immancabile blocco contenente un’altra coppia da 2,55 e 5,40), il centenario delle apparizioni mariane a Fatima (cartolina da 0,95).



08 Mag 2017
Mag 08 2017
00:48

Smom

Viaggio nel VI secolo

È l’invito firmato dalle Poste melitensi per la nuova tappa della serie “La scultura nell’arte”. Cinque i francobolli attesi oggi


Reperti

Cinque reperti del VI secolo dopo Cristo, uno per francobollo, conservati in tre città. È la scelta effettuata dalle Poste melitensi per il nuovo approfondimento riguardante il percorso “La scultura e l’arte”.

Propongono il particolare di un dittico con il console Areobindus (figura nello 0,15 euro, un taglio integrativo), la valva con figura di imperatrice (0,95, equivalente ad un primo porto per l’Italia), il dettaglio della placca centrale relativa al dittico Barberini (1,00, primo scaglione per l’Europa ed il Mediterraneo), il capitello con racemi di foglie, figure di animali e croce dorata (2,55, secondo per l’Italia), la figura di san Giovanni Battista presente nella formella della cattedra vescovile appartenuta a Massimiano (2,85, terzo). Andando in ordine, i reperti si trovano al Musée national du Moyen Âge (Cluny) di Parigi, al Museo nazionale del bargello di Firenze, al Louvre ancora nella capitale francese, alla Basilica di san Vitale ed al Museo arcivescovile di Ravenna

Ogni esemplare è raccolto in fogli da nove e tirato per seimila volte. Oggi il debutto.



06 Mag 2017
Mag 06 2017
11:29

Smom

Lions/2 Coppia per la Posta melitense

Due i francobolli pronti ad uscire l’8 maggio; propongono il fondatore del sodalizio ed il logo associato al numero “100”

Due francobolli, entrambi da 95 centesimi, riuniti in coppia per il Lions club. Perché anche lo Smom -come l’Austria (news precedente) ed altri Paesi- ha voluto ricordare il secolo dell’associazione oramai presente in tutto il globo. Il tributo è inserito nel gruppo di emissioni fissato all’8 maggio.

I soggetti sono quelli soliti: da una parte il fondatore, Melvin Jones, vissuto tra il 1879 ed il 1961, e dall’altra il logo del sodalizio sovrapposto al numero “100”.

I dentelli sono organizzati in fogli da otto serie complete, mentre la tiratura conta su seimila pezzi per soggetto.



04 Mag 2017
Mag 04 2017
11:55

Smom

Le Poste melitensi chiariscono

Il francobollo del 13 marzo per il luogotenente è andato fuori corso; il nuovo interlocutore avrà un omaggio: arriverà tra giugno e settembre


Il direttore delle Poste melitensi, Marcello Baldini

Dal direttore delle Poste melitensi, Marcello Baldini, i necessari chiarimenti sulle conseguenze dell’aver eletto -il 29 aprile- non il gran maestro ma il suo luogotenente, fra Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto.

Innanzitutto, è stato confermato l’accantonamento del francobollo da 95 centesimi emesso il 13 marzo scorso con il nome di fra Ludwig Hoffmann von Rumerstein. Individuato il rappresentante dello Smom (e questo indipendentemente dalla carica effettiva), il taglio ha perso, come previsto, la propria validità per l’affrancatura.

Al tempo stesso, è stato annunciato un omaggio dentellato per il nuovo interlocutore, appunto il luogotenente. Di fatto -è il parere della redazione di “Vaccari news”- un bis rispetto a quanto uscito il 5 marzo 2008. Ancora da comunicare la data di emissione (prevista tra giugno e settembre) e i dettagli. Comunque, non avrà scadenza.



03 Mag 2017
Mag 03 2017
17:12

Smom

Tre le emissioni in arrivo

Ancora Giotto, il Lions e “La scultura nell’arte”: arriveranno l’8 maggio. Nessun riferimento alla situazione interna all’Ordine


L’annullo per le fdc

Gli interessati alle emissioni dello Smom si devono preparare perché la nuova infornata -annunciata oggi- arriverà l’8 maggio. Senza nessun riferimento alla delicata situazione in corso e, in particolare, alla scelta di eleggere un luogotenente e non il gran maestro.

Le Poste melitensi, infatti, proseguono nel loro corso mettendo in vendita tre serie da tempo previste e di cui ora sono noti in dettagli. Vi compaiono l’ennesima parte, la quarta, degli affreschi di Giotto alla cappella degli Scrovegni di Padova (si tratta di sei esemplari da 2,30 euro in foglietto), il Lions club (due da 0,95 in coppia), “La scultura nell’arte” (nominali da 0,15, 0,95, 1,00, 2,55 e 2,85).

Il primo titolo, in particolare, propone alcune delle raffigurazioni più celebri conservate nel complesso monumentale patavino. Riguardano la storia di Gesù, nell’ordine: la nascita, l’adorazione dei magi, la presentazione al tempio, la fuga in Egitto, la “Strage degli innocenti”, Cristo tra i dottori. La tiratura conta su seimila serie.



29 Apr 2017
Apr 29 2017
16:53

Smom

Eletto il luogotenente

La misura provvisoria in attesa di riformare la Costituzione interna. È fra Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, già protagonista alla morte del gran maestro Andrew Bertie nel 2008. Dovrà indire le elezioni entro un anno


Il francobollo del 2008

Niente gran maestro, ma -lo prevede la Costituzione melitense- un luogotenente dello stesso che dirigerà il Sovrano militare ordine ospedaliero di san Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta per un anno. È la decisione raggiunta oggi a villa Magistrale, dove si è riunito il Consiglio compito di stato.

Il prescelto si chiama fra Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto. Già nel 2008, alla morte del 78° gran maestro fra Andrew Bertie, fu luogotenente interinale (lo ricorda il francobollo da 2,20 euro del 5 marzo di quell’anno). Si chiude, per ora, il capitolo inerente Matthew Festing, il gran maestro uscente che ha dovuto accogliere le dimissioni “suggerite” da papa Francesco (anche se -pare- avrebbe voluto farsi rieleggere).

Nato a Roma nel 1944, il neo responsabile è laureato in Lettere e filosofia all’Università cittadina, con specializzazione in Archeologia cristiana e Storia dell’arte. Ha ricoperto ruoli accademici nella Pontificia università urbaniana; inoltre, ha pubblicato saggi ed articoli sulla storia dell’arte medievale. Entrato a far parte dello Smom nel 1985, ha pronunciato i voti solenni nel 1993. Dal 1994 al 1999 è stato gran priore di Lombardia e Venezia e dal 1999 al 2004 membro del Sovrano consiglio. Il Capitolo generale del 2004 l’ha eletto gran commendatore; dal 2008 ricopre la carica di gran priore di Roma.

Il luogotenente ha gli stessi poteri del gran maestro, ma deve riconvocare il Consiglio compito di stato prima della fine del suo mandato. Uno degli incarichi specifici più importanti -viene precisato- sarà lavorare al processo di riforma della Costituzione (è stata promulgata nel 1961, poi aggiornata nel 1997) e del Codice. Questo perché “la recente crisi ha messo alla luce alcune debolezze nei sistemi di controllo e nell’equilibrio della governance”. L’incaricato ha espresso la volontà di lavorare insieme al Sovrano consiglio “per promuovere le attività diplomatiche, sociali e umanitarie e per fortificare la vita spirituale e l’impegno” dei 13.500 membri e degli oltre 100mila volontari e dipendenti.

Presterà giuramento domani mattina nella chiesa di santa Maria in Aventino, davanti al delegato speciale del papa, l’arcivescovo Angelo Becciu, ed ai membri dello stesso organo che l’ha scelto.



13 Mar 2017
Mar 13 2017
01:21

Smom

Pietro e Paolo raccontati nel Bresciano

Si trovano a Castrezzato, presso la chiesa parrocchiale, i dipinti di Carlo Innocenzo Carloni scelti dalle Poste melitensi per ricordare i due martiri

Per rammentare i santi Pietro e Paolo a 1950 anni dal loro martirio (ricorrenza per la quale pure il Vaticano si muoverà postalmente), lo Smom ha puntato l’attenzione su due dipinti, trasformati in altrettanti foglietti, ciascuno da 4,35 euro (il bizzarro importo può essere utile con un invio per l’Italia di posta4, cioè ordinario, compreso tra i duecentocinquanta ed i trecentocinquanta grammi). Le produzioni arriveranno nell’infornata odierna.

Le opere sono dovute a Carlo Innocenzo Carloni (1687-1775); il dettaglio con l’uccisione compare nella singola carta valore, mentre l’intera scena figura nel blocco. I lavori originali si trovano nella chiesa parrocchiale esistente a Castrezzato (Brescia) e dedicata ai personaggi.

La tiratura ammonta a tremilacinquecento esemplari per soggetto.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366