Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
ASTA PUBBLICA 6 aprile

VISIONE DEI LOTTI
a MILANOFIL

venerdì 22 e sabato 23 marzo
presso il nostro stand
Vi aspettiamo!








Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentoNotizie da Vaccari Annotutti
Parole Mesetutti
trovati 570 oggetti
>
25 Giu 2018
Giu 25 2018
19:45

Notizie da Vaccari

Ceduta la metà dei lotti

Gli invenduti dell’asta effettuata il 23 giugno resteranno disponibili per gli interessati fino al 23 luglio, al prezzo base più le spese postali

A conti fatti, nell’asta organizzata dalla società Vaccari il 23 giugno già ha cambiato proprietario un lotto su due dei 1.213 proposti, con un incremento medio rispetto al prezzo base di circa il trenta per cento.

La vendita è stata battuta in sala con la presenza di numerose persone, i collegamenti via telefono e questa volta anche con le offerte giunte direttamente “live”, cioè tramite internet. Quelle pervenute entro il venerdì sono state gestite da Paolo Vaccari e -per la sezione dedicata alla posta aerea- da Silvia Vaccari.

Ma la vendita non è finita. “Il materiale rimasto -ricordano dalla sede- sarà disponibile per gli interessati fino al 23 luglio, naturalmente al prezzo base più le spese di invio. Va da sé che, essendo pezzi unici, li otterranno coloro che saranno più veloci nel prenotare ciò che desiderano. Il sito viene aggiornato in tempo reale, in modo che sempre sia possibile verificare l’effettiva disponibilità di quanto cercato, salvo richieste arrivate qualche minuto prima”.



23 Giu 2018
Giu 23 2018
20:21

Notizie da Vaccari

Finita l’asta, i primi esiti in anteprima

Non pochi clienti hanno seguito la vendita da remoto e questo ha permesso numerosi rialzi a distanza. La lista completa dei realizzi disponibile al più presto


Il banditore Fabrizio Romiti con la famiglia Vaccari

La versione “live” dell’asta svoltasi oggi ha funzionato regolarmente, e nuovi interlocutori hanno partecipato alla vendita senza spostarsi da casa. I presenti a Vignola (Modena), invece, hanno assistito ai frequenti rilanci rispetto al prezzo base: quelli giunti per corrispondenza, quelli espressi dalla sala, quelli registrati per telefono o, appunto, via internet. “Una innovazione importante”, spiegano dalla sede. “Rappresenta una precisa risposta ai nostri clienti più informatizzati, inoltre ci pone in linea con le ultime frontiere del settore”.

Esiti provvisori alla mano (la lista completa sarà disponibile probabilmente lunedì verso sera, mentre gli invenduti potranno essere acquistati alla base fino al 23 luglio), su 1.213 voci proposte al mercato, numerose hanno registrato rialzi rispetto alla partenza, magari dopo una “battaglia” fra diversi contendenti.

Tra i settori più gettonati, ovviamente, campeggia quello degli Antichi Stati (in particolare il Lombardo-Veneto e la fase risorgimentale); ci si può fare qualche idea con i lotti 48 (andato da 5.000 a 7.500 euro), 51 (da 120 a 650), 59 (da 1.000 a 1.900), 76 (da 400 a 750), 93 (da 1.000 a 1.900), 231 (da 1.200 a 2.000), 297 (da 160 a 320), 342 (da 8.000 a 13.000), 392 (da 600 a 2.900), 405 (da 150 a 750). Nel Regno si sono distinti soprattutto gli enti parastatali; comunque occorre annotare, sempre a livello esemplificativo, il 519 (cresciuto da 750 a 850), il 536 (da 200 a 460), il 621 (da 1.800 a 3.150), di Repubblica sociale il 695 (da 200 a 450), di Colonie gli articoli 747 (da 280 a 550), 761 (da 250 a 500), poi la Base atlantica 766 (da 240 a 700).

Capitolo a parte per la posta aerea, della quale vanno evidenziati i numeri 817 (da 200 a 470), 853 (da 1.800 a 2.100), 858 (uno dei più combattuti in assoluto, da 4.500 a 11.000), 865 (da 250 a 400), 888 (da 300 a 1.200), 889 (da 500 a 650), 953 (da 2.800 a 4.700). Sullo spazio, 970 (passato da 1.000 a 1.400), 971 (da 600 a 850), 973 (da 400 a 700), 976 (da 400 ad 800), 977 (da 800 a 1.200), 979 (da 200 a 360), 1.001 (da 400 a 650), 1.003 (da 430 ad 850), 1.004 (da 400 a 900), 1.008 (da 400 ad 850).

Ancora, per l’estero sono emersi i 1.033 (da 400 a 750), 1.055 (da 120 a 280), 1.065 (da 500 a 1.500) e 1.066 (da 6.500 a 9.000, è il “Penny black” di servizio). Quanto alle collezioni, l’1.111 (da 150 a 460), l’1.148 (da 1.500 a 3.300), il 1.211 (da 750 a 1.050).



19 Giu 2018
Giu 19 2018
00:42

Notizie da Vaccari

Ancora tre giorni per le offerte

L’asta Vaccari si svolgerà sabato 23 giugno e le prenotazioni verranno accettate fino alle ore 17 di venerdì 22. Tra i materiali, anche Repubblica, varietà, vie di mare: ecco alcuni esempi


Il “Cavallino” (lotto 708, partenza 1.500 euro)

Ultimi giorni per presentare le proprie offerte e per richiedere la partecipazione “live” all’asta che la società Vaccari ha fissato per il 23 giugno. Poi, bisognerà recarsi di persona presso la sede di Vignola (Modena), oppure partecipare alla sessione via internet. “Da domani -annotano dagli uffici- chi ha concordato un appuntamento potrà esaminare il materiale da noi, mentre per le offerte c’è tempo ancora fino alle ore 17 del 22 giugno”.

La vendita è organizzata in 1.213 articoli e nei giorni scorsi “Vaccari news” ne ha presentati alcuni tra i più significativi. Non gli unici. Di Repubblica, ad esempio, vanno notati -tutti con gomma integra- la serie “Democratica” (è il lotto 698, che viene proposto a 380 euro di partenza; lo avrà chi offrirà di più, ricordando che non vi sono commissioni sugli acquisti), il “Cavallino” (708, 1.500), i “Diciottenni” rosa ed azzurro (721, 250). Della stessa qualità, ecco di Africa Orientale la “Fratellanza d’armi italo-tedesca” non emessa (742, 3.500), mentre come usato si segnala, di Somalia, il 20 lire “Pittorica” dentellato 14 (759, 850).

Nel capitolo dedicato alle varietà si torna al Regno: figurano l’1,00 lira “Floreale” di qualità corrente con sovrastampa capovolta per le buste lettere postali (793, 400), il 10 centesimi azzurro di recapito autorizzato con dentellatura lineare mista 11x11x11x14 e gomma integra (795, 800) nonché l’1,25 lire “Emanuele Filiberto” dalla linguella poco visibile e perforazione 13¾ (796, 500).

Infine, tra le vie di mare ecco la missiva da Bagni di Lucca a Palermo del 17 agosto 1857, affrancata con il 6 crazie azzurro cupo su carta bianca (805, 750). Oppure, da Genova a Catania del 21 ottobre 1859, quella tricolore con il 10 centesimi bruno grigiastro, il 20 azzurro scuro ed il 40 vermiglio mattone sabaudi (806, 270).



15 Giu 2018
Giu 15 2018
00:30

Notizie da Vaccari

L’asta dei “numeri uno”

Accanto al materiale riguardante l’Italia, la vendita Vaccari del 23 giugno accoglie una selezione proveniente dall’estero. Non mancano francobolli che hanno aperto i rispettivi capitoli…


Il 1.066 (6.500 euro)…

Non solo l’Italia: tra i 1.213 articoli che la società Vaccari metterà in asta il 23 giugno non mancano proposte che vanno oltre i confini nazionali. “Tutte -precisano dagli uffici- potranno essere esaminate presso la nostra sede a Vignola (Modena), dal 20 al 22 su appuntamento (il 23 dalle ore 8.15), mentre le offerte e le richieste di registrazione per l’asta «live» saranno accettate sino alle 17 dello stesso 22. Ricordando che gli acquirenti non pagano commissioni rispetto al prezzo di aggiudicazione”.

Fra i reperti, non mancano i “numeri uno”. Tra cui quello per antonomasia, il “Penny black” nella versione di servizio, nuovo con gomma (è il lotto 1.066 e parte da una base di 6.500 euro). Si aggiungono, per dire, due altri “capostipiti”. Uno, usato, è di Sassonia; si tratta del 3 pfennig rosso mattone del 1850 (1.059, 1.600). L’altro, lo statunitense 5 centesimi bruno su carta azzurra raffigurante Benjamin Franklin, è ancora sul documento originale, una missiva da New York ad Albany del 27 marzo 1850 (1.101, 700).

Comunque, le proposte straniere sono varie, spesso di livello medio-alto. Vi è San Marino, presente -ma sono solo esempi- con un plico spedito a Imola per Mordano del 31 ottobre 1865, affrancato tramite il 20 centesimi su 15 di Vittorio Emanuele II (1.010, 750), o la posta aerea non emessa dedicata al ventennale dei Fasci locali con leggerissima traccia di linguella (1.012, 1.300).

Di Albania si fa notare un piccolo insieme di francobolli risalenti agli albori, fra cui, su due frammenti, l’1 piastra azzurro ed il 25 verde scuro (1.022, 900), mentre di Francia ecco un grande brano di giornale del 1880 caratterizzato dall’1 centesimo nero su azzurro di Prussia di rara qualità (1.042, 3.000).

Dal Liechtenstein provengono il singolo ed il foglietto per la “Prima esposizione filatelica” di Vaduz, del 1934 (1.084, 800); la Svezia viene citata attraverso il 10 öre+4,90 corone su 5,00 del 1916 riguardante il palazzo delle Poste a Stoccolma: si compone di un blocco da dieci angolo di foglio (1.093, 300). Tutti hanno gomma integra.



08 Giu 2018
Giu 08 2018
00:19

Notizie da Vaccari

L’asta sarà anche “live”

Novità per la vendita all’incanto del 23 giugno: si potrà intervenire da remoto, concordandolo prima ed avendo una connessione internet veloce. Tra i 1.213 lotti, si fa notare il Regno


Il 472

Per l’azienda Vaccari, e naturalmente per i suoi clienti, la prossima asta segnerà un’innovazione. Oltre ai consueti metodi, cioè le offerte per corrispondenza, internet, telefono o presenziando il 23 giugno di persona, sarà possibile partecipare “live”; basterà registrarsi ed ottenere l’approvazione da parte degli uffici per seguire in diretta le sessioni ed intervenire quando si reputerà opportuno. L’unico vincolo è disporre di un collegamento elettronico veloce. In ogni caso, l’azienda deve ricevere tutte le richieste (ricordando che non vengono applicate commissioni) entro le ore 17 di venerdì 22.

Da esaminare vi sono 1.213 lotti, non pochi dei quali dedicati al Regno d’Italia. Dove figurano diversi reperti significativi. Come il 10 centesimi bistro oliva con il profilo di Vittorio Emanuele II dalla gomma integra (è il lotto 472, che parte da 3.800 euro ed il catalogo Sassone lo stima a 30mila). Oppure, il 15 “De La Rue” celeste chiaro, caratterizzato da un ampio bordo di foglio con croce (487, 1.300). Andando più avanti, si evidenziano la serie completa della “Crociera italiana nell’America Latina” in blocchi da dodici (608, 600), poi il pubblicitario da 50 della Piperno (611, 850). Anche le tre proposte appena descritte mostrano la gomma perfetta.

Tra i documenti interi, va notata la raccomandata espresso spedita il 27 luglio 1929 da Bologna a Modena con, fra l’altro, l’1,75 lire “Parmeggiani” dalla dentellatura 13¾ (636, 2.500). Senza trascurare la cartolina vaglia per frazioni di lira da Modena a Firenze del 10 marzo 1893, poi inoltrata a Milano, con sette esemplari di quattro emissioni diverse (653, 750).

Allo stato di usato, ecco di Repubblica sociale il 50 lire tiratura di Verona (679, 1.200). Per concludere, un paio di frammenti particolarmente significativi: l’8 centesimi su 20 di Pechino annullato dal relativo ufficio postale italiano (735, 950) ed un 10 filler a cifre bianche di Ungheria sovrastampato per Fiume (778, 2.700).



01 Giu 2018
Giu 01 2018
00:55

Notizie da Vaccari

Vendita da prendere al… volo

Posta aerea e spazio tra i settori caratterizzanti l’asta che la società Vaccari ha fissato per il 23 giugno. Alcuni dei lotti più importanti


La varietà del lotto 978, offerto a 1.000 euro

Gli errori di stampa, che talvolta diventano una gustosa varietà, sono il sale della filatelia. Lo sa bene chi si occupa di spazio, dove tali “perle” non mancano. Come il 2,40 dollari degli Stati Uniti emesso nel 1989 però mancante del nero calcografico, così da visualizzare i “fantasmi lunari”. “È il lotto 978 della nostra asta fissata al 23 giugno”, precisano dalla società Vaccari. “Lo proporremo con un prezzo di partenza pari a 1.000 euro e se lo aggiudicherà, naturalmente, chi offrirà di più, ricordando che non vi sono commissioni per coloro che acquistano. Dal 20 giugno, concordando un appuntamento, si potrà esaminare tutto il materiale in vendita presso la nostra sede di Vignola (Modena), mentre il termine per le offerte scadrà alle ore 17 del giorno 22”.

I lotti di posta aerea e spazio sono stati descritti nel catalogo da Silvia Vaccari, che durante la giornata terrà le offerte per corrispondenza. Fra essi si distingue la raccolta documentaristica “Umberto Nobile” con ad esempio cartoline, buste, lettere, giornali e foto recanti varie firme e alcune didascalie dello stesso generale, della moglie o della figlia (829, 2.600 euro).

Significativa è la parte delle trasvolate d’epoca. Come non citare i fogli interi con gomma integra della “Crociera nord atlantica del decennale” (846, 5.000)? Della stessa impresa, ecco la raccomandata espresso -una delle probabilmente tre- spedita da Tripoli a Shediac (858, 4.500). Fra i reperti esteri, sono documentate la “Trasvolata del Nord Atlantico”, risalente al 1930, attraverso un plico viaggiato fra Terranova ed il Regno Unito impiegando il monoplano “Miss Columbia” (893, 5.000), e la prima spedizione antartica con volo al polo Sud effettuata dagli Stati Uniti tra il 1929 ed il 1930 (897, 1.300). Non mancano gli Zeppelin; ecco quelli che si evidenziano di più: del 1930 con affrancatura, una delle due note, di Vaticano, Italia e Germania (920, 4.000), del 1932 da San Marino (909, 2.200), del 1933 partito dallo stesso Vaticano e unico conosciuto (930, 2.500).



29 Mag 2018
Mag 29 2018
01:25

Notizie da Vaccari

Come le ciliegie, un volume tira l’altro

Dal 2 al 3 giugno, nel centro di Vignola (Modena), si svolgerà l’edizione locale di “Libriamodena”. Il primo giorno sarà presente anche la società Vaccari


A Vignola (Modena)

“Libriamodena” tornerà in occasione di “Vignola, è tempo di ciliegie”. Le aziende che fanno capo all’Associazione editori modenesi, infatti, danno appuntamento per il 2 ed il 3 giugno dalle ore 9 alle 20 sotto al loggiato della Rocca, quindi in piazza dei Contrari.

“Il primo giorno, sabato, ci saremo anche noi”, confermano dalla società Vaccari. “Rispettando il taglio della manifestazione, proporremo, a prezzi promozionali, una selezione di nostri libri, sia di cultura e tradizioni locali, sia riguardanti la filatelia, le cartoline, la corrispondenza. Fra essi, non mancherà l’ultimo arrivato, ha appena una settimana: è «Le carte sparse - Corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo - Approfondimenti di storia postale siciliana 1859-1861», scritto da Alberto Barcella e Pietro Amorelli (112 pagine con immagini a colori, 25,00 euro)”.

Con il patrocinio del Comune ed il contributo della Fondazione di Vignola, “sarà anche un’opportunità per riscoprire il territorio e le peculiarità che presenta, per visitare la bellissima Rocca, il palazzo Barozzi con la famosa scala a chiocciola, il giardino Galvani e per gustare appunto le ciliegie”.



25 Mag 2018
Mag 25 2018
00:41

Notizie da Vaccari

Antichi Stati e Risorgimento in asta

Numerosi i lotti che il 23 giugno saranno proposti sul mercato. La lente su alcuni di essi. Oggi e domani la possibilità di esaminarli a “Veronafil”


Il lotto 361…

“Oggi si apre «Veronafil» ed avremo il materiale scelto per l’asta del 23 giugno con noi, ad esclusione di alcuni degli articoli più ingombranti”, ricordano dalla società Vaccari, che resterà in Fiera anche domani. “Tutto, comunque, potrà essere esaminato presso la nostra sede di Vignola (Modena), dal 20 giugno su appuntamento. Nel frattempo, i lotti sono consultabili anche dal sito, dove le descrizioni, di cui parte integrante sono le immagini, sono state eseguite da Paolo Vaccari, ad eccezione della sezione dedicata alla posta aerea, curata da Silvia Vaccari. Quanto alle offerte, saranno accettate fino alle ore 17 del 22, ricordando che per chi acquista non vi sono commissioni (normalmente dal 20% al 22%) sul prezzo di realizzo”.

Complessivamente, le voci risultano 1.213 ed una buona parte di queste è dedicata al “cavallo di battaglia” dell’azienda, vale a dire Antichi Stati e Risorgimento.

“È difficile sintetizzare in poche parole quanto sarà in vendita; non mancano i pezzi importanti, ma anche quelli in grado di accontentare un po’ tutte le tasche”.

Tra i primi, ecco il 15 centesimi del III tipo rosso su carta vergata di Lombardo-Veneto usato (lotto 48, 5.000 euro), il 40 azzurro scuro di Modena nuovo con punto dopo la cifra e, unico esemplare noto, l’errore di composizione “Cen. t40” (83, 5.000), il 5 verde della II emissione di Sardegna nuovo (258, 3.800), l’1 grano bruno ruggine di Sicilia senza gomma della I tavola, I stato, con ritocco che il Sassone indica come R7 (313, 6.000), il 60 crazie scarlatto scuro su carta grigia azzurrata di Toscana usato (361, 6.500).

Quanto al capitolo risorgimentale, ecco, sempre quali esempi, alcuni reperti che riguardano il Veneto e il Mantovano nel 1866, tra cui l’invio da Rovigo a Cagliari del 15 luglio: era il giorno della liberazione dagli austriaci e naturalmente porta ancora i francobolli di Lombardo-Veneto, un 3 soldi verde ed un 5 rosso (sarebbero stati validi fino al 19 del mese); insieme, formano il Tricolore. Proviene dalla ex collezione di Albino Bazzi (407, 4.500). Oppure la raccomandata da Dolo a Mestre del 2 settembre seguente: scritta e partita dalla Venezia asburgica, fu portata clandestinamente a Dolo (già italiana) ed arrivò a Mestre il giorno dopo, risparmiando la via di Svizzera; è affrancata con sette tagli da 20 centesimi su 15 (due al verso) secondo l’appena conclusa convenzione (430, 7.500).



18 Mag 2018
Mag 18 2018
00:33

Notizie da Vaccari

A Verona con Ippolito Nievo

Accanto al materiale dell’asta in visione ed a quello già in vendita, allo stand Vaccari ci sarà una selezione di libri. Fra cui l’ultimo edito, dedicato al personaggio risorgimentale ed alla Sicilia

A “Veronafil”, non solo per comprare. Ma anche per valutare quello che… si potrà comprare. Il richiamo è all’asta che la società Vaccari ha organizzato per il 23 giugno. Nei primi due giorni della manifestazione organizzata dall’Associazione filatelica numismatica scaligera, ossia il 25 ed il 26 maggio, potranno essere visionati praticamente tutti i 1.213 lotti disponibili (fanno eccezione quelli ingombranti, per i quali vi saranno solo i numeri 767, 1.103 e 1.115). Il riferimento è lo stand aziendale, come gli altri nel padiglione 9 della Fiera cittadina, in viale del Lavoro; la manifestazione, ad ingresso libero, sarà aperta venerdì dalle 10 alle 18, sabato dalle 9 alle 18, domenica dalle 9 alle 13.

“Naturalmente -spiegano dalla sede- avremo anche materiale in acquisto diretto, in particolare riguardante i «cavalli di battaglia», vale a dire Antichi Stati e Regno d’Italia: francobolli sciolti e su documenti”.

“Porteremo inoltre l’ultimo numero del semestrale «Vaccari magazine» ed una selezione di libri. Fra questi, ci sarà il nostro nuovo lavoro; s’intitola «Le carte sparse - Corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo - Approfondimenti di storia postale siciliana 1859-1861», scritto da Alberto Barcella e Pietro Amorelli (112 pagine con immagini a colori, 25,00 euro). Racconta, attraverso la storia postale e la corrispondenza del patriota e scrittore, il periodo che nell’isola precedette l’arrivo dei Mille -di cui il protagonista fu uno dei volontari- e l’annessione al costituendo Regno d’Italia”.

“Naturalmente, per qualsiasi esigenza specifica suggeriamo di segnalarla entro il 22 maggio scrivendo a info@vaccari.it; porteremo, senza impegno, quanto disponibile, ricordando che domenica non ci saremo”.



15 Mag 2018
Mag 15 2018
19:08

Notizie da Vaccari

Asta - Il quadro d’insieme

Ed alcune anticipazioni riguardanti i lotti di Colonie, posta militare, Occupazioni. L’appuntamento è a Vignola (Modena) per il 23 giugno. On-line il catalogo


Di Fiume occupata, il lotto 778 (partenza: 2.700 euro)

È on-line il catalogo dell’asta Vaccari comprendente 1.213 lotti di filatelia e storia postale, sia la versione sfogliabile tramite la piattaforma Issuu, sia quella del sito aziendale.

Quanto proposto sarà in visione venerdì 25 e sabato 26 maggio a “Veronafil” (sono esclusi i voluminosi, ad eccezione delle voci 767, 1.103 e 1.115); poi, da mercoledì 20 giugno, tutti i lotti potranno essere esaminati su appuntamento presso la sede di Vignola (Modena). Le offerte e le richieste di partecipazione, ricordando che non vengono applicate commissioni sull’importo dell’aggiudicazione, saranno accettate sino alle ore 17 di venerdì 22. Il battitore lavorerà il giorno seguente.

“Come si può vedere -spiegano dall’azienda- si punta ad Italia ed estero, dalle prefilateliche ai giorni nostri, ma sicuramente nutrite e molto interessanti sono le sezioni che rispecchiano le nostre specializzazioni. Vale a dire, soprattutto Antichi Stati, Risorgimento, Regno, Colonie”.

Queste ultime sono rappresentate, ad esempio, dai quattro non emessi d’Africa Orientale per la “Fratellanza d’armi italo-tedesca” con gomma integra (lotto 742, disponibile a 3.500 euro), dalla serie “Manzoni” di Somalia di sei valori con il 5 lire linguellato (755, 130), dai dodici pacchi postali del 1928, sempre di Somalia, di varia qualità (756, 1.200).

Ancora, di posta militare ecco una busta proveniente dalla Base atlantica con i sovrastampati dell’“Imperiale” da 10, 20 (una coppia) e 50 centesimi (766, 240) nonché una lettera non affrancata da Rieti a Marsiglia del 28 agosto 1850 con testo, riportante tre bollature: “25”, “Corps expédit.e d’Italie - Q.er général - 31 août 50” e di arrivo al verso (781, 200).

Un altro capitolo particolare riguarda le Occupazioni. Fra i reperti, il 3 corone rosa carminio su carta con fili di seta e sovrastampa tipografica nuovo dalla gomma integra di Venezia Giulia (774, 1.800) e il 10 filler carminio a cifre bianche su frammento di Fiume (778, 2.700). Senza trascurare l’insieme di tre cartelle comprendenti nuovi con e senza gomma, frammenti e plichi inerenti all’occupazione tedesca della Polonia durante la Seconda guerra mondiale e poi a Corpo e Governo polacco in esilio (767, 12.900).



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366