Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

30 Giu 2012 - ore 06:54
Giu 30 2012
06:54

Notizie dall'Italia

L’invito dei frati: scrivi a san Pio

Nel complesso di San Giovanni Rotondo (Foggia), diversi i richiami postali. E c’è tutto il necessaire per chi vuole dedicargli una lettera


L'annullo impiegato oggi

A San Giovanni Rotondo (Foggia) tornano i bollatori di Poste italiane. Oggi, dalle ore 11 alle 16.30, negli uffici che fanno capo al luogo di culto metteranno a disposizione degli interessati l’annullo che celebra il pellegrinaggio nazionale dell’Ordine equestre del santo sepolcro di Gerusalemme, proprio quello ricordato con un francobollo da 60 centesimi il 3 novembre scorso.

Ma il contesto postale che ruota attorno alle tre chiese (l’antica, quella costruita nel 1959 e l’ultima progettata da Renzo Piano) è ben più ampio. Certo, c’è l’enorme armadio che conserva la corrispondenza spedita a padre Pio tra il maggio del 1965 e l’aprile del 1966: si tratta di migliaia di buste, ma anche telegrammi e cedolini di vaglia, all’epoca conservati (ed ora valorizzati nel percorso) per avere una dimostrazione dei flussi in arrivo. E testimoniare, così, la popolarità del frate: “archivio di palpiti umani, raccolti come in un’unica ostia a Dio, son questi nudi scaffali di fogli sgualciti dal tempo e dal lungo viaggio verso una speranza”, commenta un’iscrizione collocata su una colonna accanto.

Basta però aggirarsi negli spazi aperti al pubblico per individuare ulteriori presenze. Alcune (fra cui un 30 lire nuovo del 6 marzo 1961 appartenente alla serie “Michelangiolesca” ed una letterina affrancata con il 25 lire emesso il 19 novembre 1955 per il biologo Battista Grassi) furono trovate tra gli oggetti di Francesco Forgione alla morte ed ora, al pari di caramelle, rosari ed altri effetti personali, certificate, raccolte in buste trasparenti e mostrate alla devozione dei fedeli.

Fin qui il passato, ma il rapporto tra il santo ed i credenti continua, persino sotto l’aspetto epistolare. E sono gli stessi, attuali, cappuccini a stimolarlo. In più punti si trovano mensole e scrivimpiedi muniti di penne, sopra i quali vi sono, a disposizione gratuita, fogli da compilare. Vere e proprie carte da lettera personalizzate: a stampa appaiono il suo viso e l’avvio tipico di una missiva: “Caro padre Pio mi chiamo… e desidero esprimerti il mio stato d’animo, la mia situazione, il mio problema”. Una volta compilato (al retro si possono aggiungere i propri recapiti, e-mail compresa, nel caso si voglia ricevere corrispondenza dal convento), il messaggio può essere spedito o, più semplicemente, imbucato, magari con una foto, senza alcuna formalità in una delle numerose cassette presenti nella struttura. Il messaggio -si legge in alcuni dei cartelli- verrà portato direttamente sulla sua tomba. Alcuni visitatori, invece, preferiscono infilarli sotto le protezioni che chiudono l’ingresso alla cella in cui viveva o al vecchio confessionale che utilizzava.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/L___invito_dei_frati__scrivi_a_san_Pio/12470