Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

31 Mar 2014 - ore 21:36
Mar 31 2014
21:36

Dall'estero

Canada: non solo aumenti tariffari

Maggiori costi per chi acquista il singolo francobollo ed agevolazioni con quanti impiegano il servizio spedendo grandi volumi


Il francobollo integrativo uscito oggi

Riviste da oggi le tariffe postali in Canada. Ma non si tratta soltanto di un aumento dei prezzi: viene presentato come un approccio più articolato sull’argomento.

Il porto nazionale (valido per le lettere ordinarie entro i trenta grammi) è passato da 63 ad 85 centesimi di dollaro; quindi, i francobolli a validità permanente, che vengono stampati in libretti, rotoli e fogli, sono venduti alla nuova cifra. Fermo restando che chi li ha acquistati in anticipo non dovrà occuparsi dell’integrazione. Sarà necessario farlo, invece, con gli esemplari dal nominale esplicitato: per questo, sempre oggi, è giunto un taglio integrativo da 22, che ritrae la farfalla Monarca.

Secondo i calcoli dell’operatore, la famiglia media spedisce meno di due lettere al mese; ciò vuol dire che la maggiorazione ammonterebbe a non più di 5,00 dollari annui. Quanto alle piccole aziende, gli oneri salirebbero di 55,00, anche se fino al 31 dicembre verrà riservato loro uno sconto del cinque per cento per gli acquisti di almeno trecento francobolli alla volta. Le stesse realtà, ma anche gli organismi di beneficenza, vedono condizioni più favorevoli, in particolare, per i quantitativi minimi e gli oneri nelle spedizioni di grossi numeri.

La novità maggiore ricorda quanto introdotto alla fine del 2009 in Belgio: chi acquista un solo dentello lo pagherà di più, 1,00 dollaro pulito. Dati alla mano, su cento esemplari venduti, solo due ricadono in questa situazione. Invece, le ditte che impiegano le macchine affrancatrici, come nel Regno Unito, sconteranno una cifra minore, pari a 0,75. Ancora più bassi (0,70 e 0,69) sono i prezzi per i grandi utenti che soddisfano criteri quantitativi e di preparazione del corriere.

Cresciuti, inoltre, i balzelli per i trasporti verso gli Stati Uniti e gli altri Paesi (1,20 e 2,50), ma senza le differenziazioni introdotte nel comparto nazionale.

Dietro, il problema generale: il calo delle spedizioni che, visto da Ottawa, ha cominciato a presentarsi, sempre confermato, nel 2007. Per contro, ogni anno aumentano di 170mila gli indirizzi, che attualmente hanno raggiunto quota 15,5 milioni.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 6 a venerdì 31 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



http://www.vaccarinews.it/news/Canada__non_solo_aumenti_tariffari/16147