Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

12 Dic 2015 - ore 00:49
Dic 12 2015
00:49

Notizie dall'Italia

“Un mercato postale sempre più liberalizzato”

È quanto sostiene Globe postal service dopo la pubblicazione, da parte dell’Agcom, della delibera inerente la restituzione degli invii instradati male


Anno santo - Il “francobollo” predisposto da Gps

L’intervento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni “ha permesso in primis un rafforzamento del mercato postale italiano in termini di tutela crescente del consumatore finale, in continuità con quanto richiesto dall’Unione Europea”. Inoltre, a differenza del passato, ha fissato “una rivisitazione delle dinamiche intrinseche del mercato medesimo introducendo, per la prima volta, il concetto di differenziazione tra operatori postali in base alla tipologia di servizio offerto ed alla clientela di riferimento”. Ammettendo inoltre la coesistenza di cassette per imbucare appartenenti a Poste italiane o ad altre realtà.

È il punto centrale sostenuto da Globe postal service a proposito della recente delibera (è la 621/15/Cons) firmata dall’Agcom ed intitolata “Condizioni giuridiche ed economiche di restituzione degli invii affidati ad altri operatori e rinvenuti nella rete di Poste italiane”.

Sapendo che la posizione assunta da Gps nei riguardi dell’ex monopolista “ha posto le basi” per arrivare al testo, ovvero richiedere la revisione delle condizioni generali di servizio, prevedere diverse metodologie per restituire la corrispondenza di proprietà di concorrenti rinvenuta nella propria rete, due sistemi tariffari di pagamento. Aspetto, quest’ultimo, ripreso dal codice postale vigente nel Regno Unito.

Una maggiore possibilità di scelta offerta alle aziende terze, “in linea con quanto accade in uno dei Paesi più liberalizzati d’Europa, significa da un lato legittimare ancora oggi, a ragion veduta, il ruolo centrale di Poste italiane nel mercato nazionale di riferimento, ma dall’altro si fa in modo che tale centralità non sia d’ostacolo allo sviluppo di una sana liberalizzazione, agevolando quindi la collaborazione e la comunicazione” tra la società guidata da Francesco Caio e le restanti ditte.

“Non è possibile negare -è la conclusione- l’evoluzione ed il cambiamento che il mercato postale nazionale sta vivendo”, con il Garante chiamato a svolgere un ruolo di arbitro sempre più significativo, affinché sia lasciata al consumatore finale la possibilità di scelta del servizio da utilizzare, secondo parametri di innovazione, affidabilità, qualità e prezzo.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/___Un_mercato_postale_sempre_pi___liberalizzato___/19805