Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

17 Set 2016 - ore 00:48
Set 17 2016
00:48

Notizie dall'Italia

Museo postale/1 Si lavora al suo rinnovo

Ad anticiparlo con i lettori di “Vaccari news” è la responsabile del polo culturale che fa capo al ministero dello Sviluppo economico, Gilda Gallerati


La conchiglia, primo rudimentale strumento di comunicazione

Sembra quasi un sogno: il Museo storico della comunicazione, come si chiama ora il vecchio Museo postale, sarebbe al centro di un significativo progetto di rinnovamento. Ad anticiparlo è stata la responsabile del polo culturale che fa capo al ministero dello Sviluppo economico, Gilda Gallerati, durante la recente manifestazione che l’Unione stampa filatelica italiana ha tenuto a Salerno.

In cosa consiste il progetto? “Il Mise, che ha la responsabilità e la competenza sul Museo storico della comunicazione, sta lavorando sia al progetto di ristrutturazione dei locali in collaborazione con il Demanio, che alla base concettuale dei nuovi allestimenti”, spiega la relatrice ai lettori di “Vaccari news”.

Ora “si snoda lungo un percorso cronologico che vede in successione le principali materie trattate: sistemi postali, telegrafici, telefonici e filatelia. In considerazione della necessità di spostare tutta la sezione riguardante i sistemi postali e telegrafici in un’altra zona del palazzo, sede del dicastero, si è ritenuto di fondamentale importanza rivedere completamente l’allestimento. Pertanto, l’ingresso del Museo sarà situato su viale Beethoven e l’itinerario verrà completamente ripensato per consentire una fruizione in linea con i moderni criteri di valorizzazione dei beni culturali e scientifici”.

Qual è l’idea di fondo? “Preferisco chiamarla base concettuale”, precisa Gilda Gallerati. “È ispirata dalla conchiglia, primo rudimentale strumento usato dagli uomini preistorici per comunicare a distanza con semplici suoni. La conchiglia con tutto il suo potere evocativo, che ci invita a «saper ascoltare», che diventa forma di educazione all’arte proprio perché suscita in noi meraviglia. Chi di noi non ha messo da bambino una conchiglia vicino all’orecchio per ascoltare il rumore del mare, i suoni misteriosi che emana? In effetti, non sono altro che la cassa di risonanza del nostro stesso sangue che pulsa nelle vene. Ebbene, questo è il motivo ispiratore del nuovo progetto, il Museo come «luogo dove si dovrebbe perdere la testa», come sostiene Renzo Piano”.

Prosegue. “Le visioni delle opere dell’ingegno umano, come quelle conservate nel Museo, non sono esse stesse opere d’arte? Non sono utili esercizi di meraviglia e ammirazione? Ed in tal senso un moderno museo ha il dovere di sollecitare la meraviglia, l’immaginazione, direi finanche la vertigine, quella stessa vertigine di cui ci parla Socrate nel «Teeteto». Questo personaggio racconta a Socrate di sentirsi travolto e sopraffatto dallo stupore di fronte a cose sconosciute, di fronte alla propria ignoranza, alla propria impreparazione, e nel sentirsi impreparato vive una sorta di capogiro da conoscenza. Proprio in questo modo un museo moderno dovrebbe condurci attraverso lo stupore della nostra ignoranza verso la meraviglia della conoscenza”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

AUGURI DI BUON NATALE

Gli uffici saranno chiusi
dal 22 dicembre al 6 gennaio

BUONE FESTIVITÀ
A TUTTA LA NOSTRA
AFFEZIONATA CLIENTELA

 



http://www.vaccarinews.it/news/Museo_postale_1_Si_lavora_al_suo_rinnovo/21312