Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

05 Apr 2017 - ore 21:17
Apr 05 2017
21:17

Notizie dall'Italia

Tra Bolzano e Roma trovata la quadra

Nessuno dei 129 uffici chiuderà. Il nuovo centro di smistamento e distribuzione lavorerà tutto il corriere locale, sino ad oggi gestito a Verona


L’ad di Poste Francesco Caio (a sinistra) ed il presidente Arno Kompatscher (foto: Usp/mb)

Dopo gli annunci, la firma sui pezzi di carta, peraltro una delle ultime che Francesco Caio, in qualità di amministratore delegato di Poste, appone. L’interlocutore del momento è il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher.

“Oggi -ha sottolineato quest’ultimo- chiudiamo orgogliosamente una trattativa lunga e caratterizzata da una positiva collaborazione con Poste italiane e il ministero”. Grazie all’Accordo di Milano, “la Provincia concorre agli obiettivi di risanamento del debito pubblico nazionale facendosi carico di una serie di oneri che garantiranno un migliore servizio”. Il documento -ha aggiunto l’ad dell’operatore- “si inserisce nel percorso già avviato da Poste italiane di ascolto e dialogo con i territori e le comunità, per servire i nuovi bisogni ed accompagnare il Paese verso l’economia digitale ed una maggiore competitività”.

In concreto, la cifra messa a disposizione dal bilancio provinciale è pari a 3,2 milioni di euro, fondi che verranno detratti da quello dello Stato tramite la procedura prevista appunto dall’Accordo di Milano. Se ne devono aggiungere altri 6,8 sotto forma di servizi ed iniziative definiti “con una forte spinta alla modernizzazione”, per un totale di 10 milioni.

“Il risultato più importante -ha concluso Arno Kompatscher- è che in questo modo abbiamo la garanzia che nessun ufficio postale in Alto Adige verrà chiuso” (oggi sono 129; danno lavoro a 370 addetti ed a 503 portalettere). Insomma, l’occupazione “non solo non sarà a rischio, ma potrà beneficiare di un’ulteriore spinta alla crescita: a Bolzano, infatti, verrà realizzato il nuovo centro di smistamento e distribuzione che lavorerà tutta la posta locale, sino ad oggi gestita a Verona”.

Il coordinamento verrà garantito da un responsabile locale, mentre il monitoraggio circa la concreta attuazione dell’intesa sarà svolto da una commissione paritetica composta da sei persone in rappresentanza dei due partner.

Ed il paventato recapito a giorni alterni, in regione non ancora introdotto? Previsto per i comuni più piccoli, “è al centro di un ricorso presentato da una serie di amministrazioni municipali di fronte alla Corte di giustizia dell’Unione Europea”, spiegano a domanda precisa dalla Provincia. “Non appena vi sarà un pronunciamento in materia, entrerà in vigore l’accordo”, che già prevede il recapito (questo operativo da subito) sei giorni su sette per i prodotti editoriali; “successivamente sarà ampliato a tutti gli altri «normali» prodotti postali”.

A Bolzano e Merano, infine, saranno aperti due punti di ritiro per la sempre più diffusa pratica del commercio elettronico.

Notizia integrata il 6 aprile 2017.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

AUGURI DI BUON NATALE

Gli uffici saranno chiusi
dal 22 dicembre al 6 gennaio

BUONE FESTIVITÀ
A TUTTA LA NOSTRA
AFFEZIONATA CLIENTELA

 



http://www.vaccarinews.it/news/Tra_Bolzano_e_Roma_trovata_la_quadra/22531