Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
BOPHILEX 2017

BOLOGNA
27-28 ottobre
INGRESSO GRATUITO
venerdì 10 - 18
sabato 9 - 18

Nuovo Palanord - Parco Nord
via Stalingrado (zona Fiera)
uscita tangenziale 7bis

Per essere sicuri di trovare ciò che desiderate, inviate le vostre richieste entro mercoledì 25 ottobre.
Vi aspettiamo!




Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

11 Ott 2017 - ore 10:12
Ott 11 2017
10:12

Notizie dall'Italia

Mibact/2 Tra massimali e verbali

Il dicastero ha sottoscritto la circolare che esamina fondi archivistici e singoli documenti pubblici. Il testo (di 54 pagine) in sintesi

Se francobolli sciolti, buste affrancate e sovraccoperte non rientrano nella sfera d’interesse fissata dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (news precedente), diverso è l’approccio con il restante materiale. E la circolare n°43 del 5 ottobre 2017 tenta di spiegarlo; s’intitola “Fondi archivistici e singoli documenti di pertinenza dello Stato, delle Regioni e degli altri Enti pubblici territoriali, nonché di ogni altro Ente o Istituto pubblico. Individuazione delle relative tipologie e del loro regime giuridico”. È sottoscritta dal direttore generale degli archivi, Gino Famiglietti, una delle persone di recente incontrate due volte da una rappresentanza di collezionisti, circoli, commercianti e giornalisti specializzati.

Il testo è costituito da 54 pagine, buona parte delle quali tesa ad analizzare le normative in argomento degli Antichi Stati. L’ultima sezione si concentra sulle conclusioni, evidenziando come il materiale illecitamente uscito esuli dal contesto (“il singolo documento rubato, smarrito o comunque sottratto in mera via di fatto alla raccolta non perde il carattere demaniale”) e che comunque non si applica l’usucapione. Non si discutono, altresì, i reperti che abbiano un significato storico. Al contrario, vengono trascurati gli stampati, i duplicati e quanto non ha carattere di atto ufficiale. Un caso a sé concerne le carte contenenti dati personali sensibili (come i contributi comunali assicurati ad un indigente, citato con nome e cognome, anche se sono trascorsi secoli dalla sua morte): ricadono nelle più restrittive norme inerenti alla privatezza.

Tre i punti di riferimento a disposizione degli operatori: i massimali per lo scarto (sono appositi piani di conservazione e scarto, dove vengono indicati i tempi di conservazione delle diverse tipologie documentarie; alcuni sono stati realizzati da poco, altri risultano ancora inesistenti), i verbali (redatti da ciascuna commissione, sono sempre presenti), la rubrica dei versamenti (pubblicata sulla “Rassegna degli Archivi di stato”, aggiorna i dati relativi al patrimonio conservato). Quanto non serve può essere bruciato, macerato o ceduto in libero uso. Sapendo -lo dice il dpr n°37 dell’8 gennaio 2011, ancora in vigore- che le modalità di cessione degli atti da eliminare “vengono stabilite da ciascuna amministrazione anche attraverso le organizzazioni di volontariato o la Croce rossa italiana”.

Naturalmente, distinguere i reperti che il Mibact può giudicare interessanti dagli altri può risultare difficile. Nel caso di dubbio, è onere del privato -sulla base del principio di leale collaborazione- rivolgersi alle Sovrintendenze archivistiche e bibliografiche per una verifica preventiva, fermo restando che l’accertamento d’ufficio è sempre possibile.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Mibact_2_Tra_massimali_e_verbali/23545