Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria




Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

07 Nov 2017 - ore 14:46
Nov 07 2017
14:46

Notizie dall'Italia

Invii in buca: meno del previsto gli errori

Secondo l’Agcom, il fenomeno per il quale un mittente sbaglia a spedire la posta è destinato a ridursi e comunque parte della responsabilità è degli operatori privati. Da qui il ripensamento

Una questione tecnica ma spinosa, originata ogni volta che in una cassetta della posta si individua un invio che il mittente pensa di aver affidato ad un’azienda (alla quale ha pagato il servizio) ma ha utilizzato il contenitore di un’altra. Per sbadataggine o non conoscenza, basti pensare alle cartoline dei turisti.

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni già si è occupata della faccenda, ma ora ha deciso di integrare la delibera 621 del 2015, intitolata “Condizioni giuridiche ed economiche di restituzione degli invii affidati ad altri operatori e rinvenuti nella rete di Poste italiane”. Per questo è stata avviata una consultazione.

Con la 384 di quest’anno, l’Agcom ha rilevato che il fenomeno dei plichi il cui trasporto è stato pagato ad operatori terzi e rinvenuti nella rete di Poste italiane “dovrebbe essere quantitativamente contenuto in quanto deriva principalmente dall’errata postalizzazione degli invii da parte dei clienti di altri operatori e, comunque, dovrebbe essere destinato a ridursi nel tempo”, man mano che i vari interlocutori perfezionano il sistema d’informazione alla clientela e le modalità di invio. “Una percentuale di rinvenimenti elevata è, invece, sintomo di inefficienze nei sistemi di informazione alla clientela o di carenze infrastrutturali della rete di raccolta degli operatori alternativi”. Al fine di evitare un calo nella fiducia degli utenti in ordine alla certezza e regolarità degli invii, l’Autorità ha deciso di disciplinare il fenomeno integrando la 621 con la previsione di una soglia della percentuale dei volumi rinvenuti, rispetto a quelli totali, superata la quale l’operatore è tenuto a negoziare l’accesso alla rete di raccolta di Poste.

Il termine di conclusione del procedimento è di centoventi giorni. Entro trenta gli interessati potranno inviare le proprie osservazioni; seguirà la pubblicazione di uno schema di provvedimento sul quale gli stessi avranno la possibilità di formulare note.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Invii_in_buca__meno_del_previsto_gli_errori/23679