Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

12 Mar 2018 - ore 15:34
Mar 12 2018
15:34

Emissioni Italia

Tutti contro l’articolo 8

Alla terza emissione dall’entrata in vigore delle “Linee guida”, è palese (ma già lo era prima) l’assurdità del divieto di diffondere in anticipo le immagini

“Vaccari news” vi ha dedicato un approfondimento già il 23 dicembre, lavorando sul documento completo, diffuso dal ministero allo Sviluppo economico nel pomeriggio precedente. Sono le “Linee guida - Emissione delle cartevalori postali”. Nel frattempo, e con tre titoli usciti, diverse altre testate hanno commentato il testo, in particolare l’articolo 8, quello che vieta di diffondere le immagini delle nuove produzioni prima della loro disponibilità al pubblico. Cosa che -com’era facile immaginare- danneggia la comunicazione ed ostacola chi, per dire, vuole realizzare in autonomia buste primo giorno o cartoline maximum.

Ancora il 23 dicembre si erano espressi i presidenti di Associazione nazionale professionisti filatelici Sebastiano Cilio, Federazione fra le società filateliche italiane Piero Macrelli e Unione stampa filatelica italiana Fabio Bonacina; il 21 gennaio era seguito l’intervento di Danilo Bogoni su “La lettura”, supplemento del “Corriere della sera”.

Di seguito, ecco ad esempio Claudio Baccarin, in “Sotto la lente” (è il blog del “Mattino di Padova”) datato 23 dicembre. “A partire dal 2018 non sarà più possibile vedere i francobolli prima del momento in cui arriveranno allo sportello (sempre che arrivino nel giorno fissato: pochi collezionisti, ad esempio, hanno fin qui potuto acquistare gli interi postali che erano in calendario per il 14 dicembre)”… Insomma, “per dirla in latino, «mala tempora currunt»”.

Franco Filanci per “L’arte del francobollo” (contributo pubblicato nel numero di febbraio) che, nell’ambito di un lungo approfondimento, annota: “La decisione di non diramare l’immagine di un francobollo prima della sua emissione fa a cazzotti con l’intenzione di garantirne la massima pubblicità”.

Gigi Zerbini su “La voce di Reggio Emilia” ne ha scritto diverse volte. Come il 24 febbraio: “Già abbiamo segnalato l’inopportunità della divulgazione delle immagini dei nuovi francobolli soltanto il giorno d’emissione. Come possa rappresentare un miglioramento del servizio proprio non lo si capisce”.

Piero Macrelli, su “Qui filatelia” (marzo): “Non è neppure chiaro il motivo di una norma del genere e del vantaggio che la filatelia ne trarrebbe; c’è chi ha ipotizzato una mania di protagonismo dell’autorità politica, che ambisce a essere la sola a presentare le nuove emissioni. Stupisce, peraltro, la non conoscenza delle tecniche odierne d’informazione che stanno alla base di questa disposizione”.

Dal “Collezionista” di marzo-maggio, Bruno Crevato-Selvaggi: “Il motivo di questa norma appare inspiegabile, così come sembrano incomprensibili i vantaggi che ne avrebbe la filatelia”.

Ironico, dal “Giorno” (3 marzo), Gian Piero Ventura: “Di tutti questi francobolli possiamo raccontare ma non mostrarne le immagini a causa delle nuove linee guida strategiche del ministero per lo Sviluppo economico che, giustamente, limitano la diffusione di comunicazione in un settore di grande sviluppo come la filatelia, grazie”.

Roberto Monticini, “Il postalista” (12 marzo), avverte: “Faccio presente che le immagini dei francobolli ci pervengono, contrariamente agli anni precedenti, nella stessa mattinata dell’emissione, unitamente ad una «Nota stampa» ed al «Testo per bollettino», dall’ufficio stampa di Poste italiane. Pertanto questa redazione non è in grado di aggiornare in tempo reale i propri lettori”.

Ps: senza considerare Paesi come Belgio, Islanda e Stati Uniti, che hanno diffuso bozzetti riguardanti l’intero 2018 o di una sua buona parte, Austria, Formosa, Francia e Onu stanno promuovendo i titoli di aprile, la Finlandia è arrivata a giugno. Qualche ragione ci sarà…

Testo integrato il 13 marzo 2018.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Tutti_contro_l___articolo_8/24396