Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

01 Mag 2018 - ore 15:22
Mag 01 2018
15:22

Dall'estero

Posta aerea/2 Il precedente tedesco

I cataloghi riguardanti la Germania repertoriano dei francobolli che risalgono al 1912. Ma gli specialisti li ritengono semi ufficiali, se non addirittura delle semplici vignette


Uno dei tagli tedeschi del 1912

Secondo gli Stati Uniti, il primo servizio di posta aerea programmato al mondo venne avviato tra Washington, Filadelfia e New York il 15 maggio 1918. Da qui, oggi, l’emissione del commemorativo segnalato nella notizia precedente.

Il discorso, quindi, non intacca il record italiano del primo francobollo specifico, il 25 centesimi risalente al 20 maggio 1917, dedicato all’esperimento Torino-Roma e ritorno. Cui poi, il 27 giugno, si sarebbe sommato il 25 per il trasporto in idrovolante tra Napoli e Palermo, sempre nei due sensi.

E, allora, i dentelli tedeschi del 1912, emessi tra il 10 ed il 17 giugno in tre tagli da 10, 20 e 30 pfennig, riportati dai cataloghi? Propongono un uccello, irradiato dal sole, che mostra nel becco una busta; il testo della cornice cita la prima posta aerea tedesca sul Reno. Sono repertoriati pure sovrastampati “Gelber hund” (1 marco su 10 centesimi, disponibile dallo stesso 10 giugno) e “E.El.P.” (per “Ex est luftpost”, 10 e 20 centesimi disponibili dal 22 del mese).

“Il primo francobollo di posta aerea tedesco fu emesso nell’ottobre del 1919”, spiega per i lettori di “Vaccari news” lo specialista Fiorenzo Longhi. “Nel 1912 erano stati usati questi semi ufficiali per affrancare cartoline o lettere dei voli sul Reno e sul Meno col velivolo «Gelber hund» o col dirigibile Zeppellin «10 Schwaben»”. Attraverso tali esemplari, “si pagava il trasporto aereo, mentre per il recapito a destinazione si dovevano utilizzare gli ordinari dell’Impero Germanico”. Insomma, i tagli aerei italiani del 1917, “venduti dalle Poste, sono riconosciuti da tutti come i primi ufficialmente emessi nel mondo, mentre quelli tedeschi vengono considerati francobolli semi-ufficiali se non, da alcuni autori, delle vignette” (fine).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Posta_aerea_2_Il_precedente_tedesco/24690