Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

14 Mag 2018 - ore 19:05
Mag 14 2018
19:05

Notizie dall'Italia

Documenti/2 Cinque mesi di lavoro

Su un enorme lotto di circa 13mila lettere e documenti -prosegue il resoconto- ne sono stati considerati 1.239. Ma di questi…

“Dopo cinque mesi di lavoro svolto da tre funzionari della Soprintendenza archivistica dell’Emilia-Romagna presso l’abitazione dell’interessato ed alla presenza dello stesso, si è conclusa la prima fase della verifica sui materiali oggetto di sequestro”.

Così, in questa seconda parte della notizia, commenta il commerciante Giovanni Valentinotti. Sotto la lente, il complesso da cui provenivano i diciotto pezzi segnalati nella news precedente. Sono stati esaminati all’incirca 13mila lettere e documenti; di questi, 1.239 avevano le caratteristiche di missive indirizzate ad enti pubblici e complete di testo manoscritto (quindi non lettere vuote, stampati o simili). Proprio le tipologie citate dalla già segnalata circolare del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, datata 5 ottobre 2017.

Tali corrispondenze, oggetto di sequestro definitivo, sono state lette, schedate con sintesi del contenuto e valutate se di interesse per la conservazione permanente da parte dello Stato. “Nessuna di esse è stata ritenuta tale; 18 sono state classificate con la menzione «da verificare», su alcune con il dubbio se il destinatario fosse pubblico o privato; quindi 18 su 1.239 significano l’1,35%”.

Analizzando l’insieme del materiale sequestrato, “emerge che 749, pari al 64,2% del totale, sono semplici lettere di trasmissione, comunicazioni di avvenuta affissione riguardanti bandi o manifesti, comunicazioni anagrafiche: tradotto ad oggi, rappresentano semplicemente la prima pagina di un fax. Altre 142, cioè l’11,5%, si riferiscono a richieste amministrativo-burocratiche, quali invio o domanda di registri, modulistica; 120, il 9,5%, parlano di tasse da versare; 104, l’8,4%, riguardano manutenzioni di strade e ponti, con ripartizione di quanto dovuto dai Comuni interessati; 34, il 2,7%, sono convocazioni di riunioni; 42, il 3,4%, circolari manoscritte e quindi escluse in quanto multipli; 48, il 3,9%, risultano lettere vuote ma inserite in lotti”.

“Ad oggi -conclude il professionista- questo sequestro, oltre a creare danno economico all’interessato, è costato allo Stato circa 30mila euro che, se usati per riordinare archivi, forse avrebbero tutelato maggiormente il patrimonio culturale italiano” (fine).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Documenti_2_Cinque_mesi_di_lavoro/24765