Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

14 Giu 2018 - ore 17:07
Giu 14 2018
17:07

Emissioni Italia

Un Nobel come padre

Il poeta Salvatore Quasimodo, ricordato oggi con un nuovo francobollo a mezzo secolo dalla morte, descritto nel bollettino illustrativo dal figlio Alessandro


Visto da Giacomo Manzù

“Non era facile essere suo figlio, eppure un sodalizio era nato in occasione della stesura di una lirica composta, per così dire, «a quattro mani»: «Natale». Io avevo scritto in prosa i miei pensieri su questo tema e lui mi ha aiutato a trasformarli in versi con una perfetta scansione metrica. La composizione di un sonetto (quattordici endecasillabi) sul Natale era il tema proposto dal mio professore di lettere in terza media dopo aver tenuto una lezione sulla metrica, rovinandoci così l’imminente periodo di vacanza”.

L’aneddoto è citato dal figlio, l’attore e regista Alessandro, di Salvatore Quasimodo: oggi il premio Nobel per la letteratura è stato celebrato attraverso un nuovo francobollo a mezzo secolo dalla morte, avvenuta il 14 giugno 1968. L’“operaio di sogni” -prosegue il testo del bollettino illustrativo- “parla ancora a noi che ci siamo smarriti in un mondo di barbari che più non comprendono i grandi valori dell’umanità. La «società liquida», come la definisce il grande sociologo Zygmunt Bauman, in cui siamo costretti a vivere ci sta rapidamente sommergendo. Possiamo solo sperare che la poesia ci possa salvare come l’improvvisa luce che irrompe nei dipinti di Caravaggio”.

È il primo commemorativo ad avere, in luogo del costo, l’indicazione, peraltro non facilmente comprensibile, del servizio cui è destinato: la “B”, infatti, segnala il porto base ordinario interno, che ora richiede 95 centesimi.

Inserito nel percorso “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, il dentello è autoadesivo, emesso in ottocentomila unità organizzate in fogli da quarantacinque. La vignetta (adattata dall’Istituto poligrafico e zecca dello stato) riproduce un’opera di Giacomo Manzù ritraente il protagonista; si aggiunge il verso finale del componimento “Epitaffio per Bice Donetti”: “…uno come tanti, operaio di sogni”.

Due gli annulli fdc, impiegati negli uffici postali di Modica (Ragusa), località dove nacque, e Pescara Centro. La città abruzzese, da stasera al 4 luglio, ospiterà presso il Mediamuseum una mostra dedicata al personaggio. Un terzo manuale, sempre oggi, è stato utilizzato a Roccalumera (Messina) dov’è accolto il già segnalato percorso firmato dal Circolo filatelico peloritano.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Un_Nobel_come_padre/25002