Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

22 Dic 2018 - ore 15:01
Dic 22 2018
15:01

Emissioni Italia

Tornerà l’incubo dello stock ministeriale?

Un emendamento di cinque senatori -se approvato definitivamente- prevedrebbe la vendita all’asta dei francobolli giacenti presso Poste italiane e non più utilizzabili per l’affrancatura

Torna lo spettro dello stock ministeriale, oltre mezzo secolo fa risolto -dopo anni di discussioni e tentate vendite- con la distruzione del presunto tesoro. Allora venne introdotto -lo prevedeva, all’articolo 3, la legge 2.521 dell’11 dicembre 1952- per costruire case in favore dei postelegrafonici.

Torna adesso con un emendamento (è l’1.1.861) alla legge di bilancio (formalmente “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021”), emendamento transitato in commissione bilancio e sottoscritto dai senatori Roberta Ferrero, Enrica Rivolta, Massimiliano Romeo, Christian Solinas e Cristiano Zuliani, tutti del gruppo Lega-Salvini premier-Partito sardo d’azione.

Propone di integrare, come comma 348-bis, l’articolo 215 (intitolato “Smercio delle cartevalori”) presente nel decreto del presidente della Repubblica 655 del 19 maggio 1982 (“Approvazione del regolamento di esecuzione dei libri I e II del codice postale e delle telecomunicazioni (norme generali e servizi delle corrispondenze e dei pacchi)”).

Testualmente: “Al fine di promuovere e diffondere, anche nel contesto internazionale, la cultura filatelica nazionale e di valorizzare immobilizzazioni di cartevalori evitandone il rischio di depauperamento nel tempo, nei casi di giacenza presso il fornitore del servizio postale universale di una ingente quantità, non inferiore a un miliardo di esemplari, di cartevalori postali con il valore facciale, anche espresso in valuta non avente più corso legale, non più rispondente ad alcuna tariffa in vigore, il suddetto fornitore è autorizzato a procedere direttamente alla vendita, come francobolli da collezione, a prezzi diversi da quelli nominali ed anche fuori dal territorio dello Stato, attraverso aste filateliche anche in più lotti non omogenei decorsi trenta giorni dalla comunicazione al ministero dell’Economia e delle finanze e al ministero dello Sviluppo economico”.

Se davvero diventasse legge, sarebbe capace di creare pesanti conseguenze, in un mercato colpito dalla crisi economica e dove quel materiale -è cosa nota- gira, soprattutto all’ingrosso, al sottofacciale. Si sa che perlomeno due magazzini di Poste italiane sono pieni di queste giacenze non più utili e da anni il mondo del collezionismo chiede che esse vengano distrutte.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Torner___l___incubo_dello_stock_ministeriale_/26048