Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria







Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

25 Feb 2019 - ore 14:47
Feb 25 2019
14:47

Notizie dall'Italia

Bolzano puntualizza

La Provincia autonoma chiede a Poste italiane “un servizio efficiente e capillare”. Non a caso, restano in sospeso i pagamenti concordati nel 2017. Intanto, i sindacati…

Mentre a Trento si apprezza e addirittura si rilancia così da ampliare la collaborazione, a Bolzano si mettono i puntini sulle “i”. In entrambi i casi, il tema è il rapporto tra la specifica Provincia autonoma e Poste italiane. Approfittando del particolare status riconosciuto a livello costituzionale e del conseguente gettito economico, entrambi gli Enti hanno concordato con l’operatore prestazioni che il resto del territorio nazionale non può permettersi.

Il presidente della Provincia sudtirolese, Arno Kompatscher, ha partecipato ad un incontro con i responsabili del recapito, ricordando che “l’obiettivo principale” dell’accordo stipulato il 5 aprile 2017 è assicurare “la consegna quotidiana e puntuale dei prodotti”. Ribadendo alla società la richiesta di “garantire un servizio efficiente e capillare, indipendentemente dai cambiamenti nel modello di gestione delle consegne”. Si tratta di un vincolo per dare il via ai pagamenti previsti che, “proprio per questo motivo, non sono ancora stati liquidati”.

Da tale punto di vista, il primo passo concreto è stato raggiunto con l’assicurazione data da Poste per potenziare il supporto tramite l’assunzione di venticinque portalettere con contratto a tempo indeterminato. Diversa è la faccenda riguardante le modifiche agli orari di lavoro, fatto che -sottolineano dalla sede- sta sollevando tante critiche. Il problema concerne il piano “joint delivery”, a livello nazionale sottoscritto con i sindacati di categoria. Le sedi altoatesine di tali organizzazioni possono aprire una trattativa per cambiarne e migliorarne le condizioni, “ma si tratta di un accordo tra azienda e rappresentanti dei lavoratori sul quale la Provincia ovviamente non può immischiarsi”.

Intanto, Slc-Cgil, Slp-Cisl, Uil poste-Sgk hanno chiesto a Poste di sospendere la riorganizzazione del recapito nell’area. “Ciò per ricercare correttivi e soluzioni adatte alla particolare realtà locale per il numero elevato di quotidiani, i numerosi prodotti editoriali settimanali specialmente nelle valli e alla peculiarità del territorio”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

ASTA PUBBLICA 6 aprile

VISIONE DEI LOTTI
a MILANOFIL

venerdì 22 e sabato 23 marzo
presso il nostro stand
Vi aspettiamo!

 



http://www.vaccarinews.it/news/Bolzano_puntualizza/26345