Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

26 Set 2007 - ore 16:25
Set 26 2007
16:25

Appuntamenti

Il “Giallino” in bacheca. Ma solo per pochi giorni


Uno dei fogli della «Provvisoria» uscita nel 1934 (foto Ufficio filatelico e numismatico, per gentile concessione dei Musei vaticani)

Non mancano le gemme, ad esempio i fogli interi della “Provvisoria”, serie emessa nel 1934 per rimediare alle nuove esigenze postali. E le cartevalori più comuni, fra cui il capitolo di Giovanni XXIII che -come recentemente ha fatto notare il presidente Afip, Carlo Catelani- l’anno prossimo potrebbe tornare di attualità, in occasione del cinquantenario: il “Papa buono” iniziò infatti il suo pontificato il 28 ottobre 1958.

Ma il Museo filatelico e numismatico vaticano -da oggi visitabile- offre diversi oggetti affascinanti. Un posto di primo piano è detenuto dal foglio completo di cento esemplari del “Giallino” da 20 bajocchi, realizzato nel 1858 (un altro imminente anniversario... tondo) e mai arrivato agli sportelli. Questo nonostante risultasse utile per spedire lettere ordinarie in Francia, evitando di impiegare come minimo tre francobolli. “Non sappiamo -ha ammesso il curatore del Museo, Pier Paolo Francini- perché non è stato emesso; non esistono documenti. Motivi di ordine politico, forse: potrebbe esserci una connessione con la Seconda guerra d’indipendenza”. Probabilmente ci sono anche valutazioni di carattere tecnico. “L’incisione -aggiunge Paolo Vaccari- è molto grossolana e la stampa è gialla, elementi che hanno provocato una scarsa leggibilità. Senza dimenticare la carta, già all’epoca considerata di qualità piuttosto scadente”. Del francobollo, oltre al foglio esposto al Museo per pochi giorni (poi sarà sostituito da una copia per esigenze di conservazione) si conosce solo un esemplare singolo.

Il Museo è stato formalmente inaugurato ieri sera, con il presidente del Governatorato dello stato, monsignor Giovanni Lajolo, il segretario generale dello stesso Governatorato, monsignor Renato Boccardo, e l’assessore della Segreteria di stato per gli affari generali, monsignor Gabriele Giordano Caccia. L’Italia era rappresentata dal sottosegretario alle Comunicazioni, Giorgio Calò, dal consigliere del ministro Gentiloni, Stefano Gabbuti, e dal direttore della divisione filatelia di Poste italiane, Marisa Giannini. Non mancavano artisti, commercianti e rappresentanti dei circoli collezionistici.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Il____Giallino____in_bacheca__Ma_solo_per_pochi_giorni/4372