Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

04 Dic 2010 - ore 01:36
Dic 04 2010
01:36

Giornali, riviste e siti

Facciamolo... strano/1 Quando i dentelli diventano stravaganti

Non più per Paese o per tema, ma per tecnica adottata nella stampa o nelle performance collegate. L’esperienza di Salvatore Cucuccio


Il collezionista Salvatore Cucuccio

Francobolli dalle forme innovative, profumati, su supporti non cartacei, tridimensionali e addirittura interattivi, come dimostrano recenti performance varate, ad esempio, in Cina Popolare, nel Regno Unito e in Svizzera.

La carta valore, insomma, muta e c’è chi apprezza questo fenomeno, dedicandogli una specifica collezione. È il caso di Salvatore Cucuccio, nato ad Erice (Trapani) quaranta sei anni fa ed ora funzionario nella Pubblica amministrazione.

“Colleziono francobolli -ammette in questa intervista a «Vaccari news»- da quando ero bambino, ereditando una piccola raccolta mondiale iniziata da mio padre. Quando il collezionismo per me è diventato importante e sono passato ad una raccolta più mirata e sistematica, lo sbocco naturale è stata la Repubblica (ho praticamente tutto, sia nuovi che usati), poi mi sono dedicato al Regno e più recentemente ed in misura marginale agli Stati pre-unitari. Successivamente e parallelamente, per una mia passione per la geografia ed i suoi risvolti storici, ho voluto dedicarmi anche alla raccolta Asfe («A stamp from everywhere»), raccogliendo cioè un francobollo per ogni autorità postale. È uno studio abbastanza divertente, più libero ed anche meno costoso...”.

“Tre, quattro anni fa ho iniziato ad imbattermi negli «unusual stamp» odorosi, che hanno subito sollecitato la mia innata curiosità; poi in un noto sito di compravendita di francobolli on-line ho appreso dell’esistenza di un forum dedicato, gestito dall'australiano Greg Jorgensen e composto oggi da una trentina di appassionati con varie specializzazioni... Mi sono subito aggregato ed ho proposto loro di gestire un sito -«Dentelli stravaganti»- che facesse un po’ da catalogo on-line di queste particolari produzioni. Grazie al loro contributo e ad un continuo lavoro di ricerca e documentazione le pagine sono cresciute in maniera esponenziale. All’inizio non credevo che ci fossero così tanti francobolli strani e particolari... ed altri si aggiungono ogni anno, soprattutto grazie ad alcuni Stati che ne fanno un vero e proprio cavallo di battaglia. Naturalmente alcune pagine divagano un po’, affrontando anche dentelli stravaganti in senso lato (raccolti nella sezione delle curiosità), ma sicuramente non meno interessanti o ricchi di peculiarità, pur se tenuti a distanza dai puristi del settore, che preferiscono ben delimitare il concetto di «unusual stamp»”.

Quante emissioni, più o meno, ha repertoriato? “Al momento ho individuato (ed in gran parte inserito sul mio sito) per gusto e olfatto un centinaio di casi, effetti visivi (ologrammi, lenticolari...) settecento, audio una decina, tatto (braille, goffrati, con materiali applicati...) quattrocento, per le forme inusuali circa centottanta foglietti e quattrocento singoli (senza considerare i circolari ed i triangolari, che sono ormai moltissimi e cito sul mio sito solo a campione), materiali diversi tra i quattro e i cinquecento, interattivi un centinaio, altre situazioni ottocento, mentre i Paesi che hanno predisposto personalizzati ammontano ad una sessantina”.

“Gli Stati che negli ultimi anni hanno contribuito fortemente sono Austria, Canada, Finlandia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Regno Unito, Svizzera, Thailandia e l’ormai consolidato gruppo asiatico di Cina, Hong Kong, Macao, Corea del Sud, Malaysia e Singapore (dove credo si trovi il maggior numero di appassionati). Ma non sono da meno Australia, Francia, Portogallo, Russia, Svezia ed Ungheria, piccole entità come Nuova Caledonia e Polinesia Francese e di recente si sono aggiunti il Marocco e il Sudafrica. Pure l’Italia (come San Marino e Vaticano) ha dato il suo contributo, fin dal 1956, con la prima emissione anaglifica (stereoscopica) in assoluto, una vera primizia... Proseguendo con la francobusta in seta del 2001, il merletto del 2004, l’ologramma del 2005, il legno del 2007, le lamine d’oro del 2008 e fino al recente inchiostro magnetico”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



http://www.vaccarinews.it/news/Facciamolo____strano_1_Quando_i_dentelli_diventano_stravaganti/9475