Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
ASTA PUBBLICA 23 giugno

VISIONE DEI LOTTI
a VERONAFIL

venerdì 25 e sabato 26 maggio
presso il nostro stand
Vi aspettiamo!



Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

26 Apr 2018
Apr 26 2018
00:32

Dall'estero

Da mezzo secolo riferimento per l’area

È la casa Nordica di Reykjavik, centro culturale che copre l’Islanda ed oltre. Venne progettata da Alvar Aalto e già è stata citata in diversi francobolli

Ha rappresentato la protagonista, fra l’altro, del giro che il 26 giugno 1973 collegò con due francobolli per parte Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia. È la casa Nordica di Reykjavik, oggi citata dal Paese ospite nel mezzo secolo dalla sua apertura.

È un’istituzione culturale che intende sostenere, promuovere e rafforzare i legami con le altre realtà della regione. Fu progettata dall’architetto finlandese Alvar Aalto e comprende una biblioteca, la maggiore di questo tipo in tutta l’area poiché permette di accedere a libri, quotidiani e riviste nelle lingue danese, finnico, faringio, groenlandese, norvegese, sami e svedese; offre inoltre audiolibri ed e-book nonché un’artoteca. L’immobile contempla poi un ristorante ed ambienti destinati ad accogliere mostre, conferenze, incontri. Rappresenta un punto di riferimento per il calendario culturale nazionale, ad esempio su quel che concerne film, letteratura, musica, arte e moda.

Il dentello, autoadesivo, propone l’edificio stilizzato, cui si aggiungono richiami alle bandiere ed ai servizi garantiti. È dovuto ad Örn Smári Gíslason e serve per spedire una lettera interna ordinaria entro i cinquanta grammi, operazione che ora costa 195 corone.



25 Apr 2018
Apr 25 2018
17:39

Appuntamenti

La villa dei Tasso si apre

È collocata a Bergamo in piazza Alpi Orobiche 4. Organizzate, per il 29 aprile ed il 13 maggio, visite guidate: permetteranno di scoprire, oltre agli ambienti, la famiglia e le sue attività


Due le giornate

Con la bella stagione tornano le visite guidate alla villa dei Tasso-La Celadina di Bergamo. Questa volta sotto al… cappello “Domeniche per ville, palazzi e castelli”, manifestazione organizzata dai proprietari di quattordici dimore storiche private della zona, che stanno aprendo le porte ai visitatori per fare loro scoprire cosa celano.

Il turno della casa per la quale è transitata pure la famiglia “postale” arriverà il 29 aprile o anche il 13 maggio, grazie al supporto dell’associazione culturale “Nel nome dei Tasso”. Ad accogliere gli ospiti, Francesca Panseri ed Arianna Rigamonti: evidenzieranno la collegata attività nell’architettura e nelle manifestazioni artistiche rintracciabili lungo le sale. Senza trascurare le ulteriori specialità della stirpe, che ebbe poeti (Torquato, il celebre autore della “Gerusalemme liberata”), filosofi (Ercole, il quale sicuramente visse alla Celadina), storici ed amanti dell’arte (Francesco Maria, il “Vasari” locale che, nella villa, ha ricevuto grandi pittori), vescovi, protagonisti di iniziative sociali, diplomatiche e militari.

Il punto di ritrovo è il complesso, ubicato in piazza Alpi Orobiche 4; le visite cominceranno alle ore 15, 16.30, 18; costo: 8,00 euro (gratis per i ragazzi di età inferiore ai sedici anni). Si consiglia la prenotazione, inviando una e-mail a nelnomedeitasso@libero.it.



25 Apr 2018
Apr 25 2018
15:45

Dall'estero

PostEurop/3 Da record. O quasi

Due i soggetti scelti dalla Svizzera: uno è il più vecchio del continente fra quelli in legno; l’altro è tra i pedonali più alti e lunghi

Lucerna e Gadmental. Sono i due luoghi in cui la Svizzera ha ambientato la propria serie PostEurop, in prevendita dal 9 maggio (la validità, tuttavia, scatterà dal giorno 17). Il lavoro, tradotto in due francobolli da 1,00 franco ciascuno, è dovuto a René Sager, guarda caso proprio di Lucerna.

Circa tremila i potenziali soggetti che il Paese alpino avrebbe potuto citare, fermandosi soltanto alle strade nazionali, cui andrebbero aggiunti perlomeno gli ottomiladuecento scavalchi ferroviari.

La scelta è caduta su due passaggi differenti, anche per l’epoca di costruzione; entrambi si fanno notare a livello continentale per le loro caratteristiche. Da un lato vi è lo “Spreuerbrücke”, costruito nel XIII secolo ed attualmente il più vecchio fra quelli realizzati in legno. L’altro, il “Trift”; risulta fra i transiti pedonali sospesi più alti (si eleva a cento metri) e lunghi (170). I fogli sono da sedici unità.

Le Poste elvetiche hanno annunciato un contenitore con le analoghe produzioni di sette Paesi; gli altri sono Austria, Germania, Liechtenstein, Lussemburgo, Paesi Bassi, Slovenia (fine).



25 Apr 2018
Apr 25 2018
13:11

Dall'estero

PostEurop/2 Dopo tante cartoline, il francobollo

È tra i soggetti apprezzati dai turisti che si recano a Düsseldorf e presto avrà una carta valore, inserita nel giro continentale: è il “Rheinkniebrücke”


A Düsseldorf

In colore, il blu, vi sono soltanto il valore nominale (70 eurocentesimi), l’acqua e parte delle scritte. Il resto è raccontato da uno scatto in bianco e nero.

È l’apporto che la Germania darà il 3 maggio al giro PostEurop 2018. Il soggetto, fotografato e impaginato da Stefan Klein e Olaf Neumannm, risulta uno dei sette ponti di Düsseldorf costruiti tra il 1951 ed il 2002 per scavalcare il Reno.

È il “Rheinkniebrücke”, del 1969, uno dei cinque strallati, cioè sostenuto da cavi agganciati direttamente ai piloni di sostegno. Con la sua estetica senza tempo, caratterizza il panorama cittadino, tanto da essere popolare fra le cartoline, e presto -cosa che interesserà pure i maximofili- si aggiungerà la carta valore. Sullo sfondo della vignetta, giustamente citato, appare un ulteriore passaggio, questo del 1976; è l’“Oberkasseler” (continua).



25 Apr 2018
Apr 25 2018
10:32

Dall'estero

PostEurop/1 Superare l’isolamento

È uno dei problemi vissuti da territori come le isole Faeroer e solo di recente affrontati con efficacia. Il tema citato nei due francobolli che compongono la serie

Valgono 10,00 e 18,00 corone i due francobolli che le Faeroer, il 23 aprile, hanno dedicato al modulo PostEurop. Fotografati da Ólavur Frederiksen, mostrano i due più grandi ponti dell’arcipelago, dove -proprio a causa della conformazione territoriale- l’infrastruttura, il trasporto e la logistica hanno rappresentato sempre problemi importanti, davanti a montagne impervie e bracci di mare battuti da correnti violente. Non a caso, si contano innumerevoli incidenti ma anche leggende. Solo con il secolo scorso la situazione è migliorata.

È del 1973 il passaggio raffigurato nel primo dentello, chiamato “Við Streymin”; è capace di collegare le isole Eysturoy e Streymoy attraverso un percorso lungo 220 metri, largo 9,5 ed alto 17. La restante carta valore, invece, cita il passaggio che scavalca il fiume Sandá. Quest’ultimo scorre da Havnardalur alla spiaggia di Sandágerði; un tempo rappresentava il confine tra Tórshavn e Argir (ora quest’ultima località è solo un quartiere della capitale). Lungo 140 metri, largo 14,5 ed alto nel punto massimo 16, il “Sandábro” è stato aperto nel 2016; di fatto ne sostituisce uno precedente che risale agli anni Sessanta (continua).



25 Apr 2018
Apr 25 2018
00:53

Note classiche

Destinataria assente

Nel 1856 una lettera venne spedita da Reggio Emilia a Bologna, ma poi dovette svolgere il percorso contrario ritornando al mittente. Con un diverso onere

Un invio come altri, almeno in apparenza; venne spedito da Reggio Emilia a Bologna. Era il 3 settembre del 1856, e quindi si doveva oltrepassare un confine, dal Ducato di Modena allo Stato Pontificio. Venne affrancato attraverso un 15 centesimi, coerentemente con il tariffario per la prima distanza.

Tuttavia, la “nobilissima signora marchesa” non era in città e si decise di restituire il plico al mittente. Qualcuno pagò il secondo viaggio con 2 bajocchi, che però corrispondevano ad appena 10 centesimi. Errore? No: semplicemente, i costi erano diversi.



24 Apr 2018
Apr 24 2018
17:22

Vaticano

Lo slavo antico come lingua liturgica

Venne riconosciuto, accanto ad ebraico, greco e latino, 1150 anni fa. Da qui l’idea di un’emissione del Vaticano, in congiunta con la Slovacchia


L’annullo per le fdc

Sono trascorsi 1150 anni da quando lo slavo antico venne riconosciuto come quarta lingua liturgica accanto all’ebraico, al greco ed al latino. L’occasione per una sottolineatura postale, coordinata tra Vaticano e Slovacchia.

Il primo partner ha messo in calendario, per il 3 maggio, un foglietto, realizzato con la tecnica dell’intaglio dall’incisore Dušan Kállay su disegno di František Horniak; raffigura il momento in cui i santi Cirillo e Metodio giunsero a Roma, accolti da papa Adriano II, con le reliquie di san Clemente ed i testi dei quattro Vangeli tradotti.

L’immagine è ispirata ai mosaici conservati nell’abside della Basilica intitolata a santa Maria Maggiore a Roma ed al Codice zografense (dal monastero Zogràphos, sul monte Athos dove fu trovato), un gioiello della letteratura slava del X secolo. Il testo riportato sul francobollo, nominale da 5,95 euro (utile per una raccomandata di primo porto verso Europa e Mediterraneo), è una trasposizione dei quattro versi iniziali del primo capitolo riguardante il Vangelo di Marco. La tiratura conta su un massimo di ottantamila blocchi.



24 Apr 2018
Apr 24 2018
13:09

Appuntamenti

Tre città, tre proposte

Mostra a Trieste, convegno commerciale a Parma, conferenza a Padova. È l’agenda della settimana firmata da “Vaccari news”


Da Trieste…

Da una parte le esplorazioni nello spazio, dall’altra quelle polari. Ancora una volta, le Poste centrali di Trieste, in piazza Vittorio Veneto 1, aggiungono mostra a mostra. La prima già segnalata ed in essere fino al 26 maggio nel salone principale dell’immobile, la seconda raggiungibile sino al 31 dello stesso mese presso Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa (aperto dal lunedì al venerdì nella fascia 9-13, sabato dalle 9 alle 12.30) e spazio filatelia (dal lunedì al venerdì 8.20-13.35, sabato 8.20-12.35). “Le esplorazioni polari”, questo è il titolo preciso, prende spunto dall’emissione per il dirigibile “Italia”; propone la ricerca curata da Giampaolo Reiter del Centro regionale studi di storia militare antica e moderna: racconta l’evoluzione del settore a partire dal 1800 e fino all’impresa di Umberto Nobile. Nelle teche anche dispacci postali e relativi annulli, diorami, comunicati stampa dell’epoca.

Nel fine settimana non mancherà la borsa, questa a Parma il 27 ed il 28 aprile. È il “46° Convegno numismatico-filatelico”, ospitato presso l’hotel Parma e congressi, in via Emilia Ovest 281/a. Sarà possibile accedervi venerdì dalle 14 alle 18, sabato dalle 9 alle 18; dietro vi è il locale Circolo filatelico numismatico e del collezionismo.

Il 28, Padova firmerà “Contributi di storia postale”, conferenza voluta dall’Associazione per lo studio della storia postale. Con le 10, l’albergo Grand’Italia in piazzale Stazione accoglierà sei relatori (nel pdf allegato i dettagli). È l’unico appuntamento che ha un costo, pari a 30,00 euro, poiché prevede il pranzo.

Il Circolo filatelico bergamasco ha rinviato a data da destinarsi l’incontro che aveva previsto per il 29.



24 Apr 2018
Apr 24 2018
10:17

Pubblicità redazionale

  San Marino celebra la Giornata internazionale delle famiglie

L’Ufficio Filatelico e Numismatico sarà presente alla ventottesima Fiera Filatelica Internazionale di Essen


Annullo speciale Fiera Filatelica Internazionale di Essen

Il 13 marzo 2018 San Marino ha emesso una serie postale dedicata alla Giornata internazionale delle famiglie, ricorrenza istituita dall’ONU nel 1993 che ricade annualmente il 15 maggio.

Il celebre illustratore Riccardo Guasco interpreta il concetto di famiglia in tre francobolli: il valore da €0,70 mostra la famiglia come luogo virtuale sotto cui ripararsi, è un abbraccio, un gesto che ci fa sentire a casa anche se la casa non c’è, crea protezione e tranquillità, il riparo dove far crescere la giusta armonia tra i suoi componenti. Nel francobollo da €1,20 la famiglia è vista come una struttura alla ricerca dell’equilibrio perfetto: leggera, cosmica, luminosa, fatta da legami invisibili che creano tra i loro componenti una costellazione unica, in un mare di costellazioni nell’universo. Nel valore da €2,50 la famiglia è una pedalata in compagnia, immersa nei rumori della natura: c’è chi pedala, chi tiene il manubrio, chi segnala le buche e chi si gode il paesaggio, in un lento ma continuo movimento per restare in equilibrio su due ruote e in sintonia ed armonia con il mondo.

Valori: n.3 valori da €0,70, €1,20 ed €2,50 in fogli da 12 francobolli con bandella a sinistra del foglio - Tiratura: 35.004 serie - Stampa: offset a 4 colori, inchiostro invisibile giallo fluorescente a cura di Cartor Security Printing - Dentellatura: 13¼ x 13 - Formato francobolli: 30 x 40 mm - Bozzettista (serie e annullo): Riccardo Guasco.

L’Ufficio Filatelico e Numismatico di San Marino parteciperà alla ventottesima Fiera Filatelica Internazionale di Essen. La manifestazione filatelica si terrà dal 3 al 5 maggio 2018, presso Hall 1 A, Trade fair ground Essen, Germania, nei seguenti orari: giovedì e venerdì 10-18, sabato 10-17.

Oltre a francobolli, monete e annulli speciali del 2017, presso lo stand UFN San Marino saranno disponibili anche le altre serie postali emesse il 13 marzo 2018: Europa Ponti, Centodieci Inter 1908-2018, 50° anniversario del gemellaggio San Marino-Arbe e Auguri per tutte le stagioni. Gli abbonati potranno anche reintegrare i depositi per il servizio filatelico e numismatico 2018 e i nuovi clienti potranno iscriversi ai servizi e prenotare le nuove serie.

In occasione della fiera verrà impiegato un annullo speciale che rappresenta la storica Wasserturm (Torre dell’Acqua) di Essen.



24 Apr 2018
Apr 24 2018
08:52

Notizie dall'Italia

Nuovo accordo con le associazioni dei consumatori

A firmarlo, l’amministratore delegato di Poste italiane, Matteo Del Fante. Cresciuta la controparte: i sodalizi erano diciannove nel 2014, ora sono venti

Un àmbito, quello dei sodalizi che difendono i consumatori, particolarmente vivace. Non è un caso se la lista degli interlocutori ufficiali di Poste italiane sia cresciuta. Quattro anni fa, alla firma del periodico accordo, se ne contavano diciannove. Ieri, davanti alla nuova versione del testo, risultavano venti, sui ventidue con cui esistono contatti (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Arco, Assoconsum, Assoutenti, Casa del consumatore, Centro tutela consumatori e utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega consumatori Acli, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Udicon, Unione nazionale consumatori; i restanti sono Aeci e Konsumer).

L’obiettivo dell’intesa -dice l’operatore, per l’occasione rappresentato dall’amministratore delegato, Matteo Del Fante- è “migliorare costantemente la qualità dei prodotti e dei servizi”. Essa regola i rapporti, fissa le modalità di relazione e condivisione delle informazioni.

Confermato inoltre il tavolo tecnico di consultazione permanente, denominato cantiere consumatori: attorno vi siedono incaricati della società e della controparte. Prende visione in anteprima delle nuove offerte, esamina i principali dati inerenti a qualità e andamento dei reclami, cura la realizzazione di moduli formativi per il personale, organizza incontri sul territorio, elabora indagini finalizzate al miglioramento delle prestazioni, predispone campagne informative e guide.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366