Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria


Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

19 Nov 2018
Nov 19 2018
00:17

Dall'estero

Maglioni augurali

Nella serie natalizia, Jersey riprende un comportamento diffuso nel Regno Unito: indossare, per le festività, indumenti appropriati. Così, pure i francobolli mostrano la scollatura

I maglioni aventi come soggetto il Natale? Nel Regno Unito sono diventati popolari, soprattutto dopo che personaggi dello spettacolo hanno cominciato ad indossarli. Li si portano in casa, a scuola e persino nei luoghi di lavoro, magari durante la giornata ad essi dedicata.

Partendo da questa situazione, ecco la serie augurale di Jersey, disponibile con oggi. Disegnata da True north con effetto visivo del lavorato a mano, non solo propone soggetti allegri o tipici delle festività, ma, per richiamare il capo da indossare, gli otto francobolli autoadesivi sono tagliati in alto, idealmente per far passare il collo. Questi i valori facciali: 44, 50, 57, 65, 76, 82 e 94 pence, 1,12 sterline.



18 Nov 2018
Nov 18 2018
00:53

Libri e cataloghi

Chiusa l’“altra” Africa

Con il secondo volume, la Yvert & Tellier affida ai collezionisti la catalogazione completa del Continente nero. Perlomeno delle aree non francofone


Continente nero

Curiosamente, utilizzando la lingua di Honoré de Balzac, i capitoli riguardanti l’Africa non francofona appartengono soprattutto alla seconda parte dell’alfabeto. Così, dopo il volume che arriva al Ghana articolato in 648 pagine, è giunto quello che completa il repertorio, ma che di pagine ne ha richieste ben 1.080. Con immagini quasi sempre a colori, testi scritti in francese, valutazioni nella moneta comune.

Considerando solo gli Stati ancora esistenti, ecco listati puntualmente: Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, Kenya, Lesotho, Liberia, Libia, Malawi, Mauritius, Mozambico, Namibia, Nigeria, Ruanda, Sant’Elena, São Tomé e Príncipe, Seychelles, Sierra Leone, Somalia, Sudan (il Sud Sudan non è stato inserito ancora), Swaziland, Tanzania, Tristan da Cunha, Uganda, Zambia ed infine Zimbabwe.

Cui, ma è ovvio, si aggiungono le realtà non più attive, fra le quali Biafra, Ifni, Natal, Orange, Somalia Italiana, Togo Tedesco.

Nel Bel Paese il volume è venduto a 59,50 euro.



17 Nov 2018
Nov 17 2018
10:10

Notizie dall'Italia

Poste/2 Opportunità e consolidamento

È quanto prevede il gruppo diretto da Matteo Del Fante a proposito del settore finanziario e di quello assicurativo. I tagli al personale


Tra i cardini, il risparmio postale

Nella news precedente, le linee per i servizi postali e di bancoposta relativi a questo trimestre. Quanto al settore finanziario -prosegue il rapporto aziendale- si intendono cogliere le opportunità derivanti dalle recenti innovazioni normative, valorizzando gli attuali punti di forza: base clienti, rete e marchio.

Allo stesso tempo, il risparmio postale beneficerà dell’accordo con Cassa depositi e prestiti, siglato a dicembre 2017. Inoltre, la strategia per la gestione attiva del portafoglio di strumenti finanziari è mirata a stabilizzare il rendimento complessivo, determinato per lo più da interessi attivi e plusvalenze. Il consolidamento del rapporto con Intesa Sanpaolo porterà al lancio di due strumenti a protezione del credito e dell’immobile oggetto del finanziamento erogato.

Quanto a Poste vita, proseguirà nell’offrire prodotti di risparmio e investimento, al fine di consolidare la propria posizione e incrementare il collocamento di prodotti assicurativi a capitale non garantito. Pure nel comparto danni il gruppo supporterà gli obiettivi di crescita rappresentati nel piano strategico, con particolare interesse nel ramo infortuni e nel mercato del welfare.

Confermati infine i tagli al personale: si parla di una riduzione di 15mila persone, considerata anche l’assunzione di circa 10mila (fine).



17 Nov 2018
Nov 17 2018
01:21

Notizie dall'Italia

Poste/1 L’impegno di questi mesi

Il gruppo tra commercio elettronico, rinnovo della flotta, pagamenti digitali: il punto fino al termine del 2018


I programmi per questi mesi

Una progressiva implementazione del modello per le consegne “joint delivery”; proseguirà -inoltre- l’impiego di nuove tecnologie a supporto dei processi produttivi, con l’obiettivo di aumentare efficienza e qualità delle prestazioni, massimizzando le sinergie del network logistico-produttivo e valorizzando le potenzialità del gruppo, nonché migliorando il posizionamento competitivo sul mercato dei pacchi.

È la “bussola” orientativa di Poste italiane per il presente trimestre, nonostante l’azienda sia stata declassata da Standard & Poor’s (il giudizio è sceso da “BBB” stabile a “BBB” negativo) e Moody’s (da “Baa2” negativo a “Baa3” stabile), a seguito dell’analoga valutazione inerente al Paese nel suo complesso.

La società guarda pure alla flotta: si stanno introducendo, progressivamente, mezzi alternativi ad alimentazione elettrica per il recapito dei colli (veicoli a tre ruote), in grado di migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro, valorizzando altresì il percorso di mobilità ecologica.

Grazie a Postepay spa -costituta l’1 ottobre come istituto di moneta elettronica- lo scopo è diventare la più grande piattaforma di pagamenti digitali che, in sinergia con la rete di distribuzione più capillare, cioè quella degli uffici postali, permetterà di consolidarsi quale “motore di sviluppo e di innovazione per il Paese”. L’ultima nata “intende intercettare e guidare il cambiamento delle abitudini dei consumatori e delle imprese” creando canali, prodotti e servizi integrati. Il primo elemento è “Postepay connect”, offerta congiunta di carte prepagate e prestazioni telefoniche (continua).



16 Nov 2018
Nov 16 2018
17:35

Giornali, riviste e siti

Gli zerbini? Possono essere… interessanti

In rete diversi articoli che, con differenti misure e materiali, raffigurano buste, lettere, cartoline, annulli

Segnalare già il proprio interesse a chi arriva attraverso uno zerbino, quindi… postale? Si può, e basta dare un’occhiata su internet per scoprire alcuni dei prodotti esistenti. E magari -si vedrà nei prossimi giorni se le rispettive aziende aderiranno alla promozione- approfittare del “black friday” per acquistarli ad un prezzo scontato.

Curioso notare come anche tali articoli abbiano quali riferimenti privilegiati i mercati statunitense o francese, forse perché più attenti al settore. Lo si capisce dai soggetti -che spesso richiamano cartoline e annulli- e dai testi utilizzati. Diversi i materiali impiegati come le misure.

Andando nello specifico, in questo momento, ad esempio, ci sono quelli commercializzati da Best & cheap (costa 10,00+6,50 di spedizione), Esschert (26,29), Fantazio (29,81+4,55), Jvl (14,99), Kitchor (24,90+5,50) e Relaxdays (22,90). Ma la rete è… infinta ed altre scoperte sono possibili!



16 Nov 2018
Nov 16 2018
13:16

Notizie dall'Italia

Consegna pacchi, la situazione

La situazione e le aspettative di Poste italiane da qui al 2020. L’obiettivo è estendere la rete attraverso la quale il pubblico può ritirare quanto desiderato ed eventualmente restituirlo

Il commercio elettronico visto da Poste italiane: lungo il 2018, la gestione del recapito delle merci (o la loro resa al mittente) è stata ampliata secondo strade diverse.

Innanzitutto, adattando gli uffici postali a luogo di deposito, dove il destinatario può andare a ritirare quanto atteso.

Con lo stesso scopo, da maggio si sono aggiunte due alternative: le sedi delle controllate Kipoint (secondo l’ultimo censimento, ora sono quindici i negozi che prestano tale supporto, undici dei quali nelle stazioni ferroviarie) e Indabox (trentaquattro tra Milano e Roma).

In più, ed è la vera novità dopo molti mesi di tentennamento, ecco i puntoposte (tecnicamente definiti locker) posizionabili anche in esterno, silentemente introdotti da febbraio. Adesso tredici sono a firma diretta dell’operatore, mentre duecentottantasei appartengono ad Inpost.

Attraverso reti esterne, entro il 2020 dovranno essere attivi settemila punti (fra cui una selezione di tabaccai) e quattrocentoventi armadietti.



16 Nov 2018
Nov 16 2018
10:44

Dall'estero

Accordo con Uni global union

È la federazione internazionale dei sindacati presenti nei servizi, che ha stretto un’intesa con l’Unione postale universale


Partner dell’Upu

Sviluppo durevole, un concetto che deve mettere radici anche nell’ambiente postale, e non solo quando si parla di illustrare francobolli. Da tale obiettivo, l’accordo tra Unione postale universale e Uni global union, la federazione internazionale dei sindacati presenti nei servizi, quindi anche tra lettere e pacchi.

Il comparto -annota il direttore generale dell’agenzia onusiana, Bishar Hussein- “è un datore di lavoro importante nel pianeta (5,3 i milioni di persone che coinvolge, ndr) e un elemento attivo della società. Questa collaborazione chiarirà come gli operatori designati possano confrontarsi non solo con i dipendenti, ma anche con le comunità nelle quali sono partecipi”.

“Attraverso la rivoluzione digitale -ha aggiunto il segretario generale della controparte, Christy Hoffman- il settore si confronta con numerose difficoltà, ma in fondo le questioni essenziali restano le stesse: il diritto ad un lavoro decoroso e quello di organizzarsi e negoziare collettivamente”.

Tre i punti di riferimento che le strutture affronteranno insieme: sviluppo durevole, lavoro per la popolazione, statistiche di impiego. Toccando temi come la salute, l’invecchiamento, la formazione professionale, l’avvio di iniziative per sensibilizzare negli aspetti ambientali, economici e sociali.



16 Nov 2018
Nov 16 2018
01:00

Notizie da Vaccari

I nuovi arrivi a “Veronafil”

L’azienda Vaccari sarà presente venerdì 23 e sabato 24 novembre. Le anticipazioni su cosa troveranno i visitatori

“Vi attendiamo presso il nostro stand, venerdì 23 e sabato 24 novembre, con numerose novità, fra cui il catalogo a prezzo netto incentrato sui francobolli e sulla storia postale dell’area italiana, il volume-catalogo degli annullamenti e dei bolli dell’ufficio postale di Milano (1849-1859) e, naturalmente, tanto materiale, dagli esemplari nuovi a quelli sul loro supporto originale, riguardanti soprattutto, ma non solo, i settori in cui siamo specializzati, come ad esempio i pezzi presentati nel catalogo di vendita numero 92 dedicato agli Antichi Stati Italiani, in sconto del 15% fino al 28 novembre”.

Così annunciano dalla società Vaccari, pronta per “Veronafil”. “Relativamente al reparto editoriale, porteremo le ultime pubblicazioni, i volumi di maggiore interesse e qualche offerta particolare. Ci sarà anche l’angolo del «black friday» con forti sconti: ovviamente non avremo tutti i titoli che abbiamo a disposizione. Consigliamo pertanto di guardare nella «Libreria filatelica» e in modo particolare nelle sezioni della «1x1», degli «Sconti e offerte speciali», della «Libreria storica»; in caso ci siano volumi di proprio interesse, anche solo in visione, suggeriamo di farne richiesta via e-mail (info@vaccari.it) entro martedì 20”.

“Non mancherà il nuovo numero, il sessantesimo, di «Vaccari magazine», che vuol dire trent’anni di pubblicazione; il giro di boa sarà festeggiato, fra l’altro, con cartolina dedicata e annullo speciale in omaggio agli abbonati”.

“Cartolina e annullo speciale anche per i quindici anni di «Vaccari news». L’illustrazione è stata realizzata dall’artista Marco Ventura che sarà disponibile, assieme al direttore responsabile del quotidiano, Fabio Bonacina, a firmare le cartoline venerdì 23 dalle 11 alle 12 presso il nostro stand”.

La manifestazione, voluta dalla Scaligera, si svolgerà presso il padiglione 9 della Fiera di Verona, in viale del Lavoro; resterà aperta gratuitamente il venerdì dalle ore 10 alle 18, il sabato dalle 9 alle 18, la domenica -ma l’azienda non ci sarà- dalle 9 alle 13.



15 Nov 2018
Nov 15 2018
18:04

Notizie dall'Italia

Talvolta ritorna

Poste e artisti insieme nel territorio, il progetto per la valorizzazione degli esterni, ha raggiunto l’ufficio postale di Quarrata (Pistoia)

Talvolta ritorna: è il progetto che la società guidata da Matteo Del Fante ha definito “Paint”, abbreviazione per Poste e artisti insieme nel territorio. La nuova tappa -non caratterizzata da una specifica cerimonia inaugurale- si è sviluppata presso l’ufficio di Quarrata (Pistoia), ubicato in via Cellini 2.

All’esterno del fabbricato è stata data mano libera all’artista bolognese che lavora sotto il nome di Luogo Comune. L’opera concepita rappresenta specie differenti di volatili, i quali affollano l’ingresso della sede. L’idea creativa -è la nota aziendale- “sottolinea anche il ruolo sociale di Poste italiane e l’attenzione che riserva alle persone e alla collettività attraverso l’utilizzo di una metafora come quella della presenza degli uccelli”.

Secondo il computo ufficiale, è la prima sede toscana ad essere stata interessata dall’iniziativa, che ora ha raggiunto complessivamente ventidue immobili.



15 Nov 2018
Nov 15 2018
15:20

Appuntamenti

Conflitto/3 La mostra a Vinovo

Cimeli, uniformi, documenti e modellini, ma anche l’ufficio di posta militare ed i pannelli con i francobolli più significativi della Grande guerra

A firmare l’iniziativa sono le associazioni d’arma del territorio, in collaborazione con il Comune di Vinovo (Torino) ed il contributo del Comando militare che fa capo alla sede regionale dell’Esercito. È “La Grande guerra”, mostra di cimeli, uniformi, documenti e modellini realizzata in occasione del centenario.

Non manca la parte specifica: l’ufficio da campo messo a disposizione dalla sede subalpina di Poste italiane e la mostra a pannelli di Prodigi edizioni “La Grande guerra come non l’avete mai vista”, che approfondisce il conflitto riproducendo venti, significativi francobolli dell’epoca.

L’allestimento, ad ingresso gratuito, resterà aperto fino al 18 novembre presso il castello Della Rovere, presente nella cittadina in piazza Rey. Lungo i giorni feriali è a disposizione di gruppi e scuole su appuntamento telefonando al 338.23.13.951; sabato e domenica osserva gli orari 10-12 e 14.30-18 (fine).



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366