Vaccari News

www.vaccarinews.it


Philately
Books






The world of philately in one App

Vaccari Shop

Search in Vaccari News

Fill in one field or more to effect your search and press "search"

23 Set 2019
Set 23 2019
01:29

Dall'estero

Ancora sul palco. È Leonard Cohen

Le sue canzoni -commentano dagli sportelli postali canadesi- “parlano del desiderio e del dolore per l’amore romantico, esplorano l’oscurità e la luce dell’esperienza umana”

L’Italia, la Francia… Anche il Canada dedica francobolli ad un artista contemporaneo ed è interessante comparare gli approcci e l’esito. Al centro dell’omaggio nordamericano vi è il cantautore e compositore Leonard Cohen. Vissuto tra il 21 settembre 1934 ed il 7 novembre 2016, ha ancora brani da far scoprire: non a caso, il prossimo 22 novembre uscirà una raccolta di inediti, “Thanks for the dance”.

Intanto, il 21 settembre, nell’ottantacinquesimo anniversario dalla nascita, hanno debuttato le cartevalori, tre, tutte di taglio permanente, ora 90 centesimi di dollaro: sono raccolte in libretti da tre serie. Dovute a Paprika con fotografie di Jack Robinson, Claude Gassian e Platon, si evidenziano per le pose inconsuete assunte dal commemorato: vanno oltre al semplice ritratto, giocando poi con il cognome. Inoltre, richiamano momenti specifici della carriera, durata oltre mezzo secolo: il debutto negli anni Sessanta (il primo album, “Songs of Leonard Cohen” è del 1967) con due canzoni che hanno segnato per sempre la storia della musica, “Suzanne” e “So long, Marianne”; la rinnovata popolarità negli Ottanta e oltre, quando scrisse “Hallelujah” (del 1984); le esibizioni come parte di un tour mondiale di diciotto mesi concretizzato a settant’anni.

Nato a Montreal, segue un percorso insolito verso la musica pop. Dopo molto tempo trascorso in un’isola greca, il chitarrista autodidatta ritorna nel proprio Paese e scopre il genere folk. Comincia a scrivere canzoni. Suona in privato con la cantante Judy Collins, che poi contribuisce a farlo conoscere. Nel 2017 ha riceve postumo il premio “Juno” per l’artista dell’anno e per l’album dell’anno, mentre la canzone “You want it darker” vince il “Grammy award” 2018 quale migliore performance rock.

I suoi lavori -commentano dagli sportelli postali- “parlano del desiderio e del dolore per l’amore romantico, esplorano l’oscurità e la luce dell’esperienza umana”.



22 Set 2019
Set 22 2019
01:08

Libri e cataloghi

“Lettere” a Giovanni Paolo II

Un libro raccoglie parte delle cartoline, dei bigliettini, dei pezzi di carta che i fedeli lasciarono in piazza San Pietro all’epoca della sua agonia. E gli originali…


Il libro

C’è già chi sta lavorando per il centenario della nascita di san Giovanni Paolo II, centenario che scoccherà il 18 maggio 2020. E di certo non mancheranno i francobolli.

Nel frattempo si fa notare “Ciao, Karol” (Edizioni papaboys international, 200 pagine di grande formato a colori, 30,00 euro): raccoglie millecinquecento “lettere”, scritte da bambini e non, “spedite” nei giorni che lo portarono alla morte, avvenuta il 2 aprile 2005.

Questo volume -annota nella prefazione il suo collaboratore monsignor Paweł Ptasznik- “non è nato sulla scrivania di uno scrittore. È nato in piazza San Pietro, durante la lunga agonia”. “Non contiene delle affermazioni teoriche e astratte, ma tutto il carico di amore, di preoccupazione e di gratitudine che riempiva i nostri cuori quando stavamo in silenzio e in preghiera con lo sguardo fisso su quella finestra”. Offre, ad esempio, cartoline, bigliettini, pezzetti di carta lasciati lì dalle persone durante la veglia, senza contare le lettere ricevute per posta. “Ho pensato che si dovesse fare qualcosa per conservare tutto questo, almeno per l’archivio. Per questo motivo abbiamo chiesto al camerlengo di dare disposizioni ai servizi di pulizia di non buttare via quei biglietti, ma di raccoglierli a parte”.

Il libro è una “corposa testimonianza di quei messaggi d’amore”, “è un dono per le giovani generazioni, alle quali è affidato il futuro, affinché, in continuità con l’esempio di Giovanni Paolo II, si facciano promotrici di una cultura della pace e della non violenza”, aggiunge l’allora sindaca di Torrevecchia Teatina, Katja Baboro. Intervento non casuale: una selezione del materiale è esposta al Museo della lettera d’amore esistente nella località del Chietino.



21 Set 2019
Set 21 2019
11:47

Notizie dall'Italia

Il ricordo per Guido Giovannone

Vissuto tra il 9 febbraio 1941 ed il 30 giugno 2019, oggi gli è stato attribuito idealmente il “Premio filatelico città di Lavagna”


Guido Giovannone

Riconoscimento alla memoria quello attribuito poco fa nel contesto della mostra che ha accolto l’Associazione italiana collezionisti di affrancature meccaniche. Il “Premio filatelico città di Lavagna” è stato dedicato a Guido Giovannone, vissuto tra il 9 febbraio 1941 ed il 30 giugno 2019, una passione concentrata sui francobolli con bande di fosforo della regina Elisabetta e sulla tematica dei Caraibi.

“Protagonista della filatelia ligure organizzata per anni, è stato prima segretario e poi presidente dell’Unione filatelica ligure, oltre ad avere ricoperto incarichi a livello di circolo”, si legge nella motivazione. Che prosegue: “Con garbo e signorilità si è sempre prodigato perché il movimento filatelico regionale desse il suo meglio, appoggiando le iniziative portate avanti dalle associazioni aderenti all’Unione e, in particolare, l’evento principe «Trofeo Liguria», impareggiabile manifestazione a livello nazionale. Attivo nella promozione della filatelia tra i giovani, ha sempre aiutato e supportato iniziative in tal senso”.

“Il Circolo filatelico lavagnese e tutte le associazioni aderenti all’Unione filatelica ligure lo ricordano con affetto”.



21 Set 2019
Set 21 2019
10:06

Dall'estero

Natale/2 Auguri scintillanti

Sono quelli proposti da Aland pensando agli invii di fine anno. Due i francobolli, su cui ha lavorato Anette Gustafsson

Se per Natale la Germania ha ripreso il tema religioso (notizia precedente), Aland ha preferito l’immagine grafica, avendo coinvolto Anette Gustafsson.

La sua idea è stata catturare la bellezza congelata dei cristalli di neve attraverso l’uso versatile dell’acquerello. La missione, però, si è rivelata più complicata del previsto. “Ho lavorato con le illustrazioni per tante settimane e ho vissuto una grande sfida, poiché ho dovuto adattare il mio stile alle aspettative”. “Alla fine, sono stata soddisfatta molto”. “L’acquerello è un materiale musicale divino, che consente la giocosità del processo con un pizzico di sorpresa e spontaneità che ritengo allettante. Quando dipingo mi trovo in uno stato quasi meditativo. Non sono tentata dal tratto più preciso o dettagliato, ma mi piace catturare l’atmosfera e la luce”.

La serie è organizzata in due tagli: uno è per gli invii augurali interni (ha testo “Julpost”, costo attuale 0,90 euro), l’altro è per i rapporti internazionali (“Världen”, 1,80). Arriveranno il 24 ottobre (fine).



21 Set 2019
Set 21 2019
01:16

Dall'estero

Natale/1 La Germania cita Chartres

Curiosa scelta di Berlino: riprende la nascita di Gesù come proposta in una vetrata esistente nella cattedrale della città francese


Dalla Francia

In fogli da dieci su carta gommata, o in libretti con lo stesso numero di francobolli ma autoadesivi. È l’omaggio che la Germania è pronta ad emettere il 10 ottobre per… Natale (la serie italiana -giusto per fare un esempio- è ancora sconosciuta persino nella data della disponibilità).

Da 0,80+0,40 euro, il dentello teutonico porta il nome di Marvin Hüttermann e dell’agenzia Nexd. Curiosamente, il soggetto scelto proviene dalla cattedrale di Notre-Dame esistente nella francese Chartres. È un dettaglio di una delle vetrate presenti, quella che narra l’incarnazione del figlio di Dio. Nell’angolo in basso a destra della grande finestra c’è la scena utilizzata nella vignetta. Le tende laterali si aprono per rivelare un evento che i cristiani di tutto il mondo celebrano il 25 dicembre di ogni anno: la nascita del Salvatore. Si aggiungono Maria e Giuseppe; lei indica Gesù nella mangiatoia, mentre il bue e l’asino sullo sfondo danno al bambino il loro calore e un benvenuto nel mondo (continua).



20 Set 2019
Set 20 2019
18:49

San Marino

Inaugurato nel 1894

Dopo centoventicinque anni, un ulteriore richiamo postale al palazzo Pubblico di San Marino. Arriverà nel gruppo di titoli del 2 ottobre


L’annullo fdc

Sopra, come si presenta dall’esterno; sotto, i due francobolli che propongono altrettanti ambienti interni. È il foglietto che San Marino, il 2 ottobre, dedicherà al palazzo Pubblico, già rappresentato in passato numerose volte.

Costruito sul sito della trecentesca domus Comunis magna, fu progettato dall’architetto romano Francesco Azzurri ed inaugurato il 30 settembre 1894. Quindi centoventicinque anni fa: da qui l’occasione per il richiamo postale. È la sede dei principali organi istituzionali della Repubblica, l’opera edilizia più significativa della realtà urbana locale.

Il blocco è stato stampato in trentamila copie; impiega foto di Gabriele Mazza. Riporta una veduta della facciata neogotica, sostenuta da tre arcate a sesto acuto poggianti su pilastri ottagonali; le due cartevalori, nominali da 1,60 euro ed utili per il terzo porto ordinario interno ma di formato medio, mostrano la sala del Consiglio grande e generale, utilizzata anche per tante cerimonie, e l’atrio da cui parte lo scalone che conduce al piano superiore.



20 Set 2019
Set 20 2019
15:28

Pubblicità redazionale

  Filatelia a domicilio

Non solo francobolli, ma una ricca gamma di prodotti filatelici a portata di click


La filatelia non è solo un hobby. È passione per la storia, per la cultura e per le nostre radici; arte, storia e cultura da vivere e collezionare. Un modo sorprendente e diverso di leggere il nostro passato e il nostro presente attraverso immagini, loghi e illustrazioni; opere d’arte in miniatura, capaci di evocare un mondo di avvenimenti, notizie, personaggi illustri, luoghi e tradizioni da non dimenticare.

Chi sceglie l’abbonamento filatelico di Poste italiane riceve direttamente a domicilio le carte valori postali e i prodotti filatelici, con la comodità e la sicurezza di non perdere mai un’emissione; ed è molto facile.

Per diventare abbonato bastano tre semplici mosse: ritirare il modulo in uno degli sportelli filatelici presenti negli uffici postali oppure stamparlo - completo delle condizioni generali di vendita e dell’informativa sul trattamento dei dati - dal sito www.poste.it o tramite il link sottostante; compilarlo in ogni sua parte; inviarlo in busta chiusa a Poste Italiane S.p.A. - Corporate Affairs - Filatelia - Via della Chimica 8 - 00144 Roma. Ulteriori informazioni sono comunque disponibili presso gli uffici postali o chiamando il numero gratuito 803.160.

Oltre alle emissioni filateliche, è possibile scegliere cosa si desidera ricevere tra una ricca gamma di prodotti filatelici collegati ai francobolli: i folder, i foglietti, i libretti, i bollettini illustrativi, le cartoline, le tessere filateliche e molto altro ancora.



20 Set 2019
Set 20 2019
12:33

Dall'estero

Artisti/2 Le idee per Boris Vian

La Francia ha individuato tre proposte dedicate allo scrittore, paroliere e trombettista nato nel 1920. Ora fa scegliere al pubblico l’alternativa preferita

Se dall’Italia il 2 ottobre giungeranno tre francobolli per Lucio Dalla, Pino Daniele e Giorgio Gaber che già dalla descrizione si palesano come non entusiasmanti (notizia precedente), la Francia si fa notare per il coinvolgimento del pubblico.

L’iniziativa riguarda Boris Vian, vissuto tra il 10 marzo 1920 ed il 23 giugno 1959, ora ricordato, fra l’altro, come scrittore, paroliere e trombettista. Verrà commemorato l’anno prossimo nel centenario trascorso dalla nascita. Ebbene, La poste ha diffuso tre alternative per il bozzetto, consentendo al pubblico di scegliere la preferita accendendo ad una pagina internet dove votare. Lo può fare chiunque, purché si esprima entro il 26 settembre.

Le idee, emerse da una precedente selezione, sono di Patte & Besset, capaci -spiegano da Parigi- di raccontare il personaggio tenendo conto del suo universo, della personalità e dell’epoca. “Ha scritto e ricevuto migliaia di lettere”, annota la mandataria nonché direttrice del patrimonio che ha lasciato, Nicole Bertolt. “Per questo motivo, la collaborazione con La poste ci è sembrata molto naturale” (fine).



20 Set 2019
Set 20 2019
10:22

Emissioni Italia

Artisti/1 Arrivano i cantautori

Il 2 ottobre gli omaggi a Lucio Dalla, Pino Daniele e Giorgio Gaber. I francobolli ne presentano i ritratti, “incorniciati” da parte di un disco in vinile

Delimitati dal particolare di un disco in vinile, è lo stesso accorgimento che contraddistingue i precedenti francobolli dedicati alla serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, raffigurano rispettivamente i ritratti di Lucio Dalla (il bozzetto è stato elaborato da Tiziana Trinca), Pino Daniele (Gaetano Ieluzzo) e Giorgio Gaber (genericamente dal centro filatelico attivo all’interno dell’Istituto poligrafico e zecca dello stato).

È quanto anticipa il ministero allo Sviluppo economico circa l’emissione attesa per il 2 ottobre. Le cartevalori si presenteranno tutte come dei “B”: dal costo di 1,10 euro, potranno essere impiegate per spedire cartoline o lettere ordinarie contenute nei venti grammi, purché dirette all’interno del Paese. Dal punto di vista tecnico sono state stampate, su supporto autoadesivo, in ottocentomila unità per soggetto, con fogli da quarantacinque (continua).



20 Set 2019
Set 20 2019
01:34

Notizie dall'Italia

Questi codici “individuano” il portalettere

La nuova stringa numerica è impressa da macchine operative a Bologna e Milano Peschiera Borromeo. Evitano la separazione manuale successiva

Un’ulteriore codificazione si… aggira fra le buste trattate da Poste italiane. Si associa alle abituali barrette delle macchine ripartitrici ed è leggibile all’occhio umano. È composta da due stringhe numeriche, una con cinque cifre e la seconda da quattro. La prima è intuibile facilmente: indica il codice di avviamento postale del destinatario. La restante, invece, identifica il singolo portalettere che dovrà portargli l’oggetto in questione.

Rappresenta la traccia lasciata dalle ultime apparecchiature Xms; queste lavorano contemporaneamente sia i plichi normalizzati, sia i formati “flat”, ovvero fino agli “A4”. Per ora si trovano solo a Bologna e a Milano Peschiera Borromeo (la previsione è di estendere la copertura nel 2020); consentono di predisporre, già nell’impianto, il pacchetto di oggetti da far avere allo specifico postino. Evitando, così da risparmiare tempo, che la cernita venga svolta a mano successivamente.

A proposito di strutture, ora l’azienda le definisce così: centro di smistamento complesso (è l’ex centro meccanizzato postale) e, a scendere, centro di smistamento superiore, centro di smistamento standard, centro di smistamento base, centro operativo.



To go on reading "Vaccari news" click "news archives".



VaccariNews


Copyright © March 2003 - Vaccari srl
all rights reserved

Law Court of Modena registration
n. 1854, 4 December 2007

editor Fabio Bonacina
publishing director Valeria Vaccari
editorial staff and press office Claudia Zanetti

Vaccari news runs on software designed, developed and maintained by internet images & fabioferrero.it.

All contents of this site, html pages and images included, are protected by copyright.
In case of publication or reference, please quote Vaccari News and advise the editorial staff at info@vaccari.it

Vaccari srl is not responsible for links (tested at first insertion) not properly functioning or that may cause problems.
A notice will be appreciated.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - VAT n. IT-1917080366