Vaccari News

www.vaccarinews.it


Philately
Books






The world of philately in one App

Vaccari Shop

Search in Vaccari News

Fill in one field or more to effect your search and press "search"

20 Set 2019
Set 20 2019
12:33

Dall'estero

Artisti/2 Tre idee per Boris Vian

La Francia ha individuato tre proposte dedicate allo scrittore, paroliere e trombettista nato nel 1920. Ora fa scegliere al pubblico l’alternativa preferita

Se dall’Italia il 2 ottobre giungeranno tre francobolli per Lucio Dalla, Pino Daniele e Giorgio Gaber (notizia precedente) che già dalla descrizione si palesano come non entusiasmanti, la Francia si fa notare per il coinvolgimento del pubblico.

L’iniziativa riguarda Boris Vian, vissuto tra il 10 marzo 1920 ed il 23 giugno 1959, ora ricordato, fra l’altro, come scrittore, paroliere e trombettista. Verrà commemorato l’anno prossimo nel centenario trascorso dalla nascita. Ebbene, La poste ha diffuso tre alternative per il bozzetto, consentendo al pubblico di scegliere la preferita accendendo ad una pagina internet dove votare. Lo può fare chiunque, purché si esprima entro il 26 settembre.

Le idee, emerse da una precedente selezione, sono di Patte & Besset, capaci -spiegano da Parigi- di raccontare il personaggio tenendo conto del suo universo, della personalità e dell’epoca. “Ha scritto e ricevuto migliaia di lettere”, annota la mandataria per la sua opera, nonché direttrice del patrimonio che ha lasciato, Nicole Bertolt. “Per questo motivo, la collaborazione con La poste ci è sembrata molto naturale” (fine).



20 Set 2019
Set 20 2019
10:22

Emissioni Italia

Artisti/1 Arrivano i cantautori

Il 2 ottobre gli omaggi a Lucio Dalla, Pino Daniele e Giorgio Gaber. I francobolli ne presentano i ritratti, “incorniciati” da parte di un disco in vinile

Delimitati dal particolare di un disco in vinile, è lo stesso accorgimento che contraddistingue i precedenti francobolli dedicati alla serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, raffigurano rispettivamente i ritratti di Lucio Dalla (il bozzetto è stato elaborato da Tiziana Trinca), Pino Daniele (Gaetano Ieluzzo) e Giorgio Gaber (genericamente dal centro filatelico attivo all’interno dell’Istituto poligrafico e zecca dello stato).

È quanto anticipa il ministero allo Sviluppo economico circa l’emissione attesa per il 2 ottobre. Le cartevalori si presenteranno tutte come dei “B”: dal costo di 1,10 euro, potranno essere impiegate per spedire cartoline o lettere ordinarie contenute nei venti grammi, purché dirette all’interno del Paese. Dal punto di vista tecnico sono state stampate, su supporto autoadesivo, in ottocentomila unità per soggetto con fogli da quarantacinque (continua).



20 Set 2019
Set 20 2019
01:34

Notizie dall'Italia

Questi codici “individuano” il portalettere

La nuova stringa numerica è impressa da macchine operative a Bologna e Milano Peschiera Borromeo. Evitano la separazione manuale successiva

Un’ulteriore codificazione si… aggira fra le buste trattate da Poste italiane. Si associa alle abituali barrette delle macchine ripartitrici ed è leggibile all’occhio umano. È composta da due stringhe numeriche, una con cinque cifre e la seconda da quattro. La prima è intuibile facilmente: indica il codice di avviamento postale del destinatario. La restante, invece, identifica il singolo portalettere che dovrà portargli l’oggetto in questione.

Rappresenta la traccia lasciata dalle ultime apparecchiature Xms; queste lavorano contemporaneamente sia i plichi normalizzati, sia i formati “flat”, ovvero fino agli “A4”. Per ora si trovano solo a Bologna e a Milano Peschiera Borromeo (la previsione è di estendere la copertura nel 2020); consentono di predisporre, già nell’impianto, il pacchetto di oggetti da far avere allo specifico postino. Evitando, così da risparmiare tempo, che la cernita venga svolta a mano successivamente.

A proposito di strutture, ora l’azienda le definisce così: centro di smistamento complesso (è l’ex centro meccanizzato postale) e, a scendere, centro di smistamento superiore, centro di smistamento standard, centro di smistamento base, centro operativo.



19 Set 2019
Set 19 2019
19:23

Emissioni Italia

Ritratto per Enrico De Nicola

Il capo provvisorio dello Stato e primo presidente della Repubblica verrà ricordato con un francobollo l’1 ottobre, nel sessantesimo anniversario dalla morte


Affollato

Citato -ma non sono gli unici esempi- nell’affollato 150 lire dell’1 giugno 1976 e nel foglietto da 95 centesimi del 27 dicembre 2017, torna il richiamo al capo provvisorio dello Stato, e poi primo presidente della Repubblica, Enrico De Nicola.

Adesso lo si vuole ricordare nel sessantesimo (sic!) anniversario dalla morte: visse infatti tra il 9 novembre 1877 e l’1 ottobre 1959. Il tributo arriverà dunque l’1 ottobre 2019.

È un ulteriore “B”, utile per gli invii di primo porto ordinari e nazionali, attualmente dal costo di 1,10 euro. Autoadesivo, sarà disponibile in seicentomila esemplari allestiti in fogli da quarantacinque.

Impiega una foto proveniente dall’Archivio Bruni ed associata alla bandiera italiana.



19 Set 2019
Set 19 2019
17:20

Emissioni Italia

Protagonista, l’acqua

È “oggetto di notevoli interessi, privati e pubblici, in particolare intreccio fra loro e tali da determinare situazioni conflittuali”. Lo ricorda il presidente del Tribunale superiore delle acque pubbliche, Stefano Schirò

Protagonista, l’acqua, “da sempre, oggetto di notevoli interessi, privati e pubblici, in particolare intreccio fra loro e tali da determinare situazioni conflittuali di non agevole composizione”. Lo annota nel bollettino illustrativo il presidente del Tribunale superiore delle acque pubbliche, Stefano Schirò, spiegando il contesto dal quale è emerso il francobollo odierno.

Nel 1865 la materia fu fatta rientrare nella competenza del giudice ordinario per quanto atteneva alla protezione dei diritti soggettivi e in capo al Consiglio di stato per la tutela degli interessi legittimi. Il progredire dell’industria e la necessità di sfruttare al meglio le risorse idriche avevano portato alla creazione di una complessa normativa, che richiedeva una giurisdizione specifica, in grado di trattare e risolvere articolate questioni anche sul piano tecnico. Da qui la creazione di un riferimento che cumulasse in sé la giurisdizione civile e amministrativa; nel 2019 cade il centenario del Tribunale superiore delle acque pubbliche, cui si aggiungono i collegati Tribunali regionali. “Per quanto poco conosciuto nelle sue funzioni e nella sua giurisprudenza”, presidia “un ambito di particolare rilievo, quello dell’acqua, al tempo stesso risorsa ambientale, investimento infrastrutturale, bene comune e diritto umano fondamentale; una risorsa imprescindibile per la vita umana, sempre più cruciale per l’economia e la politica internazionale”.

Raccolta in fogli da quarantacinque esemplari, la carta valore è autoadesiva e stampata in ottocentomila unità. Costa 1,10 euro (lo sottintende la “B”) e serve a spedire lettere ordinarie di primo porto, o cartoline, all’interno del Paese. La vignetta, di Fabio Abbati, raffigura le arcate dell’acquedotto Claudio, uno dei più importanti dell’Antica Roma, costruito tra il 38 ed il 52 dopo Cristo; si aggiunge il logo dell’istituzione commemorata. L’annullo del primo giorno è in uso presso lo spazio filatelia di piazza San Silvestro 20 a Roma.



19 Set 2019
Set 19 2019
14:49

Appuntamenti

Da scoprire: è il telegrafo ottico

Quello esistente a Pastrengo (Verona) verrà aperto al pubblico il 20 ed il 21 settembre, contemporaneamente alle “Giornate europee del patrimonio”

A proposito delle “Giornate europee del patrimonio”: accanto alla proposta, segnalata ieri, di Camerata Cornello (Bergamo), se ne evidenzia un’altra. Avrà come riferimento Pastrengo (Verona) grazie al Centro turistico giovanile “El vissinel”, che renderà accessibile il locale telegrafo ottico. La possibilità è stata fissata per sabato 20 settembre dalle ore 15 alle 17.30 nonché per domenica 21 dalle 10 alle 12.30; l’ingresso è libero.

La struttura, sede del sodalizio, è di proprietà del Comune. Venne costruita nel 1865 alla sommità del colle di San Martino per mettere in comunicazione la piazzaforte austriaca con le altre costruzioni militari del “Quadrilatero”. Ha forma esagonale, con un diametro di circa 12 metri ed un’altezza di 8,5; si articola su due piani.

I sistemi di comunicazione diurno e notturno erano tra loro distinti. Con la luce si ricorreva al cosiddetto “lampo di colore”. Sulla superficie esterna dell’edificio, interamente intonacata di bianco, venivano fissati ad appositi ganci, ancora oggi visibili, dei pannelli in legno mobili. Tali lastre erano scure da un lato e di colore identico a quello del muro dall’altro. Manovrandole dall’interno con manovelle e funi, era possibile ottenere le seguenti combinazioni, basate sull’alfabeto Morse: uno sportello visibile equivaleva al punto; due alla linea, entrambi mimetizzati intendevano segnalare la pausa.

Quando vi era buio, la trasmissione delle notizie, per brevi e medie distanze ovvero sino a qualche chilometro, si effettuava invece dal piano superiore con segnali luminosi prodotti da lampade a petrolio. Tali apparecchiature venivano posizionate in corrispondenza delle ventidue aperture circolari, orientate verso le diverse stazioni riceventi. Quindi era possibile evidenziare, basandosi sempre sull’alfabeto Morse, il punto scoprendo una sola lampada e la linea con entrambe.

All’interno dello stabile vi è un museo finalizzato a farne conoscere la storia, senza trascurare la famosa carica svolta dai carabinieri nel 1848 e le quattro fortezze asburgiche locali.



19 Set 2019
Set 19 2019
11:13

Libri e cataloghi

Paul McCartney e i nipotini

Ora tradotto in italiano, è il libro “Che storia, nonno!”. Rivolto ai giovanissimi, narra di viaggi stravaganti. Questi ultimi sono evocati dal sistema postale sin dalla pubblicità


Un nonno particolare

“Ho scritto questo libro per tutti i nonni e i bambini del mondo, affinché abbiano una bella storia da leggere insieme”. Ad annunciarlo è il cantautore Paul McCartney, una carriera “esplosa” come bassista nei Beatles. Suo è “Che storia, nonno!”, illustrato da Kathryn Durst e tradotto in italiano per opera di Harper Collins (32 pagine, 16,00 euro).

Protagonista è il nonno di Lucy, Tom, Em e Bob, un tipo davvero unico, garantiscono dalla casa editrice. Un intrepido esploratore che ama l’avventura e non si tira indietro di fronte a nulla... un po’ come Mary Poppins, ma più moderno. Ha una bussola magica, con cui trascina i nipotini in mille avventure, una più incredibile dell’altra, nei più sperduti angoli del mondo. L’invito è di accompagnarli mentre cavalcano pesci volanti, schivano mandrie imbufalite e sfuggono a micidiali valanghe.

Ma l’idea del viaggio, al solito, “traina” anche elementi postali, a cominciare dalla pubblicità, dove compaiono pseudo francobolli, annulli inventati, una busta di posta aerea. E poi…



19 Set 2019
Set 19 2019
00:52

Dall'estero

Un decennio in tre francobolli

Le cartevalori citano l’introduzione dell’euro, le scoperte tecnologiche e scientifiche, il terrorismo. Sono raccolte in un foglietto che la Spagna emetterà oggi

Quali sono i fatti più importanti registrati nei primi dieci anni del nuovo millennio? La Spagna ne ha focalizzati tre, protagonisti di altrettanti francobolli pronti ad arrivare agli sportelli oggi. Sono raccolti in un foglietto sagomato, il cui bordo elenca altri elementi (fondazione di Facebook compresa); costituiscono la nuova tappa del percorso a puntate dedicato alle generazioni, in questo caso a quella del Duemila.

Il taglio da 60 centesimi (nel blocco è l’ultimo in basso) cita l’introduzione della moneta comune; il 70 documenta i progressi tecnologici e scientifici, in particolare il genoma umano. Più difficile da capire è l’1,40 euro: evoca il terrorismo, dagli attacchi dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti fino a quello di Madrid dell’11 marzo 2004; a quest’ultima data fa riferimento la sigla “11M”, presente nella vignetta.



18 Set 2019
Set 18 2019
18:34

Appuntamenti

Alla scoperta del maniscalco

È la proposta del Comune di Camerata Cornello (Bergamo) insieme al Museo dei Tasso e della storia postale, in svolgimento (salvo pioggia) il 21 e il 22 settembre


Dal 21 al 22 settembre

In arrivo le “Giornate europee del patrimonio”, per le quali la Francia ha emesso una serie di francobolli volta a sensibilizzare il pubblico. Sul tema, in Italia si sono organizzati anche il Comune di Camerata Cornello (Bergamo) insieme al Museo dei Tasso e della storia postale, che danno appuntamento al 21 ed al 22 settembre. L’iniziativa continentale 2019 s’intitola “Un due tre... Arte! Cultura e intrattenimento” e nel centro della val Brembana verrà organizzata la proposta “Nella bottega del maniscalco”, dedicata all’antica pratica della mascalcia.

Cornello -ricordano dalla sede- è un borgo di origine medievale cui ancora oggi si accede solo a piedi. Fu un importante centro di scambi commerciali e di passaggio per le persone e le merci, grazie alla presenza della via Mercatorum. Qui si svolgevano diverse attività, ospitate nei negozi; vi era anche lo specialista nel ferrare gli equini, come testimonia un affresco all’interno della locale chiesa, in cui è raffigurato sant’Eligio protettore dei maniscalchi.

È un lavoro antico e affascinante, che sarà riscoperto grazie all’impegno di Lorena e Riccardo Redondi (le loro dimostrazioni si terranno sabato alle 15.45, domenica pure alle 11.15). Dalle 10 alle 18 di entrambi i giorni ci sarà il mercatino di artigianato e prodotti tipici, si scoprirà una carrozza storica, si potrà andare a cavallo (dalle 14 alle 15); previste le visite al borgo (sabato alle 15, domenica anche alle 10.30). La partecipazione è libera; in caso di pioggia, l’evento verrà annullato.



18 Set 2019
Set 18 2019
15:58

San Marino

Rossoneri da minifoglio

Al pari della Juventus, il Milan verrà citato da San Marino attraverso una confezione da dodici esemplari con bandella a sinistra

Accanto alla Juventus, ecco il Milan. Perché anche la squadra rossonera riceverà un ulteriore francobollo da San Marino. Non in occasione di una vittoria, ma nel centoventesimo anniversario dalla fondazione. Seguendo quindi il foglietto per il secolo emesso il 20 settembre 1999, articolato in sei esemplari diversi da 800 lire o 41 centesimi.

“Ha scritto memorabili pagine di storia calcistica, diventando uno dei club più forti e famosi nel mondo”, annotano dal monte Titano.

Il nuovo tributo, un dentello da 2,20 euro, arriverà il 2 ottobre, tirato in 70.008 esemplari. È organizzato in confezioni da dodici che hanno una banda decorativa sulla sinistra. Artefice: Matteo Sammarini.



To go on reading "Vaccari news" click "news archives".



VaccariNews


Copyright © March 2003 - Vaccari srl
all rights reserved

Law Court of Modena registration
n. 1854, 4 December 2007

editor Fabio Bonacina
publishing director Valeria Vaccari
editorial staff and press office Claudia Zanetti

Vaccari news runs on software designed, developed and maintained by internet images & fabioferrero.it.

All contents of this site, html pages and images included, are protected by copyright.
In case of publication or reference, please quote Vaccari News and advise the editorial staff at info@vaccari.it

Vaccari srl is not responsible for links (tested at first insertion) not properly functioning or that may cause problems.
A notice will be appreciated.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - VAT n. IT-1917080366