Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentotutti Anno2014
Parole Mesetutti
trovati 1593 oggetti
>
26 Dic 2014
Dic 26 2014
10:23

Giornali, riviste e siti

Muore sceicco grande compratore. Ed ora rimangono i debiti

È il qatarino Saud bin Mohammed bin Ali Al Thani, che l’estate scorsa si è fatto notare per aver acquistato quasi tutto il materiale di Guyana Britannica offerto da Feldman. Però…


Parte dell’articolo pubblicato da “Linn’s”

Uno sceicco qatarino che ha fatto furore anche in aste filateliche, acquistando francobolli rari e chiedendo poi una dilazione (accordatagli) nei pagamenti. È la storia del quarantottenne Saud bin Mohammed bin Ali Al Thani, complicata da un imprevisto: il 9 novembre egli è morto e l’azienda che ha battuto i lotti, la Feldman, adesso cerca di recuperare il recuperabile.

L’uomo è stato il maggior acquirente, cioè si è aggiudicato quasi tutti i lotti, durante la vendita della collezione di Guyana Britannica messa insieme da John du Pont e ceduta dalla ditta elvetica qualche mese fa. Partecipò personalmente alla sessione e, per ottenere quanto desiderato, non si peritò di offrire molto alto, spesso decuplicando le stime di partenza. In seguito, si accaparrò altri reperti.

All’avvio della sessione -spiega Matthew Healey sulla rivista “Linn’s stamp news”- avrebbe concordato con la controparte un pagamento immediato del trentacinque percento, impegnandosi al saldo nel corso del tempo. Una successiva rinegoziazione aveva registrato un pagamento di 872mila dollari sui 7,5 milioni dovuti, lasciando il resto a rate mensili.

Ora il contenzioso è stato portato negli Stati Uniti, perché la concorrente Sotheby’s ha in gestione, quale garanzia di un prestito, parecchio materiale di proprietà del personaggio; secondo la controparte, potrebbe essere utile a ripianare il debito, poiché il suo valore sarebbe molto più alto della cifra dovuta.

Lo sceicco, in ogni caso, non sarebbe l’acquirente dell’1 centesimo magenta, appartenente al medesimo, storico, collezionista ma affidato al battitore nordamericano e ceduto qualche settimana prima a 9.480mila dollari.



26 Dic 2014
Dic 26 2014
00:27

Notizie dall'Italia

Presepi protagonisti

Quattro gli annulli annunciati; tre verranno impiegati oggi a Napoli, Maranola (Latina) e Chia (Viterbo). L’ultimo sarà disponibile a Tricase (Lecce) il 6 gennaio

Alle spalle il Natale, la tradizione marcofila continua, preparandosi all’Epifania. Nessun aggiornamento per gli annulli introdotti ad iniziativa di Poste italiane, ma si aggiungono altri richiesti da privati, tre dei quali saranno impiegati oggi.

A Napoli, la sede locale dell’Associazione italiana amici del presepe ne ha commissionato uno, al fine di valorizzare la mostra artistica specializzata; gli addetti dell’operatore accetteranno buste e cartoline in via Duomo 286, dalle 8.30 alle 16.30.

Nel pomeriggio toccherà all’Associazione culturale Maranola nostra ed al Comitato festeggiamenti san Giovenale. La prima dà appuntamento a Maranola (Latina), in via Campanile dalle 15.30 alle 20.30; la seconda a Chia (Viterbo) in via del Lavatoio 5 tra le 16 e le 20. In entrambi i casi si tratta di annunciare i locali presepi viventi.

La stessa rappresentazione dal vero sarà citata, ma il 6 gennaio, a Tricase (Lecce), già protagonista di un francobollo da 45 centesimi emesso il 30 ottobre 2004. In questo frangente, l’iniziativa proviene dal Comitato presepe vivente Tricase onlus; lo sportello avanzato sarà operativo in località Monte Orco dalle 17 alle 20.



25 Dic 2014
Dic 25 2014
17:43

Appuntamenti

La Federazione dice addio ad “Italia 2015”

Margini operativi scaduti per organizzare un allestimento tradizionale. Da qui la chiusura definitiva del capitolo


Da Palermo l’auspicio, inascoltato, per Milano

“La Federazione fra le società filateliche comunica di aver inviato alla Fepa, la Federazione fra le associazioni filateliche europee, la propria rinuncia ad organizzare la manifestazione filatelica europea «Italia 2015»”, per la quale già aveva definito “la programmazione secondo una formula innovativa e originale, che utilizzava le più moderne tecnologie e sarebbe stata applicata per la prima volta al mondo”.

Così la Fsfi ha formalmente archiviato il progetto, per troppo tempo rimasto nel limbo in mancanza di supporti da parte di Poste italiane. Forse sarà un caso, ma la notizia è giunta ieri, a ridosso del pensionamento di Marisa Giannini. Certo è che, ormai, sarebbe stato impossibile organizzare qualcosa per bene; l’aveva detto a chiare lettere il presidente dei circoli, Piero Macrelli, due mesi fa a “Romafil”: pur rinviando l’appuntamento milanese alla fine dell’anno, i tempi sarebbero stati stretti. Nonostante i confronti e le richieste, dalla società non è giunta alcuna vera risposta ed i margini operativi sono spirati.

Gli interessati ad iniziative di grande respiro dovranno rivolgersi, quindi, ad Essen, Londra ed Atene.



25 Dic 2014
Dic 25 2014
11:20

Dall'estero

Natale? Fa rima con postale

La festività letta dietro agli sportelli, dal Canada al Portogallo. Il fenomeno delle missive spedite dai bambini, e non solo…


Uno dei francobolli “canori” della Grecia

Se tutto andrà come previsto, secondo i dati diffusi dall’Unione postale universale, a torta finita saranno oltre 7 milioni le lettere di queste settimane destinate, in tutto il mondo, a Babbo Natale. O, naturalmente, ai suoi “colleghi”, da san Nicola a Nonno Gelo.

In Canada, ad esempio, i portalettere incaricati sono in grado di rispondere alle missive in una trentina di lingue. Solo nel 2013 hanno trattato 1.480.000 testi, con un incremento, rispetto a dodici mesi prima, del dieci per cento. La Francia ha dichiarato di aver raggiunto, sempre lungo il 2013, il numero record di 1.220.000 pezzi, mentre sia il Brasile sia gli Stati Uniti valutano il proprio contributo superiore al milione.

Tra gli altri Paesi dove la tradizione è più sentita ecco l’Australia (con 150mila testimonianze), il Belgio (76.500), l’Eire (125mila), la Finlandia (500mila), la Germania (645mila), la Grecia (90mila), l’Italia (170mila), il Portogallo (100mila), la Russia (340mila), la Spagna (253mila), la Svezia (22mila) e la Svizzera (18.386).

In alcune situazioni l’operatore fa di più. Il Brasile ha festeggiato il quarto di secolo raggiunto dalla campagna “Papai Noel dos Correios”. Per l’occasione, alcuni degli scritti ricevuti nel tempo, i più significativi, sono stati esposti a São Paulo. In Eire, da tre decenni, 9mila postali si cautelano che i giovanissimi mittenti ricevano una risposta ben prima del 24 dicembre. In Belgio si lavora molto a scuola e ci si rivolge a san Nicola: nei giorni scorsi Bpost ha ricevuto, solo dalle classi, 11.500 testimonianze collettive, per una partecipazione stimata di 300mila alunni. In Spagna gli interlocutori tradizionali sono anche i re magi: ciò vuol dire che l’esperienza proseguirà sino al 6 gennaio.

Tra i tanti francobolli emessi per le feste, si fanno notare quelli giunti dalla Grecia il 12 dicembre. Sono quattro allegri valori, da 72 e 90 centesimi (due per taglio); hanno un codice “Qr”, che porta al repertorio canoro del momento.

C’è pure la solidarietà. In Portogallo Pai Natal si assicura che duemila bimbi svantaggiati vedano i propri auspici esauditi: le richieste da loro espresse sono pubblicate in un sito e disponibili in alcuni uffici postali, affinché i privati possano adottare un’epistola ed aiutare il mittente; i pacchi vengono consegnati senza oneri.



25 Dic 2014
Dic 25 2014
00:57

Vaticano

Nel manuale l’“Adorazione di Gesù Bambino”

Citazione artistica per l’annullo con cui le Poste del pontefice sottolineano il Natale. L’opera è attribuita a Francescuccio Ghissi


Annullo natalizio

Natale, e non poteva mancare l’annullo firmato dalle Poste vaticane, riportante la data di oggi.

Vi è citato un particolare tratto dal dipinto “Adorazione di Gesù Bambino”. L’opera -realizzata su tavola utilizzando tempera ed oro- è conservata nella pinacoteca dei Musei locali ed attribuita a Francescuccio Ghissi, attivo nella seconda metà del XIV secolo.

Il manuale sarà richiedibile sino al 24 gennaio.

Predisposta pure la busta di rito, sciolta (in vendita a 4,00 euro più 1,50 di spese postali) o raccolta in folder (7,00+2,50). In ogni caso, è affrancata con l’85 centesimi emesso per la ricorrenza il 21 novembre scorso.



24 Dic 2014
Dic 24 2014
21:03

Notizie dall'Italia

Filatelia - È Pietro La Bruna il nuovo responsabile

Subentra a Marisa Giannini; l’incarico sarà operativo con il 2 gennaio. L’elemento da sottolineare: è collezionista di francobolli


Pietro La Bruna

È Pietro La Bruna il nuovo riferimento di Poste italiane per i filatelisti. Anzi, ad essere precisi, dal punto di vista operativo lo sarà con il 2 gennaio.

Cinquantaduenne, è sposato e ha due figlie, di dieci e tredici anni. È dirigente dal 2005, ma con “precedenti” specializzati. Dal 1998 al 2003, infatti, è stato nell’allora divisione filatelia con l’incarico di responsabile servizio allestimento e distribuzione. Tanto è vero che c’è chi lo ricorda nello staff delle manifestazioni. Poi, il passaggio a mercato privati, con un curriculum che l’ha portato su e giù per lo Stivale: dal 2003 direttore della filiale di Terni, nel 2006 passa a responsabile supporto operativo per l’area Centro (Abruzzo, Lazio e Sardegna), dal 2008 direttore della filiale di Roma Sud, dal 2009 di quella a Cagliari, dal 2011 responsabile dell’area territoriale Nord-Ovest (Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta)…

“La struttura filatelia -spiega in questa intervista a «Vaccari news»- è parte importante ed integrante della funzione mercato privati, il cui responsabile è Pasquale Marchese. Il mondo della filatelia è un mondo straordinario che può e deve rappresentare per Poste un fiore all’occhiello”.

Collezionista? “Sono un collezionista e, udite udite, di francobolli”.

“Per quanto riguarda le linee guida -aggiunge- avrò la necessità di entrare nelle dinamiche attuali cercando, muovendomi sul territorio, di scoprire insieme a tutti gli attori che contribuiscono alla gestione del mondo filatelico le cose da fare”.

Ma “Milanofil” e “Romafil” si faranno? “Per quanto riguarda le iniziative espositive, non posso ancora ipotizzare date e modalità, ma sicuramente rilanceremo un settore importante per il nostro Paese come la filatelia”.



24 Dic 2014
Dic 24 2014
19:12

Notizie dall'Italia

Posta sottratta o distrutta: nei guai tre persone

Tredici gli episodi individuati grazie alle telecamere installate dai carabinieri all’impianto di Calvizzano (Napoli)

Natale fra i guai per tre dipendenti di Poste italiane, operativi al centro di Calvizzano (Napoli). Le riprese effettuate dai carabinieri li hanno incastrati mentre trafugavano i contenuti di plichi o distruggevano lettere nella fase di smistamento.

L’indagine, condotta dalla Procura di Napoli Nord, era scattata dopo denunce di cittadini presentate nel maggio scorso. Poi, le verifiche e la raccolta delle prove, fase cui ha partecipato l’operatore; ieri le perquisizioni ed i sequestri. Nel video diffuso dall’Arma si vedono chiaramente gli istanti in cui i materiali epistolari vengono stracciati.

L’accusa, che riguarda tredici episodi, è di soppressione e distruzione di corrispondenza.



24 Dic 2014
Dic 24 2014
15:46

Libri e cataloghi

Vigilia/2 Una festa anche dentellata

Da Effatà guida al Natale attraverso le voci che lo caratterizzano, da abete a zucchero. Senza trascurare il mondo filatelico e postale


“Natale è…”

Da un giornalista appassionato di cartevalori postali (è stato pure consigliere dell’Unione stampa filatelica italiana) una guida dedicata alla festa cristiana per eccellenza. S’intitola “Natale è…” e si sviluppa in 96 pagine (9,00 euro). A scriverla è stato Lorenzo Bortolin.

Racconta, spiegano dalla casa editrice, Effatà, un “momento fatato dove i ragazzi promettono di essere più buoni e gli adulti sognano di tornare ragazzi”. Ecco, così, usi e tradizioni, storia e leggende, liturgia e curiosità di fine anno. Partendo dall’abete e andando allo zucchero, così da citare -ma sono solo alcune voci- brindisi, datteri, Erode il Grande, folletti, ghirlanda, mirto, pace, palla di vetro con la neve, pandoro, uva, zampogna. Occasioni per raccontare “notizie spesso insolite, dal taglio leggero, ma documentato. Un piccolo contributo per mandare in scena la magia del Natale. Del tuo Natale. Qualunque sia la tua età. Perché «oggi è nato il Salvatore». Perché, se vuoi, ogni giorno è Natale”.

“Ovviamente ci sono riferimenti sparsi” al mondo dentellato, precisa direttamente l’autore. Per esempio, alle lettere “F” (a proposito dei francobolli), “I” (indirizzo di Babbo Natale), “R” (recapito di Gesù Bambino).



24 Dic 2014
Dic 24 2014
12:32

Notizie dall'Italia

Vigilia/1 Letterine sì, ma particolarmente dolci

Proposte dalla Dolfin, contengono lentine di cioccolato e servono per scrivere a Babbo Natale

Forse è un po’ tardi, ma queste missive -dato il destinatario- sono di certo magiche e quindi arriveranno per tempo a destinazione. Naturalmente, sono letterine rivolte a Babbo Natale, da indirizzare presso la sua casa al Circolo polare artico.

Ad avere avuto l’iniziativa è la Dolfin, azienda dolciaria siciliana non nuova nel confrontarsi con il sistema postale: lungo il 2014 ha richiesto due annulli per ricordare il secolo del suo impegno nel settore.

Ora, attraverso la grande distribuzione, sta proponendo queste speciali corrispondenze. Speciali e dolci, dato che si caratterizzano per contenere confetti di cioccolato. Tre i tipi, in vendita a circa 2,00 euro, valorizzati da altrettanti personaggi ora in voga fra i più piccoli: Peppa Pig, Winnie the Pooh e Frozen.



24 Dic 2014
Dic 24 2014
10:30

Notizie dall'Italia

All’annuncio segue il commiato

Marisa Giannini saluta il mondo della filatelia, citando un curioso episodio: quella volta che la sicurezza del presidente statunitense telefonò alla sua segreteria…

“Desidero manifestare la mia profonda gratitudine a tutti voi per avermi accolto, sedici anni fa, con simpatia, direi addirittura con amicizia e, soprattutto, per avermi aiutata in tutti questi anni ad accrescere la mia esperienza sia professionale che umana”.

È attraverso queste parole che Marisa Giannini, dopo aver formalizzato con Poste italiane il suo pensionamento, si è rivolta al mondo della filatelia. Un mondo “complesso e prestigioso, pieno di valori e valore incommensurabile esso stesso. Un mondo che mi ha affascinato sin dal primo istante e che, oggi nella consapevolezza dell’imminente distacco, già rimpiango”. “Tuttavia in questo momento sono veramente serena e assolutamente paga di quello che vedo alle mie spalle”.

Nel commiato c’è pure lo spazio per un curioso ricordo. Quando “la sicurezza del presidente Usa telefonò alla mia segreteria per organizzare un incontro tra Laura Bush e colei che aveva sostenuto in Italia la lotta ai tumori al seno, per chiederle notizie sul suo operato e poi riferirle in America: per ben due volte, all’annuncio «White house!», pensammo ad uno scherzo e riappendemmo il telefono! Non pensavamo certo di ricevere i complimenti della Casa bianca direttamente dalla first lady”.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366