Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
AUGURI DI BUONA PASQUA

I migliori auguri
a tutta la nostra
affezionata clientela.







Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentoEmissioni Italia Annotutti
Parole Mesetutti
trovati 1871 oggetti
>
18 Apr 2019
Apr 18 2019
14:32

Emissioni Italia

Questa volta, la “Crocifissione”

È il dipinto di Tintoretto che lo ricorda a mezzo millennio dalla nascita. Nel 1994, per il quarto centenario dalla morte, fu scelto il lavoro “Arianna, Venere e Bacco”


Così nel 1994

La “Crocifissione”, dipinto conservato nella Scuola grande di san Rocco a Venezia. È il soggetto scelto per ricordare con un francobollo Jacopo Robusti, più noto come il Tintoretto, nel mezzo millennio dalla nascita.

Il dentello, un “B” destinato principalmente agli invii nazionali ordinari di primo porto (costo attuale: 1,10 euro), sarà autoadesivo e stampato per seicentomila esemplari predisposti in fogli da ventotto. Incasellato nella serie “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, arriverà il 29 aprile, lo stesso giorno del foglietto a tre (ovvero con Smom e Vaticano) riguardante il Comando carabinieri tutela patrimonio culturale.

A dirla tutta, non è la prima volta che l’artista viene citato dal Bel Paese. Il 31 maggio 1994 un 750 lire lo rammentò nel quarto centenario dalla nascita. In quel caso venne scelta un’altra tela, sempre conservata nella città di san Marco: “Arianna, Venere e Bacco”.



17 Apr 2019
Apr 17 2019
18:02

Emissioni Italia

Congiunta a tre: così il Bel Paese

Esattamente come per lo Smom, il tributo si compone di un foglietto contenente sei francobolli, nel caso specifico dei “B”


Palazzetto Raguzzini, sede della struttura

Non si può ancora vederlo, ma di fatto sarà come l’analogo foglietto melitense: è il blocco che l’Italia, il 29 aprile, dedicherà al Comando carabinieri tutela patrimonio culturale nel mezzo secolo dalla fondazione. Naturalmente è quello della congiunta con Smom e Vaticano.

Inserito nel percorso “Il senso civico”, risulta autoadesivo, dovuto a Maria Carmela Perrini e tirato in trecentomila pezzi. Ognuno contiene sei francobolli “B” diversi, utili per gli invii ordinari nazionali di primo porto e dal costo di 1,10 euro. I primi cinque richiamano altrettante opere trafugate e ritrovate dall’Arma. Sono: “Ritratto di gentildonna” o “La muta” di Raffaello Sanzio, conservato nella Galleria nazionale delle Marche presso palazzo Ducale ad Urbino; “Foglio di salterio”, Archivio provinciale Ara coeli di Roma; “Il giardiniere” o “Ritratto di giovane contadino” di Vincent van Gogh, Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma; “Volto d’avorio”, arte romana del I secolo dopo Cristo, Museo nazionale romano - palazzo Massimo di Roma; “Sacra famiglia con una santa” di Andrea Mantegna, Museo di Castelvecchio a Verona. Il sesto dentello propone palazzetto Raguzzini, ovvero la sede storica della specialità, in piazza Sant’Ignazio 152, sempre nella capitale.

Sul bordo di sinistra è riprodotto il dipinto del Caravaggio “La Natività con i santi Lorenzo e Francesco d’Assisi”: si trovava nell’oratorio della Compagnia di san Lorenzo a Palermo ma, dopo il furto avvenuto nel 1969, non è stato ritrovato mai. Si aggiunge il logo della struttura festeggiata.



16 Apr 2019
Apr 16 2019
15:40

Emissioni Italia

Compleanno dentellato per Nilla Pizzi

La star di Sanremo avrebbe compiuto oggi cent’anni. L’annullo collegato al francobollo in uso nel paese natale, Sant’Agata Bolognese (Bologna)

Niente bouquet o volatili per il francobollo dedicato alla cantante (fu anche attrice) Nilla Pizzi. Ma si sapeva. Così, per l’interprete ad esempio di “Grazie dei fiori”, “Vola colomba”, “Papaveri e papere” resta, lavorata da Tiziana Trinca, una fotografia incastonata nel disco in vinile. Esattamente come fu, il 10 febbraio 2018, per Mia Martini e Domenico Modugno. D’altro canto, la serie è la stessa, “Le eccellenze italiane dello spettacolo”.

Il nuovo esemplare ha debuttato oggi, quando la protagonista avrebbe festeggiato il secolo dalla nascita (in realtà, è morta il 12 marzo 2011). Si tratta di un “B”, utilizzabile con gli invii ordinari di primo porto nazionali, ora dal costo di 1,10 euro. Autoadesivo, conta su due milioni e cinquecentomila unità in confezioni da quarantacinque. L’annullo associato si trova all’ufficio postale del paese di origine, Sant’Agata Bolognese (Bologna).

Adionilla -questo il suo vero nome- fin dalla prima giovinezza desidera ardentemente diventare una persona di spettacolo e ci riesce, ricordano nel bollettino illustrativo i nipoti Bruno, Franco, Giampaolo, Stefano e Maura. Dapprima del tutto occasionalmente, poi con un ritmo sempre più serrato e continuo, viene chiamata a cantare in feste e serate di vario genere, nonché in spettacoli per i militari. La svolta è nel 1943, quando ottiene il suo primo contratto radiofonico. Poi entra a far parte dell’orchestra di Cinico Angelini, quindi Sanremo ed i successi…



15 Apr 2019
Apr 15 2019
20:42

Emissioni Italia

“Preghiera azione sacrifizio”

È il motto del Circolo san Pietro: compare nel francobollo italiano che verrà dedicato alla struttura nel centocinquantesimo anniversario dalla sua fondazione


Da un secolo e mezzo

Nuova tappa della serie “Il senso civico”: ricorda il secolo e mezzo trascorso dalla fondazione del Circolo san Pietro. Venne creato a Roma nel 1869 per iniziativa di un gruppo di giovani dell’alta borghesia e delle nobili famiglie cittadine, “che volevano dimostrare al mondo la fedeltà al pontefice e difenderlo dagli attacchi anticlericali in quel difficile momento della storia del Papato”. Oggi le cose sono cambiate e si occupa, fra l’altro, di assistere i bisognosi, come ricorda lo slogan presente nel francobollo atteso per il 28 aprile: “Al servizio degli ultimi”. La vignetta, dovuta a Fabio Abbati, si completa con il logo della struttura, in cui campeggia il motto “Preghiera azione sacrifizio”.

Dal punto di vista tecnico sarà un “B”, quindi utile per spedire lettere ordinarie di primo porto all’interno del Paese pagando 1,10 euro. Risulterà autoadesivo, in fogli da quarantacinque e tiratura da due milioni e mezzo.

Il giro di boa verrà rammentato pure dal Vaticano, ma non si tratta di una congiunta.



11 Apr 2019
Apr 11 2019
11:34

Emissioni Italia

Quattordici titoli in nemmeno un mese

Sono quelli previsti dall’Italia tra il 28 aprile ed il 24 maggio dopo l’aggiornamento odierno. Anticipato il tributo al Comando carabinieri tutela patrimonio culturale

Novità dal Bel Paese. Com’era stato supposto due giorni fa, il foglietto dedicato al cinquantenario del Comando carabinieri tutela patrimonio culturale è stato anticipato dal 3 maggio al 29 aprile, lo stesso giorno previsto dallo Smom. Resta da capire cosa farà il Vaticano, terzo partner della congiunta.

Non è l’unica notizia. Il tributo alla Società oftalmologica italiana, pronto per il secolo e mezzo dalla sua fondazione, arriverà il 23 del mese prossimo. Finora non era stata definita una data.

Si prospetta un periodo molto… denso: tra il 28 aprile ed il 24 maggio sono previste quattordici emissioni!



05 Apr 2019
Apr 05 2019
11:24

Emissioni Italia

Postcrossing, la proposta

Il suggerimento per un francobollo italiano da realizzare nel 2020, quando la rete avrà raggiunto il quindicesimo anniversario. L’idea presentata al Mise


Qui l’Ungheria nel 2018

Sono una ventina abbondante le emissioni che, nel mondo, già citano il “postcrossing”, ovvero la rete di scambio cartoline creata nel 2005 dal portoghese Paulo Magalhães. E anche l’Italia potrebbe aggiungersi. Almeno, questo è l’auspicio di Irene La Barbera, che ha formalizzato la richiesta indirizzandola al ministero dello Sviluppo economico e suggerendo il 2020 per l’uscita, quando il progetto avrà compiuto i quindici anni.

In un’epoca in cui la spedizione di lettere e cartoline è in calo, tale attività -annota- “rappresenta un fenomeno culturale diffuso in tutto il mondo e in continua crescita. Offre inoltre la possibilità di far conoscere all’estero le bellezze del proprio Paese e incentiva lo studio delle lingue straniere e la conoscenza e il rispetto delle altre culture. Per questo motivo, ritengo che possa rappresentare un esempio di tematica sociale e culturale rivolta al futuro”. Non caso, diversi insegnanti utilizzano il sistema insieme agli studenti, in modo da farli corrispondere in inglese con loro coetanei all’estero; al contempo, consente di scoprire un gesto per molti bambini sconosciuto, come scrivere un indirizzo.



01 Apr 2019
Apr 01 2019
19:41

Emissioni Italia

Nilla Pizzi ed il vinile

È quanto propone il francobollo che l’Italia, il 16 aprile, dedicherà alla cantante e attrice nata esattamente un secolo prima


Il 16 aprile

Nuova tappa con il percorso “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, questa volta dedicata a Nilla Pizzi. Il francobollo, un “B”, quindi utile per gli invii ordinari domestici di primo porto ed ora dal costo di 1,10 euro, arriverà il 16 aprile. Quando la cantante e attrice avrebbe compiuto cento anni. In realtà, è morta il 12 marzo 2011.

Autoadesiva, la carta valore conta su due milioni e cinquecentomila esemplari predisposti in fogli da quarantacinque. Per la vignetta è stata incaricata Tiziana Trinca. Delimitata dal particolare di un disco in vinile, l’immagine ne propone il ritratto.

Sarebbe stato il secondo francobollo per l’artista, se quello di San Marino si fosse concretizzato davvero. Era il 1996; il particolare del mancato omaggio venne raccontato ai lettori di “Vaccari news” dall’autore della serie, Franco Filanci, dodici anni dopo.



27 Mar 2019
Mar 27 2019
14:56

Emissioni Italia

Il Mise aggiorna il programma

Confermati lo sviluppo della serie per Leonardo da Vinci e l’omaggio a Cosimo I de’ Medici. Ma non basta… Il silenzio sulla PostEurop

Oggi dal ministero allo Sviluppo economico la conferma formale: i francobolli per Leonardo da Vinci nel cinquecentesimo anniversario dalla morte saranno quattro e non uno (arriveranno come si sapeva il 2 maggio); poi si aggiungerà quello per Cosimo I de’ Medici nel quinto centenario dalla nascita (12 giugno).

Non basta, ovviamente. Si sommano -anche questi sono tutti dei “B”, quindi da 1,10 euro- citazioni specifiche riguardanti l’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo nel settimo centenario della fondazione (“Le eccellenze del sapere”, 18 maggio) nonché il “24° Congresso mondiale di dermatologia” (inserito -sic!- nella serie “Il senso civico”, 10 giugno).

Curiosamente, non si parla della PostEurop, che per tradizione dovrebbe giungere il 9 maggio, “Festa dell’Europa”.

Diverse le voci già note che ora hanno trovato una data precisa: la lista aggiornata è scaricabile gratuitamente dalla “home page” del quotidiano.



22 Mar 2019
Mar 22 2019
16:22

Emissioni Italia

Un foglietto… “Democratico”

Oggi l’emissione “Giornata della filatelia”, che riprende i soggetti impiegati per l’ordinaria del secondo dopoguerra


L’autore, Angelo Merenda

Sarà anche gradevole, ma resta la domanda: a che serve, ora, recuperare l’emissione della “Democratica”? E non c’è nemmeno un anniversario… Ad ogni modo, i collezionisti d’Italia dovranno mettere nell’album anche questo foglietto, contenente sei francobolli autoadesivi “B” (utili per gli invii nazionali ordinari di primo porto) spendendo -in nome della “Giornata della filatelia”- 6,60 euro. È disponibile da oggi, perlomeno nelle sedi in cui è arrivato. La tiratura conta su quattrocentomila blocchi, ai quali ha lavorato Angelo Merenda. Le immagini riprendono alcuni dei bozzetti impiegati nell’immediato dopoguerra ed assunti a simbolo del periodo. Le bande a colori “ricordano le diverse versioni cromatiche” utilizzate per le cartevalori.

L’annullo fdc è basato sul Milano Palazzo della Regione, così da renderlo disponibile ai visitatori di “Milanofil”. Quanto al bollettino illustrativo, di fatto è nato in seno alla Commissione per lo studio e l’elaborazione delle cartevalori postali, essendo firmato dal presidente Angelo di Stasi e dal componente Stefano Morandi. La loro testimonianza porta a quel difficile periodo, quando anche con i dentelli si cercava di voltare pagina. Per individuare i soggetti venne organizzato un concorso: “registrò la presenza di ben 67 disegni preparatori realizzati dai più noti artisti dell’epoca e in soli tre giorni la commissione composta da: Mario Cervone, ministro delle Poste, Mario Fano, sottosegretario, Paolo Novi, capo del servizio IV dell’Amministrazione postale, Massimo Rosso, presidente della Federazione commercianti, Alberto Diena, per i collezionisti, Vittorio Grassi, in rappresentanza degli artisti, e Luigi Ricci, concluse i lavori di esame e verifica. Dopo una accurata selezione furono scelti ventuno elaborati da proporre al pubblico giudizio mediante un’apposita e davvero inconsueta mostra”. Allora si faceva così…



21 Mar 2019
Mar 21 2019
20:48

Emissioni Italia

E c’è pure Cosimo I

L’annuncio dato oggi dal presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani. La carta valore dovrebbe arrivare il 12 giugno, quando cadrà il mezzo millennio della nascita. Il precedente


Nel dipinto di Giorgio Vasari

Dopo Leonardo da Vinci (titolo passato da uno a quattro francobolli), alla lista delle emissioni 2019 si aggiunge un’altra voce, anch’essa formalizzata in via irrituale. Ovvero, non comunicata dal dicastero allo Sviluppo economico ai media ma -questa volta- dal proponente, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, che ha citato una comunicazione di conferma del viceministro Dario Galli. È accaduto oggi a Firenze in conferenza stampa.

La celebrazione riguarda il figlio del condottiero Giovanni delle Bande Nere, divenuto il primo granduca di Toscana: è Cosimo I de’ Medici, in vita tra il 12 giugno 1519 (quindi l’omaggio postale dovrebbe giungere nel mezzo millenario) ed il 21 aprile 1574.

“Un vero e proprio francobollo -ha detto Eugenio Giani- di cui il ministero adesso sta studiando i tratti iconografici”. L’immagine potrà essere il volto “che abbiamo qui nel nostro percorso museale in Consiglio oppure un simbolo, quello che lui privilegiava, «festina lente», la tartaruga come segno della prudenza con la vela a simbolo del guardare sempre avanti”. “Siamo contenti… potrà essere il punto di riferimento”. “È un riconoscimento importante che il Governo ha voluto concedere al primo fondatore dello Stato moderno di Toscana, che il 27 agosto 1569, con bolla papale, suggellava il Granducato”.

Il personaggio già è comparso tra le cartevalori. Il precedente data 2 luglio 1980: uno dei due 170 lire dedicati alla mostra “Firenze e la Toscana dei Medici nell’Europa del Cinquecento” riprende il tondo dipinto da Giorgio Vasari “Cosimo I fra i suoi artisti”. L’opera si trova nella sala di palazzo Vecchio che porta il suo nome.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366