Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

15 Apr 2011 - ore 10:16
Apr 15 2011
10:16

Notizie dall'Italia

Un posto libero nel cda

Dopo le polemiche, Grazia Maria Siliquini rinuncia. Approvato il bilancio 2010. Tra l’estate e l’autunno l’avvio della Banca del Mezzogiorno. Intanto, Massimo Sarmi firma un accordo con la Ibrd


In questi giorni il Tesoro si sta occupando anche di Poste italiane

Maria Grazia Siliquini rinuncia ad entrare nel consiglio di amministrazione di Poste italiane. È la sua replica alle critiche che in questi giorni l’hanno raggiunta, individuando nella scelta sottoscritta dal ministero dell’Economia e delle finanze la contropartita per avere votato in favore del Governo il 14 dicembre scorso.

Intanto, l’assemblea degli azionisti -composta al 100% da rappresentanti del medesimo dicastero- ha approvato il bilancio 2010 del gruppo.

A proposito di Tesoro, novità per la Banca del Mezzogiorno, che negli ultimi tempi pare abbia suscitato l’interesse da parte delle banche popolari. Secondo il “Documento di economia e finanza 2011”, la nuova struttura, che riconosce a Poste e alla sua rete distributiva “un forte ruolo”, dovrà essere pienamente operativa entro l’estate-autunno di quest’anno. Il progetto “intende ridurre il divario caratterizzante le imprese del Mezzogiorno italiano in termini di accesso al credito”.

Nel frattempo, l’amministratore delegato, Massimo Sarmi, ha sottoscritto un’intesa con il direttore generale dell’area trasporti e tecnologia delle comunicazioni presso la Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo, Jose Luis Irigoyen. Il protocollo -commenta lo stesso Sarmi- “riconosce il valore della competenza espressa da Poste italiane nell’area dei servizi digitali e delle reti infrastrutturali”. All’istituzione è stata presentata “tutta l’esperienza che abbiamo fatto e che stiamo portando avanti nel ruolo di advisor per i servizi postali e di comunicazione a fianco di molti Paesi del bacino mediterraneo e dell’Europa balcanica e orientale”. La cooperazione sarà approfondita in particolare nei supporti digitali (con riferimento ai programmi per l’e-government e alla definizione di piattaforme logistiche per il sistema postale), in quelli dell’information technology, nelle reti per operatori telefonici virtuali, nel mobile banking e nella gamma di prestazioni postali, commerciali e di pagamento per il segmento dal forte valore aggiunto dedicato ai consumatori. Poste, inoltre, potrà sottoscrivere altri accordi con i diversi organismi di cui si compone la Banca mondiale, anche nel quadro di iniziative rivolte ai Paesi con i quali la stessa azienda sta già operando.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Un_posto_libero_nel_cda/10148