Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

22 Apr 2011 - ore 11:16
Apr 22 2011
11:16

Notizie dall'Italia

Civitella Alfedena si rivolge al capo dello Stato

Intanto, il sindaco prepara il ricorso al Tar e chiama a raccolta gli altri centri d’Italia toccati dal medesimo problema. A Roma costituito il cda di Poste


L'ufficio postale del piccolo centro

L’esposto-denuncia alla Procura non è bastato, e il sindaco di Civitella Alfedena, Flora Viola, rilancia, rivolgendosi direttamente al capo dello Stato.

Nuovo capitolo nella battaglia tra il Davide aquilano e il Golia controllato dal ministero dell’Economia e delle finanze. In discussione vi è l’orario ridotto con cui l’unico ufficio postale del paese abruzzese, situato in via Nazionale 22, deve lavorare. Una battaglia che, se dovesse dare esiti positivi per la comunità locale, potrebbe ispirare altri primi cittadini a tentarla.

Nel ricorso indirizzato a Giorgio Napolitano -spiegano dal municipio- viene sollevata “una serie di violazioni da parte della direzione provinciale di Poste spa dell’Aquila relativamente all’applicazione del contratto di servizio vigente, anche in considerazione che quello attualmente sottoscritto per i prossimi anni non è ancora stato approvato dal Cipe e quindi non esecutivo e che comunque non prevede le misure messe in campo da Poste spa”.

Viene sottolineata, altresì, la violazione dell’articolo 3 della Costituzione per quel che riguarda il principio di uguaglianza e non discriminazione, in quanto la chiusura a giorni alterni dell’ufficio e l’assenza di un collegamento pubblico con i centri vicini rende impossibile, per una popolazione rappresentata in maggior parte da anziani, fruire di un supporto essenziale, alla stregua degli altri italiani.

La precedente segnalazione del Comune al ministero per lo Sviluppo economico ha ottenuto un primo effetto: nei giorni scorsi i funzionari di quest’ultimo hanno svolto un sopralluogo per verificare le circostanze.

È arrivato il momento -dice il sindaco- che pure la Regione e la Provincia, chiamate in causa dal Comune dal 2009, “prendano atto che questa situazione di riduzione dei servizi è penalizzante e mettano in campo una strategia per garantire la piena effettività di erogazione dei servizi... Pare anche strano che mentre un ramo del Parlamento approva una norma per i piccoli Comuni, poi i cittadini che vi abitano, che dovrebbero essere tutelati, vengono danneggiati senza che ci sia, anche in questo caso, una azione forte della politica locale. L’invito che rivolgiamo ai piccoli Comuni danneggiati è quello di una azione insieme, una class action dei cittadini direttamente nei confronti di Poste italiane. Andremo fino in fondo per difendere i nostri diritti, ci siano o meno le altre istituzioni al nostro fianco. Noi faremo comunque la parte che ci spetta, per gli altri aspettiamo di capire se sono capaci di fare la loro”.

Nelle prossime settimane, inoltre, verrà presentato un ricorso al Tar dell’Aquila per l’accesso agli atti, “anche in considerazione della mancata trasmissione del piano di rimodulazione previsto dalla legge”, documento che l’Ente locale ha richiesto formalmente, ma invano, l’1 aprile.

Intanto, ieri a Roma l’assemblea degli azionisti di Poste italiane ha nominato il proprio consiglio di amministrazione 2011-2013 dopo la rinuncia di Maria Grazia Siliquini. Accanto a Giovanni Ialongo (confermato presidente) e Massimo Sarmi (candidato come amministratore delegato) vi figurano, come si sapeva, Maria Claudia Ioannucci ed Antonio Mondardo; a sostituire la parlamentare è il dirigente del Tesoro Alessandro Rivera.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



https://www.vaccarinews.it/news/Civitella_Alfedena_si_rivolge_al_capo_dello_Stato/10186