Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

05 Mag 2011 - ore 19:18
Mag 05 2011
19:18

Notizie dall'Italia

Lo sciopero non ferma le prestazioni

Domani l’astensione dal lavoro indetta dalla Cgil. Intanto, palazzo Koch dà il via libera per la Banca del Mezzogiorno. I nuovi sottosegretari

“L’economia è depressa, la disoccupazione aumenta così come la pressione fiscale. I lavoratori subiscono l’abbassamento delle tutele e la cancellazione dei diritti. Lo stato sociale è stato tagliato indiscriminatamente. Penalizzati i pensionati, negato il futuro ai giovani, umiliato il lavoro e la dignità delle donne”. Per queste ragioni la Cgil sarà in piazza venerdì 6 maggio in occasione dello sciopero generale indetto dal sindacato di corso d’Italia. Uno sciopero che per gran parte delle categorie riguarderà l’intera giornata lavorativa “con decine di manifestazioni in altrettante piazze d’Italia”.

Fin qui la spiegazione del sindacato. Alla quale Poste replica annunciando che comunque -così come impongono le normative in vigore- saranno garantiti i servizi essenziali: sola accettazione delle raccomandate e delle assicurate, accettazione e trasmissione di telegrammi e telefax, fax simile pubblico (dove esistente), anticipazione al giorno precedente per il pagamento delle pensioni in calendario il 6.

Intanto, oggi la società presieduta da Giovanni Ialongo ha incassato il via libera da parte di Bankitalia per Mediocredito centrale, acquisto volto a creare la Banca del Mezzogiorno. Si aggiunge a quello espresso dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato il 24 febbraio. La delibera -spiega una nota diffusa dalla società di recapito- “permetterà la realizzazione del disegno normativo che prevede di facilitare l’accesso al credito per le imprese del Mezzogiorno attraverso la capillare rete di Poste italiane, presente nelle regioni meridionali con circa 4.500 uffici postali”. A questi si aggiungeranno gli oltre 3.000 sportelli delle banche popolari e del credito cooperativo, “istituti bancari di cui si prevede la prossima adesione all’iniziativa”.

Novità anche da via Molise. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, oggi ha individuato nove sottosegretari; per il ministero allo Sviluppo economico sono state scelte Daniela Melchiorre (Liberaldemocratici per il rinnovamento) e Catia Polidori (Iniziativa responsabile).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Lo_sciopero_non_ferma_le_prestazioni/10254