Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

13 Mag 2011 - ore 23:03
Mag 13 2011
23:03

Emissioni Italia

Il Risorgimento apre alle donne (ma solo a metà)

Nove personaggi, alcuni al loro debutto nel mondo dei dentelli, per otto cartevalori, a sorpresa tornate ad essere foglietti

Protagonisti vecchi e nuovi del Risorgimento, quelli ripresi nella serie che sarà emessa il 2 giugno. Nel senso che accanto ai gettonatissimi come Giuseppe Garibaldi (sarà citato, ancora una volta, due giorni dopo nella congiunta con San Marino), il mondo della filatelia apre ad altri personaggi. Vi sono persino due donne, pure se -come “Vaccari news” aveva ipotizzato il 2 maggio- richiamate insieme nella stessa carta valore, nonostante la recente valorizzazione storica della componente femminile. Una sorpresa, invece, il ritorno ai foglietti, dettaglio presente al lancio del programma, cioè il 13 dicembre, e dal 3 febbraio scomparso.

Ogni esemplare vale 60 centesimi ed è tirato in due milioni e cinquecentomila pezzi; condivisa è la presentazione, dovuta a Gaetano Ieluzzo, in cui il patriota è ambientato in un contesto tratto da opere d’arte o foto. Il ritratto è ripetuto in trasparenza sul margine di sinistra del blocco, mentre in quello opposto prosegue il soggetto principale presente nella vignetta.

Lo statista Camillo Benso conte di Cavour è ricordato con un particolare del dipinto risalente alla seconda metà del XIX secolo dal titolo “Camillo Benso conte di Cavour” (conservato al Museo del Risorgimento di Torino), affiancato dalla litografia del 1856 di Jacques Lemercier “Les Congrès de Paris” (Museo centrale del Risorgimento di Roma).

Lo storico Carlo Cattaneo viene commemorato attraverso due litografie (entrambe al Museo centrale del Risorgimento di Roma). Quella scelta per il viso risale alla fine del XIX secolo ed è dovuta a N.Amiotti; l’altra, della quale è stato impiegato un particolare, è di M.Dovera, “Ricordo delle cinque giornate 1848 a porta Vittoria”.

Il generale Giuseppe Garibaldi è richiamato grazie ad un dettaglio di un ritratto fotografico del 1860, abbinato ad un particolare dell’opera di Antonio Licata “L’entrata di Garibaldi a Napoli il 7 settembre 1860” (Museo nazionale di san Martino a Napoli).

Pure per il sacerdote, filosofo e politico Vincenzo Gioberti sono state scelte due litografie (sempre conservate al Museo centrale del Risorgimento di Roma). Una lo raffigura ed è di Vincenzo Roscioni; l’altra, di cui viene proposto un elemento, è dovuta a Franz Wenzel e si intitola “Manifestazione di gioia dei napoletani per festeggiare Pio IX e Gioberti”.

La letterata Clara Maffei e la scrittrice Cristina Trivulzio Belgiojoso sono rappresentate dal pennello di Francesco Hayez con altrettanti quadri, il primo del 1845 (Museo di Riva del Garda), l’altro del 1832 (collezione privata); nel blocco le immagini sono affiancate, bizzarramente, da un dettaglio del dipinto eseguito nel 1850 da Filippo Vittori “I bersaglieri lombardi e i lancieri della morte trasportano Luciano Manara gravemente ferito a villa Spada” (Museo del Risorgimento di Milano).

Con il politico ed il filosofo Giuseppe Mazzini si torna alla foto, questa realizzata nel 1870 da Brogi; accanto, ecco la prima pagina della rivista “La giovine Italia” in evidenza sulla bandiera dell’omonima associazione (Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma). Su essa campeggia la scritta “Unione, forza e libertà!!” (Museo del Risorgimento di Genova).

Anche per il rivoluzionario Carlo Pisacane è stata impiegata un’istantanea, scattata nella seconda metà del XIX secolo (Museo centrale del Risorgimento di Roma) ed abbinata al dipinto di Giuseppe Sciuti “La morte di Carlo Pisacane” (palazzo Municipale di Catania).

Infine, ecco Vittorio Emanuele II, del quale è ripreso un ritratto a mezzo busto realizzato dal fotografo Montabone e un particolare del dipinto di P.Litta “Ritratto di Vittorio Emanuele II re di Sardegna e d’Italia” (ministero della Difesa - service historique de l’Armée de terre di Parigi).

Ancora una volta, il testo del bollettino illustrativo è stato affidato al sottosegretario di stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Gianni Letta.

Per gli annulli fdc sono coinvolti gli spazi filatelia di Torino con Cavour e Gioberti, quello di Milano con Cattaneo e il duo Maffei-Trivulzio Belgiojoso, l’ufficio postale della Maddalena (Olbia-Tempio) con Garibaldi, lo sportello filatelico del Genova Centro con Mazzini, lo spazio filatelia di Napoli con Pisacane e quello di Roma con Vittorio Emanuele II.

Testo aggiornato il 25 luglio 2011.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Il_Risorgimento_apre_alle_donne__ma_solo_a_met___/10314