Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

26 Apr 2012 - ore 15:10
Apr 26 2012
15:10

Notizie dall'Italia

Poste italiane ed i concorrenti secondo la Bocconi

Il dato: circa l’85% degli invii viene generato da aziende e solo il 15% da clienti residenziali


La ricerca ha avuto come riferimento la Bocconi

Mentre fervono le polemiche sull’ennesima ristrutturazione annunciata da Poste italiane, la stessa azienda incassa una lusinghiera analisi scaturita dalla ricerca “Innovazione e diversificazione nei servizi pubblici: il caso di Poste italiane”, originata in seno all’Università Bocconi di Milano.

Il contesto sono i cambiamenti legati alla globalizzazione, allo sviluppo tecnologico e alla liberalizzazione che “hanno imposto ai principali operatori postali europei la necessità di un processo di rinnovamento”. Sapendo che il mercato “è fortemente concentrato: circa l’85% degli invii attuali viene generato da aziende e solo il 15% da clienti residenziali, motivo questo che ha spinto gli operatori postali ad innovare in maniera significativa i processi produttivi, a focalizzarsi sul miglioramento della qualità dei servizi erogati e ad ampliare il proprio portafoglio di offerta”.

Dal quadro continentale a quello italiano: negli ultimi anni l’azienda ora guidata da Massimo Sarmi “è stata capace di incrementare significativamente il proprio valore d’impresa, per l’azionista e per il sistema Paese. Ha ridisegnato il suo ruolo e il suo posizionamento sul mercato puntando sui nuovi servizi con grande anticipo rispetto agli altri grandi operatori europei”.

Quindi, diversificazione ed innovazione tecnologica. Citando Bancoposta, carte “Postepay” e Poste vita, che “hanno aumentato l’efficienza e la concorrenza, contenendo così i prezzi”, nonché Poste mobile, la quale “ha impresso una formidabile spinta all’infomobilità e ai moderni servizi di pagamento”.

I concorrenti, invece, hanno implementato “strategie di diversificazione (geografica e di prodotto) basate su acquisizioni, che hanno richiesto ingenti risorse finanziarie e che, talvolta, hanno comportato rilevanti problemi di integrazione”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Poste_italiane_ed_i_concorrenti_secondo_la_Bocconi/12109