Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

27 Ott 2012 - ore 00:52
Ott 27 2012
00:52

Notizie dall'Italia

Novità? Troppe!

Non solo i collezionisti: anche gli operatori commerciali denunciano il gran numero di francobolli in uscita. Specie se caratterizzati da misure restrittive nella distribuzione


Uno dei blocchi francesi “Étoiles d’or”

Filatelisti sempre più sconcertati, perché anche Paesi sino ad ora ritenuti “seri”, ossia coscienziosi nello sfornare novità, si stanno dimostrando di manica larga. Troppa. Una indiretta conferma è arrivata dal presidente dell’Associazione filatelisti italiani professionisti, Andrea Mulinacci. Il quale, durante il suo discorso all’apertura di “Romafil” due settimane fa, ha ammesso fra l’altro che “il collezionismo si sta polarizzando sempre più verso una maggiore specializzazione delle collezioni, mentre le novità sembrano perdere fascino agli occhi soprattutto dei collezionisti più avanzati”.

Nelle menti, ad esempio, le seimila confezioni con quindici foglietti di Francia “Étoiles d’or” da quattro francobolli l’uno, vendute, già agli sportelli postali della manifestazione “Planète timbres”, a 125,00 euro. Scelta che adesso la stessa La poste si rifiuta di commentare. Listini dei commercianti alla mano, l’insieme è balzato a 399,00 (però, alla manifestazione organizzata da Poste italiane si potevano trovare ad… appena 299,00, mentre la Michel li valuta 450,00). Oppure, la maxi serie per i vincitori di medaglie d’oro sfornata dal Regno Unito in occasione di “London 2012”, caratterizzata dal dubbio se i ventinove blocchi da sei riguardanti le Olimpiadi ed i trentaquattro da due inerenti alle Paralimpiadi vadano considerati foglietti o minifogli.

Un punto di vista più specifico arriva dall’amministratore delegato di Filagenzia De Rosa, Federico Kaiser. La sua azienda, parte integrante di Nordfrim group, è specializzata soprattutto nelle forniture all’ingrosso; rappresenta una settantina di Paesi, fra cui proprio il Regno Unito. “Il settore delle novità -ammette a «Vaccari news»- è profondamente cambiato. Un tempo la richiesta per una specifica serie durava un paio d’anni dalla sua emissione, ora dopo quattro mesi finisce ogni interesse”.

Tutto sommato, è ottimista. “Ho la sensazione -prosegue- che il peggio sia passato; il 2012 è andato meno male del 2011. Sicuramente, però, questo genere di iniziative non fa il bene della filatelia. Altri esempi? I troppi foglietti italiani per il centocinquantesimo dell’Unità, oppure il minifoglio che San Marino ha dedicato al Brescia calcio ed il blocco che il Vaticano emetterà per raccogliere fondi e finanziare il restauro del colonnato del Bernini. Ma, ancora, vanno citate le voci di Cina Popolare e Russia vendute solo localmente, come i libretti di prestigio voluti dall’Australia… Negli ultimi sessant’anni la filatelia è diventata un settore commerciale come gli altri e le strutture che pianificano le novità hanno approcci da marketing, senza magari conoscere il settore, le sue peculiarità, le abitudini. La nostra azienda si pone come una bancarella sul mercato e cerca di recuperare tutto, ma questo, naturalmente, può avere conseguenze sui prezzi. Mi sembra che la coperta sia più corta rispetto ad un tempo e non si può tirarla troppo”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Novit____Troppe_/13069