Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

31 Ott 2012 - ore 13:38
Ott 31 2012
13:38

Notizie dall'Italia

Province: saranno cinquantuno

L’ha deciso il Consiglio dei ministri questa mattina, definendo il decreto-legge. Riguarda i soli Enti delle Regioni a statuto ordinario; attualmente risultano ottantasei


Una delle attuali tre sedi, quella barlettana, della Provincia di Barletta-Andria-Trani. L’Ente, come numerosi altri, è destinato a scomparire

Monza e Brianza con Milano; Imperia con Savona; Reggio Emilia con Modena; Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno insieme; Terni finisce associata a Perugia, Latina con Frosinone, Avellino abbinata a Benevento; Barletta-Andria-Trani con Foggia; Catanzaro assorbirà Crotone e Vibo Valentia. Salve, ma solo per le caratteristiche essenzialmente montane, Sondrio e Belluno.

Sono alcune delle conferme. Perché il numero delle Province esistenti nelle Regioni a statuto ordinario si ridurrà da ottantasei a cinquantuno, ivi comprese le Città metropolitane. È la decisione adottata questa mattina dal Consiglio dei ministri, che attualmente ha interrotto la riunione per riprenderla in serata. In ogni caso, il decreto-legge “Disposizioni urgenti in materia di Province e Città metropolitane” è stato approvato, completando il percorso avviato nel mese di luglio. Ora, dovrà essere presentato alle Camere.

La riforma -viene spiegato- si ispira ai modelli di governo europei; in tutti i principali Paesi Ue, infatti, ci sono tre livelli amministrativi. Il provvedimento consente, inoltre, di razionalizzare le competenze, in particolare nelle materie precipuamente provinciali come la gestione delle strade o delle scuole.

Dall’1 gennaio prossimo le Giunte delle Province saranno soppresse ed il presidente potrà delegare l’esercizio delle funzioni a non più di tre consiglieri. Confermata l’abolizione degli assessorati e deciso che tutti gli organi politici “devono avere sede esclusivamente nelle città capoluogo”.

Dal Capodanno 2014, invece, diventeranno operative le Città metropolitane; sostituiranno le Province nei maggiori poli urbani, concretizzando un progetto voluto fin dal 1990. Definita una procedura programmata per concludere l’iter senza la necessità di ulteriori interventi legislativi.

Tale riordino “è il primo tassello di una riforma più ampia che prevede la riorganizzazione degli uffici territoriali di governo”, come prefetture, questure e motorizzazione civile. Dunque, anche tali realtà di fatto saranno dimezzate, e chissà cosa farà Poste italiane, adesso sostanzialmente organizzata con la medesima visione: una Provincia, una filiale.

Il riassetto “è stata l’occasione che ha spinto numerosi Comuni a chiedere lo spostamento in un’altra provincia, confinante con quella di appartenenza, per ragioni di maggiore affinità territoriale e socio-economica”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Province__saranno_cinquantuno/13089