Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

28 Feb 2013 - ore 19:21
Feb 28 2013
19:21

Notizie dall'Italia

L’accordo tra operatore e sindacati

Definita oggi la piattaforma per ristrutturare la divisione servizi postali. L’esubero scende da 9.273 a 5.841 dipendenti

Si è concluso oggi il confronto sulla riorganizzazione della divisione servizi postali, dopo una trattativa con Poste italiane che Slc-Cgil, Slp-Cisl e Failp-Cisal ora definiscono “lunga e difficile”.

L’esito finale vede un “efficace sistema di riallocazione” dei lavoratori coinvolti: la società stimava 9.273 esuberi, ora sono diventati 5.841. Per affrontarli, si parla di esodo incentivato volontario, di trasformazione, sempre con il consenso del diretto interessato, del contratto da tempo pieno a parziale (700 casi tra 2013 e 2014), di mobilità verso altri settori, in particolare verso mercato privati (sostanzialmente, gli sportelli).

Tre le strade individuate al fine di permettere la crescita dell’azienda: l’integrazione logistica dei pacchi e l’e-commerce, scelta che comporta un recupero di 500 posti; l’impegno nel progetto “postino telematico” e nei servizi di prossimità alla clientela; la tracciatura ed i supporti di rendicontazione rivolti ai grandi utenti.

I centri meccanizzati postali di Brescia, Novara e Venezia (l’accordo, tuttavia, si riferisce a cinque impianti), che l’azienda voleva declassare a centri di distribuzione master, diventeranno centri prioritari. In ogni caso, i Cmp saranno suddivisi in multi prodotto e in specializzati.

Viene ribadita l’ora limite di uscita del portalettere e costituita una linea di controllo della qualità, che consentirà il reimpiego di 560 persone. Previsto uno specifico confronto rispetto all’attività di messo ed alle sue caratteristiche. Sarà incrementato di 130, inoltre, il numero degli addetti all’articolazione servizi innovativi: ci saranno pure turni mattutini. Rinviata ad un tavolo specifico la questione della flessibilità. Quanto alle ditte appaltatrici ed ai loro problemi occupazionali, se ne riparlerà entro aprile.

Dati anche per l’ipotesi della consegna a giorni alterni: la possibile sperimentazione sarà oggetto di un’altra riunione in ottobre; per la prima fase dovrebbe coinvolgere 100 addetti.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/L___accordo_tra_operatore_e_sindacati/13860