Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

21 Gen 2014 - ore 15:47
Gen 21 2014
15:47

Notizie dall'Italia

Privacy - Il Garante “bacchetta” Poste

I controlli sulla clientela -dice- debbono “essere proporzionati al profilo di rischio del cliente e alle caratteristiche dell’operazione da effettuare”


Il Garante interviene su un controllo ritenuto eccessivo

“I controlli antiriciclaggio effettuati da banche e intermediari finanziari devono rispettare le garanzie previste dalla normativa sulla riservatezza ed essere proporzionati al profilo di rischio del cliente e alle caratteristiche dell’operazione da effettuare”.

È quanto stabilito dal Garante per la protezione dei dati personali, che ha ordinato a Poste italiane di modificare in questo senso la propria rete informatica e di istruire adeguatamente il personale. Ora il sistema dell’operatore prevede un blocco automatico allo sportello per tutte le operazioni superiori ad un certo importo e verifiche non solo sugli effettivi titolari dei rapporti ma anche sui semplici esecutori di un’operazione.

Il caso è stato portato all’attenzione dell’Autorità da un dipendente pubblico che si era recato all’ufficio postale per effettuare un versamento di poche migliaia di euro per conto del Comune presso il quale lavora (un acquisto di buoni lavoro da assegnare ad alcuni pensionati).

In tale occasione, l’addetto, anziché limitarsi a “identificarlo” come semplice esecutore di una commissione intestata all’Ente, ha aperto una verifica nei suoi confronti e analizzato i suoi rapporti personali con Poste (il conto corrente cointestato con il padre ed una tessera prepagata). Il dipendente si è allora rivolto al Garante per la privacy, lamentando una “palese intromissione” nella sfera di riservatezza per aver subìto controlli ingiustificati. Per completare l’operazione, gli era stato richiesto, inoltre, di aggiornare i dati personali relativi al suo conto corrente.

Nell’accogliere i rilievi sollevati dall’interessato, l’Autorità ha considerato “illecito il comportamento di Poste e ha prescritto alla società di adottare opportune misure formative e tecnico organizzative in grado di prevenire trattamenti di dati personali che esulino dal criterio dell’«approccio basato sul rischio» fissato dalla normativa antiriciclaggio”. Secondo il Garante, infatti, i controlli alla clientela, cui sono tenuti gli intermediari finanziari in base alle norme antiriciclaggio, oltre a rispettare le garanzie stabilite dalla normativa in materia di protezione dei dati personali, devono anche risultare “proporzionati” al rischio di riciclaggio, rapportato al tipo di cliente e all’operazione che intende effettuare. Criterio disatteso nel caso in esame.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Privacy___Il_Garante____bacchetta____Poste/15719