Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

27 Nov 2014 - ore 19:30
Nov 27 2014
19:30

Notizie dall'Italia

Nexive e le liberalizzazioni

L’intervento dell’amministratore delegato, Luca Palermo, alla presentazione del lavoro compiuto dall’Istituto Bruno Leoni


L’iniziativa è dell’Istituto Bruno Leoni

“La situazione italiana continua a rappresentare un’eccezione in Europa”. Poste italiane “può ancora godere di sussidi statali, a fronte di una attività postale che è un sesto del business dell’azienda”, ed “utilizza la sua rete per fare cassa nei settori finanziario e assicurativo”. Tali entrate “permettono di ridurre, drammaticamente per i concorrenti, i prezzi delle negoziazioni private con le aziende, a fronte di continui aumenti delle tariffe ai cittadini”. L’ha detto oggi l’amministratore delegato di Nexive, Luca Palermo, intervenendo alla presentazione, organizzata a Roma dall’Istituto Bruno Leoni, dell’indice delle liberalizzazioni 2014.

Oltre a condizionare negativamente la vita dei cittadini, il mancato sblocco del comparto “incide sull’operatività delle migliaia di operatori postali privati, per cui si assiste al paradosso dell’apertura dell’accesso al mercato, cui però corrisponde un sostanziale immobilismo competitivo. Questo significa enormi difficoltà per chi vuole investire le proprie risorse nel business postale in modo strutturato, anzi la forte probabilità di rischiare il patrimonio impiegato”.

L’indice misura il grado di apertura alla concorrenza per quindici membri Ue; lo Stato complessivamente più svincolato è il Regno Unito, con un punteggio del 94%, seguito da Paesi Bassi, Spagna e Svezia (79%); dietro vi sono Danimarca, Francia ed Italia (66%), ultima la Grecia (58%). Per quel che riguarda lo Stivale, dei dieci settori esaminati, il più dischiuso riguarda le telecomunicazioni (86%); poi arrivano mercato elettrico (81%) e televisioni (75%), il postale è ancora lontano (59%).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



https://www.vaccarinews.it/news/Nexive_e_le_liberalizzazioni/17608