Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

29 Gen 2015 - ore 14:12
Gen 29 2015
14:12

Appuntamenti

Medico, volontario, combattente

In scena, con lo spettacolo interpretato da Tommaso Amadio, la Campagna italo-greca. È “Albanaia”, fino all’1 febbraio presso il Filodrammatici di Milano

“Qui va tutto bene. Ieri è morto Francesco. Però il rancio è abbondante”. Dal soldato alla famiglia e dalla famiglia al soldato. Almeno quando le condizioni belliche lo permettono. Il ruolo del carteggio emerge più volte durante lo spettacolo e, tutto sommato, il quaderno alla base della vicenda è una lunga lettera che il protagonista lascia al figlio. Il bimbo -annota il genitore- “si regge ai primi passi. Per lui voglio scrivere questo mio diario di guerra intessuto fedelmente sui pochi appunti presi quasi ogni giorno nella Campagna italo-greca (28 ottobre 1940 - 22 aprile 1941), cui io partecipai in qualità di medico di compagnia alpina”.

È “Albanaia”, interpretazione teatrale ripresa dall’omonimo romanzo del commediografo, scrittore, attore ed avvocato Augusto Bianchi Rizzi. Fino all’1 febbraio, è proposta al teatro Filodrammatici di Milano (giovedì e sabato ore 21, venerdì 19.30, domenica 16; prezzi: intero 20,00 euro, ridotti 16,00, 13,00 e 10,00).

Curato nella drammaturgia da Tommaso Amadio e Bruno Fornasari, vede in scena lo stesso Amadio ed il coro cittadino dell’Associazione nazionale alpini con diciotto persone, dirette da Massimo Marchesotti.

È la storia di un uomo e delle sue convinzioni, la storia di un medico che aderisce con rigore etico e morale al sistema di valori del suo tempo, valori nei quali si riconosce totalmente, tanto da partire volontario. È anche, e soprattutto, la storia di un uomo che sarà costretto a mettere in discussione tali valori, un medico che si troverà a dover confrontare il rigore dei principi con la comprensione umana degli affetti, l’insensatezza della sofferenza quotidiana con la sua legittimazione idealistica. Si combatte una lotta di posizione, ad alta quota e sotto zero. Mal nutriti, mal riforniti di armi, i militari sono alle prese col gelo che spezza le gambe, ma sono determinati a non farsi spezzare le reni. Attraverso gli aspetti della quotidianità, fra una battaglia e l’altra, emerge una storia di uomini prima che una storia di eroi.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Medico__volontario__combattente/17972