Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

17 Giu 2015 - ore 21:12
Giu 17 2015
21:12

Giornali, riviste e siti

L’incontro italo-tedesco del 17 giugno

Quel giorno del 1965 il ministro a Poste e telecomunicazioni Carlo Russo sottoscrisse con l’omologo Richard Stücklen alcuni accordi, fra cui quello tariffario. Poi, a Milano, visitarono l’impianto di smistamento pacchi


Piazzale Lugano, la presenza postale negli ultimi tempi

“Le tariffe interne di ciascuno dei due Paesi avranno vigore per lo scambio delle lettere e cartoline dirette all’altro Paese, il che verrà ad unificare, ai fini dello scambio delle corrispondenze postali, i due Paesi”. L’accordo, annunciato per l’1 gennaio 1966, costituisce uno degli esiti dell’incontro tra il ministro a Poste e telecomunicazioni Carlo Russo e l’omologo della Germania Federale Richard Stücklen, che poi caldeggiarono analoghi provvedimenti con altri membri del Mercato europeo comune. Si svolse a Roma il 17 giugno 1965, mezzo secolo fa oggi

Non fu l’unico argomento in agenda, e lo annota “Rassegna postelegrafonica” nel numero dello stesso mese. Sul tavolo, ad esempio, misure per consentire al pubblico nazionale presente nello Stato partner di effettuare operazioni sui propri libretti di risparmio, necessità espressa da emigrati e turisti. Un altro riguardava il collegamento tra le due reti aeree postali notturne.

I rappresentanti governativi, tuttavia, fecero anche un salto a Milano, così da visitare il centro smistamento pacchi di piazzale Lugano. Realizzato tra l’aprile e l’ottobre dell’anno precedente, entrò in funzione il 9 novembre “per rispondere all’ingente incremento del movimento” in città: dagli 8,5 milioni di colli del 1950, tredici anni dopo ne venivano trattati oltre 19. Esteso su 14mila metri quadrati, sostituì quello esistente nei sotterranei della stazione Centrale; grazie ai nastri trasportatori, lavorava 130mila colli al giorno, ma a regime -con la costruzione di un altro fabbricato- sarebbero divenuti 180mila. Era suddiviso in quattro reparti, dedicati rispettivamente agli invii con valore dichiarato, ordinari in transito, da consegnare a domicilio, provenienti dall’estero e quindi soggetti alle procedure doganali.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/L___incontro_italo_tedesco_del_17_giugno/18800