Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

21 Nov 2015 - ore 00:30
Nov 21 2015
00:30

Emissioni Italia

La “Pro Croce rossa” ed un mistero

Appositamente ideata, la prima parte della serie giunse agli sportelli il 20 novembre 1915, in pieno conflitto. Intanto si segnalavano dei falsi…

“Finalmente abbiamo anche noi i francobolli per la Croce rossa che, da tempo, filatelisti italiani e stranieri si ripromettevano di vedere emessi”. Così si legge su “Il bollettino filatelico” che porta la data del 15 novembre di cento anni fa; la serie, organizzata in due tagli da 10 e 15 centesimi (entrambi gravati di un sovrapprezzo di altri 5), sarebbe giunta cinque giorni dopo. Era in corso la Prima guerra mondiale e ci si rendeva conto che i soldi per finanziare tutti gli aspetti del conflitto, aiuti ai feriti compresi, non risultavano mai abbastanza.

Il valore più economico -dice il decreto luogotenenziale sottoscritto da Tomaso di Savoia- propone la bandiera nazionale fiancheggiata da foglie e bacche di alloro. Nell’altro campeggia l’aquila sabauda, sormontata dalla corona reale. In entrambi non manca il simbolo dell’istituzione aiutata. Erano previsti anche nelle versioni adattate per venire impiegate in Eritrea, Libia e Somalia; queste sarebbero giunte nei mesi successivi.

Il ministro a Poste e telegrafi Vincenzo Riccio -commenta la rivista- “ha molto opportunamente scartata la banale proposta di apporre una qualsiasi soprastampa ai francobolli ordinari; ed annunziando la emissione di «speciali francobolli» egli era già sulla buona via per assicurarne il successo. Ora che abbiamo sott’occhio i francobolli, riteniamo che il successo ne è pienamente assicurato, poiché, ben concepiti come disegno e formato, accuratamente incisi, essi rispondono ai criteri artistici e filatelici”.

Non è finita, perché l’articolo (ripreso in seguito dalla contemporanea “Rivista delle comunicazioni”) segnala dei falsi. Secondo la testimonianza, a Parigi sarebbero circolati dei dentelli ordinari da 5, 10 e 15 centesimi con sovrastampa, inventata, che li gravava di altri 5. E quelli con le presunte varietà sarebbero stati proposti “a prezzi fantastici!”. Saranno forse i reperti che “Il novellario” di Franco Filanci raffigura con applicato il testo “Saggio”?

La storia non è finita. Le tariffe aumentarono a Capodanno e fu necessario mettere mano alle rimanenze ufficiali. Il 15 febbraio, il nominale più alto venne aggiornato portandolo con una sovrastampa (questa autentica!) a 20+5; il 25 marzo si aggiunse, con lo stesso facciale, un esemplare rivisto in fase di stampa.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/La____Pro_Croce_rossa____ed_un_mistero/19681