Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

19 Dic 2015 - ore 14:45
Dic 19 2015
14:45

Notizie dall'Italia

Contratto di programma/3 Un occhio alla cassa…

…ed uno alle prestazioni fornite agli sportelli. Ribadita la necessità di un dialogo con il territorio, soprattutto nel momento in cui i conti non tornano

Uno degli aspetti più volte citati dal contratto di programma 2015-2019 tra ministero allo Sviluppo economico e Poste (news precedenti) è la sostenibilità economica delle prestazioni.

Nera su bianco la cifra che lo Stato pagherà per bilanciare le spese del servizio universale: 262,4 milioni l’anno. Cifra che, eventualmente, può essere accresciuta, sulla base del costo netto verificato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, “e comunque nella misura massima di 89 milioni” ogni dodici mesi. La somma -lo prevede l’articolo 6- verrebbe attinta dal fondo di compensazione, quindi liquidata dai concorrenti, ed erogata “nei limiti degli importi effettivamente versati dagli operatori obbligati”.

Ciò non toglie un fatto: l’azienda guidata da Francesco Caio -annota il 2- deve trasmettere ogni anno all’Agcom l’elenco degli uffici postali e delle strutture di recapito che non garantiscono condizioni di equilibrio economico, unitamente al piano di intervento ed ai relativi criteri volti ad affrontare il problema. Inoltre, progressivamente potranno essere introdotte “misure di razionalizzazione” e la “rimodulazione della frequenza settimanale di raccolta e recapito sull’intero territorio nazionale, ferme restando le competenze dell’Autorità e nel rispetto della normativa europea”.

L’importante -prescrive, a proposito delle sedi da ridimensionare, il 5- è che la concessionaria, per le singole aree, verifichi “con le autorità locali una eventuale presenza più efficace rispetto all’evoluzione della domanda”. Nel contesto, ecco un passo non presente nella bozza diffusa in precedenza: la società “si impegna a valutare prioritariamente eventuali iniziative degli enti ed istituzioni territoriali, pervenute entro il 30 settembre di ogni anno, che possano potenziare l’offerta complessiva” in specifiche zone.

I due firmatari del documento si obbligano reciprocamente a valorizzare la rete capillare degli sportelli, ed in particolare le loro possibilità e caratteristiche, quali punti di prossimità al supporto degli utenti, specialmente laddove vi sia scarsa densità abitativa. In tale approccio, ed anche per fornire al pubblico ulteriori strumenti, si ipotizzano forniture diverse, ad esempio riguardanti e-government, riscossione e pagamento, commercio elettronico, acquisizione di beni e prestazioni via internet.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Contratto_di_programma_3_Un_occhio_alla_cassa___/19837