Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

13 Mag 2016 - ore 12:54
Mag 13 2016
12:54

Dall'estero

Mostar racconta il “cursus publicus”

La Bosnia ed Erzegovina Croata dedica un francobollo all’antica rete di comunicazioni. Ha valore nominale da 1,50 marchi e porta il nome di Tvrko Bojić

Curiosa concomitanza: domani a Camerata Cornello (Bergamo) aprirà la mostra “De itinere epistulæ - La posta nell’Impero romano tra la Postumia e l’Æmilia” e ieri è stato emesso un francobollo dedicato al “cursus publicus”. Proviene dalla Bosnia ed Erzegovina Croata, è dovuto a Tvrko Bojić e costa 1,50 marchi.

Secondo Mostar, il sistema venne fondato dall’imperatore Augusto tra il 27 ed il 20 avanti Cristo. All’inizio era limitato ai civili ed ai militari dipendenti pubblici. In tutte le province, nelle strade individuate, venivano posizionati addetti che fungevano da staffetta. Poi furono introdotti dei mezzi di trasporto, scelta che si mostrò molto più efficace. Per utilizzare il supporto occorreva esibire un titolo di viaggio, di solito in pergamena o, successivamente, su tavoletta di cera.

Sotto Settimio Severo (193-211) il servizio fu diviso in due parti. C’era quello veloce (“cursus velox”), che disponeva di cavalli sellati o da traino, asini, muli e molti tipi di carrozze a due o a quattro posti. E poi c’era il lento (“cursus claburalis”): impiegava calessi pesanti che potevano trasportare fino a cinquecento chili di peso. La rete, organizzata in diverse categorie di percorsi, poté raggiungere gli ottantamila chilometri. Col tempo furono costruite delle stazioni (“statio”), vegliate da guardiani armati per la sicurezza dei viaggiatori, delle corrispondenze e delle merci.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



https://www.vaccarinews.it/news/Mostar_racconta_il____cursus_publicus___/20661