Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

26 Mag 2016 - ore 07:58
Mag 26 2016
07:58

Notizie dall'Italia

Capitale di Poste: ritorna Cdp ed esce il Mef

Lo stesso ministero dell’Economia e delle finanze conferma formalmente la volontà di cedere al mercato il resto della quota, pari al 29,7% delle azioni


Cdp (nella foto) rientra in Poste

È durato poco meno di sei anni l’allontanamento di Cassa depositi e prestiti dalla stanza dei bottoni di Poste italiane. Confermando le voci degli ultimissimi giorni, ieri in tarda sera il ministero ad Economia e finanze ha annunciato la decisione di cedere alla gestione separata di Cdp il 35% del capitale dell’azienda, sapendo che la relativa attività di indirizzo e di governo continuerà ad essere esercitata dal medesimo Mef. Al tempo stesso, il consiglio di amministrazione di Cassa ha convocato l’assemblea degli azionisti per deliberare un aumento di quote, comprensivo di sovrapprezzo, per 2.930.257.785 di euro, riservato appunto al trasferimento firmato dal dicastero. L’esito concreto sarà diluire la presenza delle fondazioni bancarie.

Il passaggio -viene specificato da Cdp- verrà realizzato successivamente alla data di stacco del dividendo di Poste, prevista per il prossimo 20 giugno. L’operazione “permette il rafforzamento della dotazione patrimoniale”, contribuendo così a conseguire “gli ambiziosi obiettivi del piano industriale e a poter valutare e sviluppare opportunità di valorizzazione per i gruppi Cdp e Poste, preservando la stabilità dell’azionariato di Poste e gli accordi in essere tra le stesse società”.

Sempre ieri, l’assemblea di Cassa depositi e prestiti ha approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015, che presenta un utile netto di 892.969.789 di euro. Sarà distribuito un dividendo pari a 852.636.613.

Ancora il Mef, infine, ha formalizzato un’altra voce, questa che si rincorreva ormai da tempo: collocare sul mercato un’ulteriore parte, la residua, di Poste italiane (pari al 29,7%), secondo i criteri che verranno deliberati dal prossimo Consiglio dei ministri.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Capitale_di_Poste__ritorna_Cdp_ed_esce_il_Mef/20737