Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

28 Giu 2016 - ore 00:02
Giu 28 2016
00:02

Dall'estero

“Big data”, anche la rete postale può contribuire

Lo sostiene una ricerca basata sui valori riguardanti il periodo compreso tra il 2010 ed il 2014 messi a disposizione dall’Upu

Miliardi di registrazioni elettroniche riguardanti invii postali, questi fisici, trasportati da un confine all’altro. Sono i “big data” del settore e possono assicurare informazioni importanti sul benessere economico, in particolare per quelle aree nelle quali non esistono parametri attendibili. È quanto sostiene l’Unione postale universale, che ha aperto i propri archivi ad alcuni ricercatori.

Gli specialisti hanno lavorato sulle informazioni relative al lasso temporale 2010-2014 inerente 187 Paesi, mostrando che quanto emergeva consentiva di riprodurre i valori dei grandi indicatori socioeconomici. Per esempio, a partire dal 2010 hanno evidenziato un rialzo nell’attività, in gran parte dovuto al boom del commercio elettronico. L’esito sono delle misure indirette per un certo numero di elementi già adoperati dalle Nazioni Unite e da altre organizzazioni internazionali, utili allo scopo di valutare il prodotto interno lordo per abitante, le speranze di vita...

“È paradossale, nell’era dell’informatica, che l’analisi e gli esiti più frequenti e più minuti degli obiettivi collegati allo sviluppo durevole possano essere raggiunti grazie ai dati delle reti postali fisiche”, ha commentato l’economista José Anson. “La postale è la più grande rete fisica al mondo e le sue informazioni rappresentano una fonte dal potenziale ancora inesplorato”.

“Le reti fisiche, come appunto questa oppure l’aerea o dei migranti, sono variabili indispensabili per arrivare a riprodurre degli indicatori affidabili combinando i loro valori con quelli delle nuove reti digitali, fra cui il traffico su internet o l’impiego dei social media”, ha detto il responsabile scientifico alla United Nations global pulse, Miguel Luengo-Oroz.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



https://www.vaccarinews.it/news/___Big_data_____anche_la_rete_postale_pu___contribuire/20919