Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

29 Dic 2016 - ore 19:01
Dic 29 2016
19:01

Notizie dall'Italia

“Aumenti? Vogliamo sapere il perché”

È quanto chiede Federconsumatori a Poste italiane. La revisione del tariffario, riguardante soprattutto raccomandate ed assicurate, sarà operativa dal 10 gennaio

Conto alla rovescia per gli aumenti tariffari fissati al 10 gennaio, riguardanti soprattutto raccomandate ed assicurate. E c’è chi protesta, Federconsumatori.

“Dopo i postamat chiusi preventivamente per paura delle rapine, dopo il piano che disponeva la chiusura di numerosi uffici postali compromettendo l’accesso a molti servizi soprattutto da parte degli anziani, dopo i ritardi ed i mancati recapiti con cui quotidianamente i cittadini si scontrano, pensavamo che Poste italiane avrebbe fatto di tutto per riacquistare fiducia e credibilità presso i propri utenti”, commentano dalla sede. “Evidentemente ci sbagliavamo, dal momento che Poste ha pensato bene di aumentare le proprie tariffe lasciando invariato il servizio”.

Se i rincari -viene aggiunto- “fossero destinati ad investimenti per incrementare l’efficienza e la qualità del servizio forse (e ripetiamo forse) i cittadini potrebbero anche capacitarsi di un aumento simile, con la consapevolezza che pagando di più la propria raccomandata arriverà prima a destinazione. Non è questo il caso, pertanto non vediamo perché i cittadini debbano farsi carico di tali incrementi. Non dimentichiamo, infatti, che la raccomandata è uno strumento fondamentale, quello con cui i cittadini inviano reclami e comunicazioni importanti. Quello con cui i cittadini fanno valere ogni giorno i propri diritti”.

Il sodalizio -fra le realtà che contano su rapporti diretti con l’azienda diretta da Francesco Caio- ha chiesto un incontro. Il fine è ottenere “una precisa e circostanziata motivazione” per tali scelte, “che continuano a comportare inaccettabili disagi ai cittadini”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/___Aumenti__Vogliamo_sapere_il_perch_____/21953