Vaccari News

www.vaccarinews.it


Philately
Books






The world of philately in one App

Vaccari Shop

Search in Vaccari News

Fill in one field or more to effect your search and press "search"

20 Feb 2017 - ore 19:54
Feb 20 2017
19:54

Emissioni Italia

Un piatto, una storia, un’associazione

Il francobollo per il “bacalà alla vicentina” arriverà l’1 marzo, giorno in cui la Confraternita omonima raggiungerà i trent’anni


Il francobollo che verrà emesso l’1 marzo

Difficile che, ad osservare la vignetta, venga voglia di assaggiare il “bacalà alla vicentina”. E spiace, perché l’autrice, Anna Maria Maresca, fa di meglio. Resta il dubbio su come sia possibile arrivare a tali risultati. Comunque, l’immagine rappresenta -almeno così sostengono al ministero dello Sviluppo economico- una pentola di terracotta con il piatto, alcuni pezzi di stoccafisso ed una forma di polenta.

Il francobollo sarà disponibile contro 95 centesimi dall’1 marzo, presentato nel contesto della serie “Le eccellenze del sistema produttivo ed economico”. È autoadesivo, stampato in seicentomila unità organizzate in fogli da ventotto. L’annullo fdc verrà impiegato negli uffici postali Vicenza Centro e Sandrigo. In questo paese della provincia ha sede la Confraternita del “bacalà alla vicentina”, fondata l’1 marzo 1987; tra i suoi obiettivi vi sono difendere, rilanciare e diffondere la ricetta tradizionale.

Utili alcuni concetti che il presidente del sodalizio promotore, Luciano Righi, ha affidato al bollettino illustrativo. Concetti che collocano perlomeno durante la dominazione dei normanni al Sud, nel XIV secolo, l’introduzione in Italia del baccalà (cioè del merluzzo conservato sotto sale) e dello stoccafisso (è sempre merluzzo, ma essiccato all’aperto su tralicci di legno). È dopo il Concilio di Trento -il quale detta, fra l’altro, le regole del digiuno e del “mangiar di magro”- che si diffondono la cultura e le preparazioni, grazie anche al basso costo, alle notevoli proprietà nutrizionali, al facile trasporto ed alla possibilità di lunga conservazione. Nel Vicentino viene elaborato un originale piatto (con olio d’oliva, latte vaccino, cipolle, sarde o acciughe sotto sale, farina bianca, formaggio grana grattugiato, sale, pepe, prezzemolo) che ormai vanta oltre quattro secoli. È appunto il “bacalà alla vicentina”, servito insieme alla polenta di mais. Una pietanza tipica del territorio, “espressione di una storia e di una cultura gastronomica punto d’incontro fra tradizioni europee, mediterranee ed orientali”. Tanto da vantare richiami nella letteratura, nel teatro, nella poesia, nelle canzoni popolari, nella satira, nei proverbi, nei detti e fra i numerosi emigranti sparsi in tutto il mondo.



VaccariNews


Copyright © March 2003 - Vaccari srl
all rights reserved

Law Court of Modena registration
n. 1854, 4 December 2007

editor Fabio Bonacina
publishing director Valeria Vaccari
editorial staff and press office Claudia Zanetti

Vaccari news runs on software designed, developed and maintained by internet images & fabioferrero.it.

All contents of this site, html pages and images included, are protected by copyright.
In case of publication or reference, please quote Vaccari News and advise the editorial staff at info@vaccari.it

Vaccari srl is not responsible for links (tested at first insertion) not properly functioning or that may cause problems.
A notice will be appreciated.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - VAT n. IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Un_piatto__una_storia__un___associazione/22252