Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

16 Gen 2018 - ore 13:52
Gen 16 2018
13:52

Notizie dall'Italia

Altri provvedimenti firmati Agcom

Le nuove decisioni sottoscritte dal Garante riguardano Dep, Express group, Kipoint, Poste italiane (due, complementari), Unisolution


Altri provvedimenti del Garante

Dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni nuovo gruppo di sei atti riguardanti le contestazioni mosse ad operatori di settore.

Una ditta individuale, la Dep, fornisce supporti consistenti, tra l’altro, nella raccolta (dai mittenti) e nella consegna (ai destinatari) di corrispondenze e pacchi di peso inferiore ai due chilogrammi ed anche di raccomandate. Soltanto che -ricorda l’Agcom- “lo svolgimento delle predette attività richiede la titolarità di una licenza individuale” e tale azienda non la possiede. La sanzione comminata è pari a 5mila euro.

Un faldone è riservato ad Express group, recentemente oggetto di un altro contenzioso. Questa volta, il problema -costato 10mila euro- riguarda l’aver affidato alla partner Service M2, priva di titolo abilitativo, lo svolgimento di prestazioni, in particolare il ritiro, per portarle al centro di smistamento, delle cartoline affrancate Friend post.

In qualche modo parallelo è quanto ha coinvolto Kipoint (gruppo Sda, a sua volta gruppo Poste italiane). La società -dice il Garante- “svolge attività di offerta al pubblico di servizi postali”, nello specifico il corriere espresso, attraverso una rete di affiliati; però, sia essa, sia la maggior parte delle ditte collegate (settantadue su ottantuno, per complessivi centodue punti vendita) non hanno il necessario titolo abilitativo, ossia l’autorizzazione generale. La sanzione complessiva ammonta a 100mila euro.

Multa da 120mila a Poste italiane stessa, per la violazione degli obblighi in materia di continuità nella prestazione del servizio universale. Il problema riguarda ventiquattro dei ventinove uffici postali sparsi per il Paese che improvvisamente sono risultati chiusi nel periodo dal 19 al 31 dicembre 2016. Dei restanti, per quattro (risulta in una seconda delibera) l’operatore aveva pagato già 40mila euro e per l’ultimo ha dimostrato di non avere colpa in quanto la serrata era stata disposta dalla Questura di Rieti in seguito all’arresto del direttore.

L’Agcom, infine, ha preso atto che Unisolution ha versato 10mila euro quale sanzione in misura ridotta per aver lavorato in assenza di titolo abilitativo.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Altri_provvedimenti_firmati_Agcom/24102