Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

25 Set 2018 - ore 16:29
Set 25 2018
16:29

San Marino

Dopo la guerra, la pace

Ripreso il soggetto di cento anni fa: se allora servì per sostenere il conflitto raccogliendo fondi, ora induce alla riflessione


Uno dei francobolli di cento anni fa

Interessante scelta da parte di San Marino per la serie volta a ricordare il secolo dal termine della Prima guerra mondiale. Invece di realizzare immagini nuove, ha recuperato idealmente una di quelle realizzate un secolo fa per raccogliere fondi e dare il proprio supporto alla causa, anche se la Repubblica risultava neutrale. In verità vi furono i volontari che combatterono con gli italiani, poi si decise di realizzare un ospedale da campo: intervento umanitario, dunque.

La struttura di soccorso venne danneggiata lungo il 1917: per ripristinarla, in dicembre furono sovrastampati due francobolli, il 25 ed il 50 centesimi dell’1 aprile 1903, con il testo “1917 Pro combattenti”; l’intero incasso finanziò l’obiettivo. L’1 giugno 1918 arrivò una serie specifica, nominali da 2, 5, 10, 20, 25 e 45 centesimi, 1,00, 2,00 e 3,00 lire, tutti con sovrapprezzo da 0,05. Due i soggetti: la statua della libertà e la veduta della prima torre. Terminato il conflitto, il 12 dicembre parte (20, 25 e 45 centesimi, 1,00, 2,00 e 3,00 lire, sempre con l’aggiunta dell’obolo) fu recuperata con l’iscrizione “3 Novembre 1918”.

Il prossimo 16 ottobre tornerà la carta valore con la scultura, riprodotta in tre tagli da 1,20 euro racchiusi in foglietto, questo dovuto a Jonathan Barnbrook e tirato in trentamila esemplari. La vignetta originaria quasi non si vede più, cancellata dai testi che la coprono: “La pace è un processo, non un evento”, “I principi di pace sono ancora e saranno sempre immortali”, “La pace è un inizio, non una fine”. Il blocco -precisano dall’Ufficio filatelico e numismatico- “interpreta il valore della pace riconquistata” e “la necessità di preservarlo costantemente”.

Da notare, sul bordo come nell’annullo, il numero “100”, con la colomba ed il richiamo al simbolo dell’infinito.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Dopo_la_guerra__la_pace/25533