Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

28 Dic 2018 - ore 13:45
Dic 28 2018
13:45

Dall'estero

Il 9 aprile la conferenza sulle spese terminali

A fissarla è stata l’Unione postale universale. Intanto, la stessa Upu ha aperto una consultazione pubblica: gli articoli giunti entro l’8 marzo saranno pubblicati in una pagina web


Il problema originato dal boom dei pacchi transfrontalieri

Alla fine, un primo accordo in seno all’Unione postale universale è stato trovato. Lo scopo è scongiurare l’abbandono dell’agenzia da parte degli Stati Uniti e, allo stesso tempo, affrontare il problema sul tavolo, quello delle spese terminali.

Una conferenza, sul tema “Sistemi di remunerazione dell’Upu - Nuove frontiere per un mondo antico?”, si terrà il 9 aprile. “Sarà organizzata come un forum di consultazione allargato”, anticipano dalla sede. “Tutte le parti interessate sono invitate a sottoporre interventi”. In vista dell’appuntamento, il consiglio di amministrazione ha indetto un confronto pubblico: i contributi che arriveranno entro l’8 marzo saranno pubblicati su una pagina web dedicata; i più significativi verranno compresi nella pubblicazione pronta per il 15 giugno.

Le linee attuali, ora messe in discussione, non fissano il costo che un dettagliante o un acquirente, impresa o consumatore che sia, deve pagare all’operatore postale designato per la distribuzione internazionale di invii, compresi quelli originati dal commercio elettronico. È un problema che interessa l’operatore di partenza e il suo cliente, e quando i prezzi nazionali sono controllati dal governo, il governo stesso. Gli attuali sistemi di remunerazione dell’Upu mirano a compensare i costi sopportati dai Paesi di destinazione per il trattamento, il trasporto e la distribuzione degli invii provenienti dall’estero. Non sono direttamente collegati al tariffario, ma rappresentano un supporto di cui l’operatore attivo nello Stato di origine dell’invio deve tener conto. Sapendo che per l’interlocutore oltre confine è importante ricevere un introito che copra gli oneri, così da assicurare durata e sviluppo del servizio postale universale. Tali regole sono definite dai membri dell’Unione ed anche quelle riguardanti le spese terminali e le altre remunerazioni figurano costantemente riviste ed aggiornate in funzione del contesto.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



https://www.vaccarinews.it/news/Il_9_aprile_la_conferenza_sulle_spese_terminali/26067