Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

28 Gen 2019 - ore 10:21
Gen 28 2019
10:21

Appuntamenti

L’annuncio dentellato del 1949

“Sarà ricostruito come era e dove era”, si legge nel 20 lire del 19 settembre 1949 dedicato al ponte di Santa Trinita a Firenze. Ora la mostra tra testimonianze e foto


Il francobollo-annuncio del 1949

Durante la Seconda guerra mondiale, fra il 3 ed il 4 agosto 1944, le truppe tedesche in ritirata minarono e fecero saltare tutti i varchi cittadini sull’Arno, ad eccezione di ponte Vecchio. Tra essi, quello di Santa Trinita, opera di Bartolomeo Ammannati e costruito tra il 1566 ed il 1569. “Quasi a solenne conferma della decisione in base alla quale il capolavoro, mirabile soprattutto per le prodigiose arcate semiellittiche, «Sarà ricostruito come era e dove era», fu emesso questo francobollo che riproduce uno scorcio”. Così si legge nel volume base “I francobolli dello Stato italiano”, curato da Luigi Piloni e stampato nel 1959. Il riferimento è al 20 lire che debuttò il 19 settembre 1949, disegnato da Edmondo Pizzi probabilmente partendo da foto.

E proprio queste ultime sono le coprotagoniste della mostra “Firenze ferita e il ponte Santa Trinita nel diario di Maria Fossi e negli scatti di Paola Barocchi»”, in essere fino al 17 febbraio presso il Museo di palazzo Davanzati, in via Porta Rossa 13, naturalmente nel capoluogo toscano.

L’occasione è stata offerta dal ritrovamento di immagini risalenti a dopo il conflitto, artefice una ragazza che sarebbe diventata tra le più note storiche dell’arte: Paola Barocchi. Si aggiungono le memorie di Maria Fossi Todorow, redatte dall’allora diciassettenne proprio tra la fine del luglio e l’agosto del 1944. Sottoscritta dalla fondazione Memofomte, la rassegna è stata curata da Alessia Cecconi, Donata Levi, Martina Nastasi con la collaborazione di Daniele Rapino; la volontà è rendere omaggio alle due donne.

L’esposizione, così come il libro associato, è divisa in due sezioni. La prima è dedicata al “Diario dell’emergenza” di Maria Fossi, pubblicato per la prima volta dalla stessa autrice nel 2004. L’altra area, invece, si concentra sulla ricostruzione di quel passaggio diventato il simbolo di una “Firenze ferita, molto ferita, che ha vissuto nei calcinacci per molti anni”; tra l’estate del 1956 e la primavera del 1957 Paola Barocchi vive la “vicenda del ponte Santa Trinita giorno per giorno e addirittura fotografandolo una volta alla settimana perlomeno”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/L___annuncio_dentellato_del_1949/26202