Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

20 Mar 2019 - ore 10:24
Mar 20 2019
10:24

Notizie dall'Italia

Poste italiane/1 Oltre l’accordo con i sindacati

L’intesa prevede lungo il 2019 3.170 “inserimenti”, fra cui 2.000 “consolidamenti” per la funzione posta, comunicazione e logistica

La definizione di un “nuovo modello di funzionamento della rete logistica basato su ingenti investimenti in automazione e sulla introduzione della «lean production», una modalità di organizzazione del lavoro che garantisce il miglioramento continuo dei processi produttivi attraverso la partecipazione dei lavoratori; nuove assunzioni di risorse part-time negli stabilimenti di posta, comunicazione e logistica a fronte di un piano di uscite basato su esodi volontari incentivati”.

Nel settore del recapito, “un incremento delle linee business a livello territoriale”, allo scopo di potenziare il ruolo aziendale nel mercato del commercio elettronico. Previsto, inoltre, il rafforzamento delle attività di sportello, anche attraverso ulteriori assunzioni.

Così Poste italiane ha presentato l’accordo quadro con le organizzazioni sindacali sugli andamenti occupazionali per il 2019. È stato firmato l’8 marzo ma reso noto nei dettagli solo la settimana scorsa. In base ai piani, risultano 3.170 gli “inserimenti” previsti.

Più dettagliati i numeri forniti dalle controparti, Slp-Cisl, Slc-Cgil, Uil poste, Failp-Cisal, Confsal comunicazioni, Ugl comunicazioni. Parlano di 2.000 “consolidamenti” in ambito Pcl, poi di 100 part-time da assumere a tempo indeterminato nei Cmp e 320 per la sportelleria. Si aggiungono “almeno” 920 conversioni da part-time a full-time, di cui 482 nel primo semestre.

La società -precisano le rappresentanze dei lavoratori- “su nostra pressante sollecitazione, si è impegnata a formulare una proposta di conversione in full-time, in ambito regionale, a tutti i portalettere assunti in regime di part-time, entro il 2020”. Il documento “quale sintesi delle diverse posizioni emerse al tavolo, rappresenta un’ulteriore fase di avanzamento di un complesso confronto relazionale, avviato nel febbraio 2018, finalizzato ad accompagnare i delicati processi di riordino ed il continuo riposizionamento di Poste italiane nell’ambito del mercato di riferimento, a garanzia e salvaguardia degli assetti occupazionali” (continua).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Poste_italiane_1_Oltre_l___accordo_con_i_sindacati/26481