Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

03 Mag 2019 - ore 16:25
Mag 03 2019
16:25

Notizie dall'Italia

Recapito, gli altri dati 2018

Dopo la posta ordinaria, l’Agcom rivela i risultati delle restanti prestazioni afferenti al servizio universale, quelle tracciate. Proroga per il faldone fatture

A sorpresa, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha “spezzato” il verbale che valuta le prestazioni di Poste italiane riferite all’anno precedente. Resi noti a marzo i (deludenti) valori del corriere ordinario, questa settimana sono giunti i restanti, sempre facenti capo al servizio universale del 2018. In base alle tracciature fornite dall’azienda, appaiono decisamente migliori.

Positiva ad esempio è la posta prioritaria, ora denominata posta1. Il “J+1” (ovvero la consegna nel giorno lavorativo seguente a quello di spedizione) deve essere raggiunto almeno nell’80% dei casi ed è risultato dell’85,9%; il “J+4” riguarda il 98% dei frangenti e lo è stato nel 98,9%. Numeri a parte per i centri di distribuzione (detti cd) coinvolti nel recapito a giorni alterni: il “J+2” minimo è pari all’80% ed è stato ottenuto al 91%; il “J+3”, anch’esso fissato all’80%, ha toccato quota 97,5%.

Per tutte le restanti prestazioni, il “J+4” deve avere come base il 90% e il “J+6” il 98%.

Dati leggermente negativi concernono la raccomandata, per la quale il “J+4” effettivo è apparso del 95% ed il “J+6” del 97,9% (quindi: -0,1%). Lo stesso fenomeno nei cd “rivoluzionati”: il “J+4” appare a quota 93,9% e il “J+6” al 97,2% (con uno scarto dello 0,8%).

Quanto all’assicurata, i valori nazionali sono risultati gli stessi di quelli delle strutture a consegna alternata: “J+4” al 99,3% e “J+6” al 99,8%.

C’è poi il pacco ordinario, con il “J+4” registrato al 95,1%; nelle diciotto regioni che hanno dimezzato i passaggi, curiosamente lo stesso canone temporale è migliore, attestatosi al 95,3%.

Il medesimo fenomeno è visibile nella massiva: i soliti “J+4” e “J+6” risultano, nell’ordine, del 98,5% e del 99,7% da una parte, del 98,6% e 99,8% dall’altra.

Infine, ecco gli atti giudiziari, con il “J+4” al 94,4% e il “J+6” al 97,2 (-0,8).

L’Agcom, inoltre, ha rinviato di ulteriori trenta giorni la chiusura del faldone riguardante la definizione delle modalità tecniche e operative per rendere certa la data di spedizione delle fatture da parte dei gestori di servizi di pubblica utilità agli utenti.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Recapito__gli_altri_dati_2018/26719